Epidemia di dengue senza precedenti: avvertono che la domanda elevata continuerà nelle prossime settimane

Epidemia di dengue senza precedenti: avvertono che la domanda elevata continuerà nelle prossime settimane

Secondo i dati del Ministero della Salute della provincia, solo nell’ultima settimana sono stati segnalati 345 nuovi casi, con un totale di 19 persone ricoverate in una sala comune e un paziente in terapia intensiva. Lunedì è stata confermata la morte di una ragazza di 24 anni di Chilecito ricoverata nell’ospedale di quel reparto.

Il segretario alla Sanità, Gonzalo Calvo, ha avvertito che la forte domanda di casi continuerà nelle prossime settimane, soprattutto nelle zone con circolazione virale come Chilecito, Aimogasta e Chamical. Sono state registrate circa 200 visite giornaliere, con ricoveri ridotti per fornire idratazione endovenosa e alleviare i sintomi.

Lo specialista ha sottolineato che questa epidemia di dengue presenta sintomi più “fioriti” rispetto alle epidemie degli anni precedenti, tra cui diarrea e vomito, che hanno generato una maggiore consultazione e domanda di servizi sanitari.

Nonostante l’aumento della domanda, Calvo ha assicurato che il sistema sanitario è stato in grado di rispondere, con una capacità di ricovero pari al 3% dei posti letto disponibili nel sistema pubblico e privato di La Rioja: “circa 200 sono stati curati ieri con ricoveri abbreviati, che è il trattamento più efficace di cui disponiamo. Sono ricoveri di 3 o 4 ore in cui il paziente necessita di idratazione endovenosa ancora mediante canalizzazione per contenere i sintomi. La domanda è elevata nei diversi ospedali, come l’Ospedale Vera Barros o l’Ospedale Madre e Bambino, oltre ad altri centri sanitari”, ha sottolineato.

Il medico ha sottolineato l’importanza di effettuare azioni di controllo, allontanamento e pulizia per prevenire la diffusione della zanzara trasmittente, nonché l’uso di repellenti per proteggersi. Considerati i sintomi della dengue, come febbre, mal di testa e dolori muscolari, la popolazione è invitata a rivolgersi a qualsiasi centro sanitario per ricevere cure e cure adeguate.

È essenziale prestare attenzione ai sintomi più gravi della dengue, come il sanguinamento delle gengive, del naso o del tratto digestivo, poiché questi casi richiedono cure e cure aggiuntive, concentrandosi sull’idratazione come punto fondamentale per il recupero.

Con informazioni da Radio La Red

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV “Il Nord del Cauca legge, scrive e racconta” – Proclama di Cauca
NEXT “Il Nord del Cauca legge, scrive e racconta” – Proclama di Cauca