Gli imprenditori hanno ricevuto Frigerio e hanno proposto il sistema di pedaggio per le nuove tratte e per quelle che necessitano di manutenzione

Gli imprenditori hanno ricevuto Frigerio e hanno proposto il sistema di pedaggio per le nuove tratte e per quelle che necessitano di manutenzione
Gli imprenditori hanno ricevuto Frigerio e hanno proposto il sistema di pedaggio per le nuove tratte e per quelle che necessitano di manutenzione

“Entre Ríos 2050” è un gruppo di imprenditori di vari settori, che in tempi di pandemia si sono formati con l’obiettivo di stabilire procedure e azioni necessarie per attivare nel presente, proiettando una provincia solida e competitiva nel medio e lungo termine . Da 4 anni avanzano proposte per riorientare lo sviluppo di Entre Ríos e in questo contesto, questa settimana si sono incontrati, ospitati dal governatore Rogelio Frigerio, a Crespo.

Héctor Motta, Alfredo Calabrese, Alcides Bala, Felipe Berruhet, Héctor Fratoni e Luis Jacobi hanno guidato l’incontro, al quale sono stati invitati anche il rettore dell’Università Autonoma di Entre Ríos (Uader), Luciano Filipuzzi, e il rettore dell’Università avventista del Plata (UAP), Orazio Rizzo. Il presidente di Entre Ríos non solo ha appreso i dettagli del settore economico rappresentato, ma ha anche spiegato come affronta i primi mesi di gestione nel pieno della “drammatica crisi” che sta attraversando il Paese.

La produzione e l’industrializzazione necessitano di buoni corridoi terrestri. In questo senso gli imprenditori hanno insistito sulla situazione critica della rete stradale e hanno prospettato la possibilità di promuovere l’alternativa del sistema di pedaggio attraverso il regime di concessione, sia per il nuovo tracciato autostradale che per i percorsi esistenti che necessitano di interventi urgenti.

“A Entre Ríos, un nord, è necessario un orizzonte”, hanno sottolineato, mettendo in guardia dal ritardo storico delle infrastrutture. A questo proposito, hanno sottolineato l’importanza di ottenere finanziamenti per realizzare investimenti e creare condizioni per essere competitivi e promuovere quelle attività produttive che generano valore, valuta estera e occupazione – una questione per la quale è stato espresso sostegno anche per il capitolo lavoro della Progetto di Legge Base.

Questo spazio avverte che in tempi di recessione e aggiustamento è essenziale essere ancora una volta una “fabbrica con un pensiero strategico”. Come ha spiegato al primo dirigente provinciale, le dinamiche del contesto nazionale impongono di non perdere di vista la prospettiva a medio e lungo termine e di fissare obiettivi su tre questioni trascendentali per Entre Ríos: le infrastrutture, l’educazione e la cura dell’ambiente.

Sono stati delineati alcuni assi di lavoro sulla tutela dell’ambiente basati sul coordinamento pubblico-privato, ha precisato Dos Florines. Durante il discorso, hanno sottolineato che è fondamentale attuare politiche per promuovere l’imboschimento e il rimboschimento in tutte le città. «È necessario sensibilizzare», ha affermato Motta, che ha suggerito una maggiore responsabilità da parte di tutti gli attori e ha invitato Frigerio a generare azioni concrete per le generazioni future.

In altro ordine, hanno passato in rassegna le sfide dell’istruzione, i cui vettori sono stati pubblicamente esposti nel 2020. A questo proposito, hanno sottolineato la necessità di rafforzare le scuole tecniche per la formazione dei giovani che cercano un’opportunità di lavoro nei diversi catene del valore, in un lavoro che deve essere portato avanti con il Consiglio Generale dell’Educazione (CGE). Su questo punto Frigerio ha delineato la “cruda realtà” della provincia e le diverse linee di azione per rafforzare l’alfabetizzazione.

Si è invece generato uno scambio sui necessari collegamenti con le università e le filiere produttive. A questo proposito Filipuzzi e Rizzo hanno evidenziato le opportunità di formazione e di lavoro congiunto tra le istituzioni. Hanno inoltre commentato i cambiamenti vissuti in ambito accademico dopo la pandemia. “Le università possono fornire un’importante sinergia”, ha sintetizzato il rettore della casa di studio Villa Libertador San Martín, che ha citato come esempio anche l’organizzazione del Congresso AFIDE 2024 su innovazione e imprenditorialità a settembre.

A sua volta, il governatore ha messo in guardia sulla delicata situazione dei conti pubblici, con un terzo di risorse in meno in termini reali rispetto allo scorso anno e con maggiori esigenze da affrontare di fronte all’aggiustamento nazionale. Frigerio ha fornito una panoramica dello stato della pubblica amministrazione e ha messo in guardia sulle difficoltà a breve termine nell’affrontare l’agenda di sviluppo richiesta dal settore privato. In ogni caso si è impegnato a realizzare nuovi incontri per dare continuità alle proposte condivise da “Entre Ríos 2050”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Sempre più aziende accettano il bonus Caputo per cancellare i ritardi di pagamento e si apre una crepa nel settore
NEXT Lo studio rivela che la maggior parte dei campi si è formata dopo il primo governo di Piñera