Una bambina di 5 anni ha subito abusi da parte di un bambino di 7 anni a Bosa, Bogotá

Una bambina di 5 anni ha subito abusi da parte di un bambino di 7 anni a Bosa, Bogotá
Una bambina di 5 anni ha subito abusi da parte di un bambino di 7 anni a Bosa, Bogotá

Una madre ha vissuto un calvario con la figlia di cinque anni che studia alla Istituzione educativa distrettuale – Ciudadela Colegio de Bosa, nel quartiere di Porvenir, a sud di Bogotá, sostiene che un compagno di classe di sua figlia, oltre sette anni abusato del minore.

“Si trattava di una questione di bullismo, che era stata discussa con l’insegnante in molti modi e forme ed era stata ignorata. Il ragazzo picchiava la ragazza ogni giorno, la trattava male, le torceva i mignoli. Mi ha dato fastidio. Abbiamo preso la ragazza e lei ha pianto e ha detto che non voleva più essere lì”, ha detto a Noticias Uno la madre del minore affetto.

Il 18 marzo la madre della minorenne ha notato qualcosa di strano e ha chiesto informazioni alla figlia. Questo gli rispose. “Mamma, sono caduto e quando sono caduto ho seppellito la mia scarpa.”il che mi è sembrato estremamente strano”, ha detto la madre.

Consigliato

Una bambina di 5 anni ha subito abusi da parte di un bambino di 7 anni a Bosa, Bogotá

Arrivata a casa della ragazza, sua madre notò che la biancheria intima del minore era macchiata e scrisse alla maestra di sua figlia, ma lei non rispose.

Il giorno dopo, la madre riporta la ragazza al scuola, Ma al ritorno la bambina era più silenziosa del normale e quando è andata a mettersi il pigiama si è accorta di avere più sangue nelle parti intime.

La madre procede a portare la ragazza a Ospedaledove in mezzo alle lacrime la bambina confessa ciò che accade nel classe, dove la lasciano rinchiusa come punizione con il suo stesso aggressore, una minorenne di sette anni, che compie atti osceni con la minorenne, ferendola nelle parti intime.

Dopo aver confermato l’aggressione con esami medici, la madre del minore si reca a scuola, ma lì sostiene di aver ricevuto minacce. “Se incoraggio la violenza con gli altri genitori, loro (la scuola) prenderanno misure contro di me e io devo gestire la questione internamente”, ha detto la madre della ragazza.

La scuola ha risposto con un comunicato affermando che le spiegazioni del caso corrispondono Welfare familiare, Ministero della Salute e Procura. Finora la madre non ha presentato denuncia alla Procura, perché nelle tre occasioni in cui si è recata non l’hanno ricevuta.

Questo lunedì, 1 aprile, ci sarà a pianta delle madri presso la sede educativa per chiedere risposte su questo caso nel Istituzione educativa distrettuale – Ciudadela Colegio de Bosa.

Potrebbe interessarti: una ragazzina di 12 anni sarebbe stata ingannata da alcuni vicini e un uomo l’avrebbe violentata

Da parte sua, il Sottosegretario alla Sanità di Bosa ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che da quando sono venuti a conoscenza del caso hanno prestato sostegno alla famiglia della minore, tuttavia la madre della ragazza assicura che ciò non è vero.

Linee di assistenza per donne e ragazze vittime di stupro e violenza fisica e sessuale in Colombia

-Linea Nazionale 155

Polizia nazionale 123

– Linea Ufficio del procuratore generale: 122, per presentare denunce di violenza domestica, violenza di genere e violenza sessuale.

Istituto colombiano per il benessere familiare ICBFLinea Gratuita Nazionale: 018000918080, e Linea Tutela Bambini e Adolescenti: 141. WhatsApp: 3202391685-3208655450-3202391320

Linea Viola a Bogotà: 018000112137, numero verde gratuito da rete fissa e cellulare. Whatsapp 3007551846

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Ieri le azioni Morgan Stanley sono scese del 5%, cosa aspettarsi?
NEXT Un altro infortunio alla caviglia esclude l’attaccante del Dortmund Haller dalla partita di Champions League contro l’Atlético