Le vendite di automobili sono diminuite del 30% in un anno a Entre Ríos

Le vendite di automobili sono diminuite del 30% in un anno a Entre Ríos
Le vendite di automobili sono diminuite del 30% in un anno a Entre Ríos

L’Associazione dei Commercianti di Automobili della Repubblica Argentina (Acara) ha riferito che il numero di auto brevettate in tutto il Paese nel mese di marzo è stato di 25.294 unità, in calo del 36,6% su base annua, poiché a marzo 2023 erano state immatricolate 39.875 unità. .

In questo modo, in Argentina, nei tre mesi accumulati dell’anno, sono state brevettate 84.261 unità, ovvero il 30,2% in meno rispetto allo stesso periodo del 2023, in cui erano stati immatricolati 120.744 veicoli.

Nel caso di Entre Ríos, nel mese di marzo sono stati brevettati 647 veicoli 0Km, pari al 2,6% del totale nazionale. I dati indicano un calo del 5,1% rispetto a febbraio – erano stati 682 – e del 32,5% su base annua – erano stati 958 -.

Finora nel 2024 sono state vendute 2.075 unità, in calo del 30,4% rispetto al primo trimestre del 2023 -2.981 unità-, ha registrato il portale. Due fiorini, sulla base del rapporto pubblicato da Acara.

Meno auto vendute in provincia

La provincia di Buenos Aires ha venduto 7.113 unità a marzo, il che significa un calo mese su mese del 3,1% -contro 7.340- e un calo su base annua del 37% -contro 11.289-. Accumula così 24.629 unità nell’anno, ovvero un calo del 28,4% su base annua -contro 34.413-.

La città autonoma di Buenos Aires ha registrato 4.779 veicoli nuovi venduti, il che significa un aumento del 2,5% su base mensile -contro 4.663-, ma un calo su base annua del 37,8% -contro 7.680-. Ne accumula 15.459 in tre mesi del 2024 e registra un calo del 31,4% -contro 22.542-.

Auto usate Compraventa.jpg

Córdoba ha venduto 2.435 unità a chilometro zero nel mese di marzo, ovvero il 7,6% in meno rispetto al mese scorso -contro 2.636- e un crollo del 43,9% su base annua -contro 4.337-. Accumula così 8.816 unità nel 2024, il che significa il 32,1% in meno rispetto allo stesso periodo del 2024 -contro 12.989-.

Santa Fe ha registrato 2.271 unità a marzo, il che implica un aumento dello 0,4% rispetto a febbraio -2.162-, ma un calo su base annua del 37,3% -contro 3.463-. In tre mesi ha così accumulato 6.841 veicoli venduti, mentre nel primo trimestre del 2023 erano stati 10.708 – in calo del 36,1% -.

Cambiamenti nel mercato automobilistico

Il presidente di Acara, Sebastián Beato, ha commentato che “al di là del fatto che questo marzo si conclude con due giorni lavorativi in ​​meno, questi dati indicano che abbiamo chiaramente un nuovo mercato, quello dell’offerta, in cui i concessionari devono andare alla ricerca dei clienti che “Hanno avuto un deterioramento del loro potere d’acquisto”.

In ogni caso, ha assicurato che “ci sono alcuni aspetti positivi e che ci danno l’idea che il trend potrebbe cominciare a cambiare nel breve periodo. Sono la stabilità dei cambi, la comparsa di comode linee di finanziamento da parte dei terminali e di alcune banche, cosa su cui lavoriamo e chiediamo da mesi, e il rallentamento dell’inflazione.”

In questa linea ha aggiunto: “Sono temi molto rilevanti per un’attività come la nostra che se si consolideranno avremo mesi di riattivazione e anche di crescita dei brevetti e dell’attività nelle nostre sedi”.

Quello che ha avuto più vendite

Ancora una volta l’auto più venduta è stata la Fiat Cronos, con 2.105 unità a livello nazionale, pari all’8,8% della quota nazionale. Tuttavia, questo modello ha registrato un calo su base mensile del -23,6% -2.756- e un calo su base annua del -51,5% -4.342-.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Iturrioz sul caso alluvione di Comodoro: “Vogliono chiudere il caso a prescindere dalla Legge”
NEXT Searpi chiede di pulire i torrenti per evitare allagamenti nei comuni