Gli insegnanti della Terra del Fuoco aderiscono ad un nuovo sciopero nazionale della durata di 24 ore

Gli insegnanti della Terra del Fuoco aderiscono ad un nuovo sciopero nazionale della durata di 24 ore
Gli insegnanti della Terra del Fuoco aderiscono ad un nuovo sciopero nazionale della durata di 24 ore

Lui Unione unificata dei lavoratori dell’istruzione della Terra del Fuoco (SUTEF) ha confermato il suo appoggio allo sciopero degli insegnanti – che si svolgerà questo giovedì 4 aprile – sulla base del provvedimento annunciato dalla Confederazione dei Lavoratori dell’Istruzione della Repubblica Argentina (CTERA) in tutto il Paese.

Da SUTEF Hanno affermato che l’obiettivo è esigere dal governo nazionale la restituzione del Fondo nazionale di incentivazione degli insegnanti (FONID), un appello urgente alla parità nazionale degli insegnanti, la restituzione di un salario minimo a livello nazionale e l’invio di fondi per i programmi educativi nazionali.

Chiedono inoltre un aumento urgente degli stipendi degli insegnanti in pensione, l’invio di fondi nazionali per le Casse Pensioni Provinciali, la solidarietà con i dipendenti statali e il rifiuto del Protocollo Sicurezza del Governo Nazionale.

Oltretutto Realizzeranno mobilitazioni dalle 11 nella Scuola 1 di Ushuaia, all’incrocio tra San Martín e Belgrano de Río Grande e nella piazza civica di Tolhuincon lo slogan “nessun insegnante povero in Argentina”.

“Questo Sciopero Nazionale è la continuità del Piano d’Azione che il CTERA ha votato all’unanimità, contro l’aggiustamento della Pubblica Istruzione, per la restituzione del FONID, la richiesta del Sindacato Nazionale degli Insegnanti e l’urgente ricomposizione salariale dei nostri pensionati,” hanno ratificato.


#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Verrà presentato il libro “Il futuro dell’egemonia del peronismo a La Rioja”.
NEXT Il mondo accademico guida la classifica dei migliori scienziati in matematica in Cile