Salvano il corpo di un minore dopo 17 giorni di ricerche

Salvano il corpo di un minore dopo 17 giorni di ricerche
Salvano il corpo di un minore dopo 17 giorni di ricerche

Nell’incidente sono morte due persone: l’insegnante Fredy Córdoba Peñaloza e il minorenne Tiburcio Tumazá Ballerino.

17 giorni dopo l’incidente fluviale di Alto Baudó, Chocó, le agenzie di soccorso hanno salvato il corpo senza vita del minorenne Tiburcio Tumazá Bailarín, di 5 anni. L’incidente è avvenuto il 15 marzo quando un’imbarcazione diretta al comune di Alto Baudó si è ribaltata nel settore conosciuto come Amparraidó.

Nell’incidente sono morte due persone: l’insegnante Fredy Córdoba Peñaloza e il minorenne Tiburcio Tumazá Ballerino. Il corpo dell’insegnante è stato ritrovato al momento dell’incidente, mentre quello del minore è stato ritrovato giorni dopo dai residenti che si spostavano lungo il fiume.

“Mentre il fiume scendeva, il corpo è apparso nelle ultime ore. Ciò significa che probabilmente era impigliato in qualche ramoscello o radice. Con l’abbassamento del livello del fiume, l’azione delle onde delle barche ha fatto emergere il corpo. dalla superficie “, José Olmer Palacios, coordinatore della gestione del rischio di Alto Baudó, ha confermato questa informazione.

I resti del minore rimasero nella sede municipale (Pie de Pató) fino al 31 marzo, data in cui furono consegnati ai parenti per la successiva sepoltura. Considerata l’avanzata decomposizione del corpo, il parto è stato effettuato seguendo le pertinenti misure di biosicurezza.

Il coordinatore della gestione dei rischi del comune ha invitato trasportatori e viaggiatori ad adottare le misure precauzionali necessarie ed evitare futuri incidenti. Questo appello viene fatto in considerazione del fatto che le piogge persistono, il che porta all’innalzamento del livello del fiume e alla presenza di palizzate.

“Questo incidente ci ha profondamente preoccupato da quando è avvenuto. Ci lascia la sfida di rimanere vigili e garantire che questo tipo di trasporto abbia tutto ciò che è necessario per proteggere la vita e l’integrità di tutte le persone che lo utilizzano”, ha aggiunto Palacios.

Per quanto riguarda le famiglie colpite dall’esondazione del fiume a causa delle intense piogge, il coordinatore della gestione del rischio ha riferito che il processo di realizzazione del censimento, la gestione e la consegna degli aiuti umanitari per quasi 7.000 famiglie, in collaborazione con il governo nazionale e dipartimentale .

#Colombia

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Petro ha firmato una direttiva per promuovere il risparmio idrico ed energetico negli enti governativi
NEXT Studenti universitari che trovano lavoro, la sfida per Zermeño alla UASLP – El Sol de San Luis