In quattro mesi, l’OSP ha risparmiato 1,5 miliardi di dollari nell’acquisto di rimedi ad alto costo

In quattro mesi, l’OSP ha risparmiato 1,5 miliardi di dollari nell’acquisto di rimedi ad alto costo
In quattro mesi, l’OSP ha risparmiato 1,5 miliardi di dollari nell’acquisto di rimedi ad alto costo

Ampliare l’offerta e rendere più efficiente l’amministrazione è la chiave con cui il nuovo management di Obra Social Provincia potrà risparmiare quasi 1,5 miliardi di dollari nell’acquisto di rimedi in questi primi quattro mesi dell’anno. Un esempio in questo senso lo ha dato il titolare Rodolfo Fasoli, quando ha detto che “l’importante è che facciamo un controllo dei prezzi su tutte le aziende farmaceutiche disponibili, mentre il precedente management lavorava solo con tre”. Allo stesso modo, il ministro della Salute, Amílcar Dobladez, ha sottolineato che l’azione sopra menzionata è servita a risanare i conti che erano in rosso.

Attualmente, secondo Fasoli, di fronte alla necessità di un farmaco ad alto costo da parte di un membro, l’OSP ha cercato tra tutte le aziende farmaceutiche il prezzo migliore, senza compromettere la qualità. Lo fanno con un nuovo metodo che mira a rendere la spesa più efficiente attraverso il confronto dei prezzi, cercando sostanzialmente più budget e scegliendo l’opzione più economica a parità di qualità. Con questa metodologia, Obra Social Provincia avverte che in questi quattro mesi di nuova gestione sono stati risparmiati tra i 1.200 ei 1.500 milioni di dollari.

Lo ha detto il revisore dei conti dell’OSP DIARIO DI HUARPE che “poco tempo fa abbiamo chiuso l’acquisto di un rimedio che siamo riusciti ad ottenere per 4 milioni di dollari. La cosa sorprendente è che nell’amministrazione precedente compravano lo stesso medicinale per 14 milioni di dollari, cioè abbiamo risparmiato 10 milioni di dollari quattro mesi dopo, nonostante gli aumenti dovuti all’inflazione”. Vale la pena ricordare che fino alla precedente amministrazione era guidata da Alejandra Venerando come ministro della Sanità e Miguel Ángel Grecco nell’Assistenza sociale provinciale.

In risposta alla domanda di DIARIO DI HUARPE Quanto a quali fossero le tre società che avevano una certa esclusività sotto la passata gestione, il titolare Fasoli ha preferito non rivelare né specificare a chi corrispondesse. Ciò non sarebbe accaduto se San Juan avesse avuto una legge sull’accesso all’informazione pubblica, essendo ancora una delle quattro province dell’intero paese a non avere una legge con queste caratteristiche.

Ha detto che, a differenza di quanto accadeva prima, attualmente lavorano con tutte le aziende farmaceutiche, comprese le tre che commerciavano prima che le nuove autorità entrassero in carica. Fasoli ha affermato che ciò consente loro di “ottenere il miglior prezzo e le migliori condizioni per ottenere le medicine di cui abbiamo bisogno”.

Tra le aziende farmaceutiche coinvolte dall’OSP nella manipolazione dei prezzi c’è la Audifarm Salud SA, la società che insieme ad altre 29 aziende è indagata dalla Giustizia federale per presunte irregolarità. Proprio in uno degli accordi tra Obra Social Provincia e Audifarm Salud SA è stata messa la lente di ingrandimento, poiché è stata pubblicata una delibera che diceva “senza prescrizione” quando dovrebbe dire “senza prescrizione dispensa”, e che, secondo Fasoli, è stato un “errore involontario che è stato prontamente corretto”.

Fasoli ha riconosciuto che l’apertura all’offerta di tutte le possibili aziende farmaceutiche ha consentito all’OSP di “affrontare la distorsione dei prezzi esistente nel settore” e di poter così “risparmiare su ogni acquisto di farmaci ad alto costo e raggiungere un importo totale di 1.500 milioni di dollari”. nei quattro mesi di gestione”.

Testuale

Rodolfo Fasoli / revisore dei conti OSP

“Per lo stesso medicinale che l’amministrazione precedente aveva acquistato per 14 milioni di dollari, l’abbiamo ottenuto per 4 milioni di dollari, ovvero abbiamo risparmiato 10 milioni di dollari quattro mesi dopo.”

Fatto

Nonostante DIARIO DI HUARPE Ha insistito presso le autorità per conoscere i nomi delle tre aziende farmaceutiche su cui la direzione di Alejandra Venerando e Miguel Ángel Greco ha concentrato l’acquisto di farmaci ad alto costo, la missione si è rivelata impossibile. Ciò nonostante il fatto che gli acquisti statali provinciali, effettuati con il denaro di tutti i residenti di San Juan, dovrebbero essere di natura pubblica.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Riunione regionale del Pacifico settentrionale: conclusioni
NEXT Rosario Romero e Gustavo Bordet studiano Riforma Politica