Così si preparano le marce di domani contro il Petro • La Nación

Domani, domenica, si svolgeranno in tutto il Paese le mobilitazioni organizzate sotto il nome di “Marcia delle Maggioranze”, una protesta contro le politiche attuate dal governo di Gustavo Petro. Gli organizzatori in Colombia affermano che almeno un milione di persone scenderanno in piazza. A Huila la concentrazione principale sarà a Neiva e sono attese non meno di cinquemila persone. Il presidente Gustavo Petro ha detto che verranno date tutte le garanzie.

Hernan Galindo

[email protected]

Domani, domenica 21 aprile, sono previste le marce indette dall’opposizione a cui si uniranno anche altri settori della società civile e che mirano a mostrare il malcontento che esiste nella popolazione a causa delle politiche pubbliche attuate dall’attuale presidente colombiano Gustavo Petro. .

Alcuni settori le hanno chiamate “le marce dei pentiti”, mentre il presidente Petro ha indicato che tutte le garanzie saranno date e lo ha affermato quando ha convocato il potere costituente che comprendeva tutte le forze popolari.
“Benvenute alle marce. Ho convocato il potere costituente e questo comprende tutta la forza popolare. Ho chiesto ai ministeri dell’Interno e della Difesa di fornire tutte le garanzie affinché le persone possano mobilitarsi ed esprimersi liberamente”, ha scritto ieri sul suo account social X.

La protesta a Huila

La marcia di Huila si concentrerà maggiormente nella città di Neiva, su appello dei membri in pensione della Forza Pubblica. Il luogo principale della concentrazione sarà il Passaggio José Eustasio Rivera alle 9,30 del mattino, con il culmine nel Parco Santander, di fronte al Governo del Dipartimento.

Per quanto riguarda i preparativi e le aspettative riguardo a questa nuova protesta, diversi membri dell’organizzazione hanno raccontato i dettagli della mobilitazione.

Il colonnello (r) Pedro Antonio Montaña, veterano della Forza Pubblica, ha esteso l’invito alle marce di domani: “Noi parteciperemo alla marcia delle maggioranze, marcia che si realizzerà a livello nazionale, nelle diverse città capitali e nelle regioni remote del territorio colombiano”.

L’ufficiale in pensione ha affermato che sarà come le precedenti, una protesta pacifica, lontana da attività violente che potrebbero in qualche modo delegittimare il clamore e la supplica popolare dei colombiani.

Per il colonnello Montaña, “bisogna comprendere che la volontà e il desiderio di protestare dovrebbero essere visti più come un dovere morale del cittadino colombiano che come un diritto a protestare. Ciò è dovuto alla situazione di crisi che ci attraversa a causa delle diverse decisioni e azioni del governo che vuole cercare il cambiamento o la trasformazione delle politiche pubbliche, senza tenere conto del benessere collettivo dei cittadini.”

Un altro membro dell’organizzazione di Huila, il sindaco in pensione della Forza Pubblica, Jaime Arias, ha ricordato che a Neiva il punto di concentrazione sarà al Centro Congressi alle 9:30 del mattino con partenza alle 10 del mattino.

“Ci siamo diretti lungo Carrera Quinta fino all’ufficio del sindaco di Neiva, poi siamo scesi lungo Calle Decima per prendere Carrera Cuarta e siamo arrivati ​​al Parque Santander.” Sarà questa la tournée alla quale inviteranno tutto il personale civile e tutta la riserva attiva della città di Neiva. Saranno presenti anche delegazioni dei municipi di Garzón, La Plata e Pitalito, ha riferito.

Inoltre, il Maggiore Pérez ha confermato che, anche se a Neiva sarà presente una delegazione di Pitalito, anche lì ci sarà una mobilitazione simile.

Ancora una volta si protesta contro le riforme, soprattutto quella sanitaria, che, anche se non sono state approvate dal Congresso, il Governo vuole imporle contro la volontà di tanti come loro che si sentono violati, ha detto Pérez.

Infine, ha detto che si aspettano non meno di cinquemila persone nelle strade di Neiva per protestare domani, domenica.

A Neiva sono attese almeno cinquemila persone
Le marce nazionali

Il malcontento di una parte significativa della popolazione riguardo alle decisioni del governo, sotto la guida del presidente Gustavo Petro, ha portato personalità di spicco dell’opposizione a organizzare questa manifestazione a livello nazionale.

Viene chiamata anche la “Marcia dei camici bianchi”, con la quale cercano di esprimere il loro malcontento nei confronti delle ultime politiche governative in materia sanitaria.

Diverse città del Paese si stanno preparando per la giornata di mobilitazione indetta dai settori dell’opposizione.

Bogotá, Medellín, Cali, Barranquilla, Cartagena, diventeranno epicentri domani, 21 aprile.

Punti di concentrazione

Questi i punti di concentrazione:

Bogotá: La concentrazione inizierà dal Parco Nazionale, fino a Plaza de Bolívar.

Medellín: Ci saranno tre punti di concentrazione, situati nel Parco El Poblado, in Avenida Oriental con Playa e nella stazione della metropolitana Estadio.

Cali: i partecipanti partiranno dal Parque de las Banderas fino a Plaza San Francisco.

Barranquilla: I manifestanti partiranno dal Monumento a Joe Arroyo fino al Parco Santander.

Santa Marta: La marcia inizierà dal Camellón de la Bahía alle 9:00

Bucaramanga: Uno degli organizzatori della marcia in città ha detto che dalle 9:00 si riuniranno a Puerta del Sol.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Si è schiantato, è fuggito, si è nascosto in una casa ed è stato ripreso dalle telecamere di sicurezza
NEXT La PRO Río Negro definisce le sue autorità