A Bariloche e San Martín de los Andes l’occupazione era dell’80%, ma con spese moderate

Come di consueto, la catena montuosa del Río Negro e del Neuquén è stata tra le destinazioni più ambite dai turisti durante l’ultimo lungo weekend. In particolare, Gli alloggi di Bariloche e San Martín de los Andes hanno chiuso con un’occupazione prossima all’80%.

Gerardo Stocker, rappresentante dell’Associazione delle imprese alberghiere gastronomiche di Bariloche (AEHGB), ha parlato con Diario RÍO NEGRO, e ha espresso un bilancio “positivo” del lungo weekend. Vale la pena ricordare che dal 28 marzo al 1 aprile si è svolto a Bariloche il cosiddetto Festival del cioccolato.

Stocker ha confermato che durante i 6 giorni in cui è durato il lungo weekend, La città di Bariloche ha raggiunto l’80% di occupazione della sua offerta ricettivapur registrando un livello di spesa da parte dei visitatori “medio”.

Inoltre, ha notato che c’è stato un calo dell’afflusso di stranieri, ma più turismo interno. «Il calo degli stranieri, soprattutto cileni, sarà accentuato a causa della differenza di cambio.«Ha detto Stocker, ed era preoccupato per la offseason. “Ci sono poche riserve”, ha detto.

80%
Occupazione degli alloggi durante il ponte a Bariloche e San Martín de los Andes.

Un panorama simile si è vissuto a San Martín de los Andes durante il lungo fine settimana. Alejandro Marchant, rappresentante dell’Associazione degli Alberghi Gastronomici di San Martín de los Andes (AHGSMA), ha indicato che nella località di Neuquén l’80% dei posti sono occupati. «All’ultimo minuto c’erano il 50% di prenotazioni e l’80% di occupazione“, tenuto.

Tuttavia, rispetto a un anno fa, si è notato un calo della domanda di gastronomia e della spesa media per passeggero. “Penso che la gente si prendeva molta cura del denaro“, lui ha indicato.


#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV mortalità dei pesci nella Ciénaga Grande
NEXT Il Servizio Sanitario ha firmato un accordo con il Lions Club