Marcia di massa a Santa Cruz contro il pensionamento forzato all’età di 65 anni

Marcia di massa a Santa Cruz contro il pensionamento forzato all’età di 65 anni
Marcia di massa a Santa Cruz contro il pensionamento forzato all’età di 65 anni

Centinaia di studenti, insegnanti e autorità dell’Università Autonoma Gabriel René Moreno (Uagrm) sono scesi questo mercoledì per le strade di Santa Cruz in una massiccia marcia di protesta contro la legge sul pensionamento forzato a 65 anni.

La mobilitazione, che ha avuto il sostegno del Santa Cruz Medical College, partito alle 9:00 del mattino dal secondo anello e da Busch Avenue e percorrete le principali vie del centro cittadino.

“No al pensionamento forzato, sì al pensionamento dignitoso e volontario” è stato il motto principale della marcia, che si è svolta pacificamente, ma con forza. I manifestanti hanno espresso il loro rifiuto del disegno di legge che obbligherebbe tutti i lavoratori che compiono 65 anni ad andare in pensione.

Il rettore dell’Uagrm, Vicente Cuéllar, che ha guidato il corteo, ha sottolineato che il provvedimento lo è “ingiusto e senza consultazione” e ciò colpirà gravemente i lavoratori universitari e del settore sanitario, che hanno una vasta esperienza e sono essenziali per il funzionamento delle istituzioni.

“Non siamo contrari al pensionamento, ma chiediamo una pensione dignitosa e un pensionamento volontario. Se il governo vuole buttare fuori migliaia di cittadini che stanno per compiere 65 anni con l’unico obiettivo di generare fonti di occupazione per la loro militanza, chiedo loro, se vogliono posti di lavoro per la loro militanza, create aziende, investite, non rubate il denaro e con la certezza che possano generare occupazione per la loro militanza”, ha affermato il rettore.

Il rettore dell’Uagrm, Vicente Cuéllar, spiega il motivo del rifiuto del disegno di legge sul pensionamento forzato a 65 anni/Video: Jorge Gutíérrez

Sciopero dei sanitari in tutto il Paese

La mobilitazione dell’Uagrm si aggiunge alla Sciopero nazionale di 48 ore indetto dal settore sanitario per protestare contro lo stesso disegno di legge. La misura ha lasciato incustodite le visite ambulatoriali negli ospedali di tutto il Paese, ad eccezione dei servizi di emergenza.

Leggi anche

PAESE

Senza assistenza medica negli ospedali: il settore sanitario rispetta lo sciopero di 48 ore contro il “pensionamento forzato”

I medici protestano contro la legge che li obbligherebbe ad andare in pensione a 65 anni

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Al via i laboratori UPAMI per i pensionati
NEXT La FRUTTA tra le più CONSUMATE in ARGENTINA e consigliata da HARVARD: si prende cura del cuore e aiuta a perdere peso