Dei criminali avrebbero tolto la vita al tanatologo di Neiva • La Nación

Il signor Luis Fernando Higuera lavorava come imbalsamatore da più di 20 anni ed è stato assassinato con un coltello in una presunta rapina nel centro della città. Le autorità stanno analizzando le telecamere di sicurezza per identificare i carnefici. L’uomo era padre di una minorenne.

Una ferita causata da un coltello nella regione scapolare sinistra, la zona della spalla della schiena, ha posto fine all’esistenza del famoso imbalsamatore Luis Fernando Higuera nel centro della città di Neiva.

Circostanze

I fatti sono avvenuti intorno alle 05:40 di ieri mattina, quando la vittima stava camminando lungo la 9ª Strada tra Carreras 4 e 5, proprio di fronte al parcheggio del Governo di Huila, dove sarebbe stato intercettato da sconosciuti che lo hanno intimidito con un coltello per rubargli il cellulare.

A quanto pare il cittadino aveva opposto resistenza, per cui i malviventi lo hanno pugnalato, cosa che si è rivelata mortale.

Da parte sua, un membro in uniforme della Polizia Metropolitana di Neiva ha confermato che la stazione radio ha detto loro alle 05:45 del mattino di avvicinarsi a Calle 9 e Carrera 4 perché c’era una persona senza vita.

Lo hanno trovato morto

Quando la pattuglia è arrivata sul posto, ha notato un uomo disteso sul pavimento, immerso nel suo stesso sangue, senza segni vitali. Considerato il delitto, hanno informato il gruppo criminale giunto sul posto di compiere interventi urgenti.

Dopo aver transennato l’area, gli esperti forensi hanno proceduto alla rimozione della salma, che è stata trasportata all’Istituto di medicina legale. Dalle indagini è emerso che il defunto era il tanatologo Higuera, che attualmente lavorava presso le pompe funebri Cristo Rey.

Luis Fernando Higuera, deceduto.

Le indagini

Sull’omicidio indaga la Polizia Giudiziaria, che cerca di identificare e catturare i responsabili.

La vittima, padre di una figlia minorenne, esercitava l’attività di tassidermista da oltre 20 anni. Lo affermano i colleghi del sindacato che lo ricordano con stima e affetto.

“Era uno dei migliori tanatologi della Colombia, lavorava per grandi pompe funebri a Santa Marta, Cartagena, passando per la Cooperativa Inversiones y Planes de Paz”, ha ricordato un caro collega.

Al suo arrivo a Neiva, ha accettato un lavoro presso le pompe funebri di La Paz, tra le altre società che offrono servizi funebri. Attualmente ricopre l’incarico di tanatologo e coordinatore dei servizi generali presso l’impresa funebre Cristo Rey de Neiva.

I criminali avrebbero tolto la vita al tanatologo a Neiva il 1° aprile 2024I criminali avrebbero tolto la vita al tanatologo a Neiva il 1° aprile 2024

La tua professione

Lì, il defunto era incaricato di ricevere o raccogliere le salme in Medicina Legale, per prepararle alle onoranze funebri.

“Esercitava dal momento in cui prelevava la salma da un ospedale, da una clinica, da un obitorio o da Medicina Legale, poi la portava in laboratorio e lì si occupava della conservazione, come del bagno, anche quando in Medicina Legale si Dopo averli ispezionati per scoprire la causa della morte, era giunto il momento di scuocerli nuovamente e di aprirli per iniziare il processo di lavaggio viscerale e di tutto il corpo, e quindi la sostanza chimica, la formaldeide, che dà rigidità al corpo viene eliminata. iniettato affinché possa essere messo sotto vigilanza”, ha aggiunto un collega di Luis Fernando.

Shock

Sui social network gli amici di Fernando hanno espresso solidarietà alla sua famiglia. “Il mio cuore è molto triste, la vita di ‘Nanito’ gli è stata portata via. La mia Neiva sicuramente non si ferma a tanta insicurezza. Molta forza per la famiglia”, ha scritto Sonia Castellanos Barrera.

Angela Andrade Murcia, invece, ha commentato: “Sono molto triste, era una grande persona, un lavoratore, i suoi genitori erano molto malati e avevano molto bisogno di lui, riposa in pace Fernando, lo porto sempre nel mio cuore. “

Infine, ha sottolineato José Luis Morgo, “amico mio Luis Fernando, ci siamo visti quindici giorni fa, pensare che è stata l’ultima volta che ci siamo salutati, Dio lo riposi nella sua santa gloria, riposa in pace, professore”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Regione di Coquimbo. Annunciati lavori di conservazione allo stadio municipale di Los Vilos
NEXT Il Responsabile dell’ISSyS ha formalizzato la denuncia davanti alla Procura della Repubblica per irregolarità nella precedente gestione dell’Istituto