“La gente dice basta agli aumenti”

VGli abitanti e i commercianti di Roca hanno indetto una protesta per questo giovedì 4 aprile. Cercano di esigere la sospensione degli aumenti delle tariffe elettriche, che per loro sono sempre più difficili da risolvere.

Le tariffe elettriche aumentano con aumenti sempre maggiori e i settori più colpiti, oltre al normale utente, Sono i commercianti e i lavoratori delle PMI di Roca. Sui social network hanno rilasciato una dichiarazione assicurando che con il passare dei mesi, Difficile per loro pagare il biglietto perché arrivano con cifre che superano le loro tasche.

In questo senso è stato così I lavoratori si sono organizzati e hanno deciso di portare la loro rivendicazione davanti alle porte dell’azienda di distribuzione del servizio elettrico, Edersa. In un comunicato condiviso hanno precisato che la protesta consisterà in un “bang and bang” da portare avanti Giovedì alle 11 in strada Villegas, tra l’Italia e Sarmiento.

Sotto il motto «La gente dice basta all’aumento. “Abbassare la luce”ha chiesto che tutte le parti interessate si uniscano alla causa per essere ascoltate.

Gli imprenditori di Río Negro hanno chiesto di fermare l’aumento delle tariffe

La scorsa settimana la Federazione delle Imprenditrici del Río Negro ha chiesto all’Ente Provinciale di Regolazione dell’Elettricità di evitare un nuovo colpo ai settori economici della provincia, cosa che potrebbe verificarsi se si autorizzasse un nuovo aumento delle tariffe del distributore Edersa.

L’EPRE ha pubblicato il bando per una nuova udienza pubblica, con l’obiettivo di ascoltare pareri sulla richiesta della società incrementi del Valore Aggiunto della Distribuzione e dell’importo riconosciuto per le differenze di costo mensili nel primo trimestre di quest’anno. L’appello è stato lanciato l’8 aprile virtualmente o da remoto, dalla sede dell’organizzazione a Cipolletti.

Parallelamente, le autorità della FEERN hanno chiesto un incontro con la direzione dell’EPRE e l’incontro si è svolto mercoledì pomeriggio, presso la sede del Segretariato frutticolo, ad Allen.

A quell’incontro“È stata presentata un’analisi dettagliata sugli eccessivi aumenti delle tariffe Edersa, che hanno raggiunto un sorprendente 26.000% dal 2011 al 2023.”. Inoltre, è stato condiviso un rapporto preparato dall’Università di Buenos Aires e da Conicet, che colloca Edersa tra i tre distributori con le tariffe più alte del Paese.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’ex Gran Maestro della Loggia di Cuba è accusato davanti alla polizia di appropriazione di più di 2mila dollari
NEXT È trapelato un audio di Profe Córdoba in cui difende l’Estudiantes e fa domanda per diventare allenatore di ginnastica