Non aveva il casco e dicono che avesse bevuto alcolici: motociclista muore in incidente a Bucaramanga

Sergio Andrés Cáceres Silva è stata la persona morta in un tragico incidente stradale sulla strada che porta al cimitero di Las Colinas. A quanto pare, sotto l’effetto dell’alcol, ha perso il controllo della sua moto.

Foto: fornita / VANGUARDIA.

La morte per incidente stradale è stata registrata nelle prime ore di questa domenica, 21 aprile, sulla strada che porta al cimitero di Las Colinas, nel settore Lagos del Cacique a Bucaramanga.

Sergio Andrés Cáceres Silva, 25 anni, viaggiava su una motocicletta targata ZNL-29E. Secondo il rapporto delle autorità, l’uomo avrebbe agito senza casco protettivo e, a quanto pare, in stato di ebbrezza.

Mentre viaggiava nei pressi dello stabilimento ‘Clásicos Forever’, in una curva ha perso il controllo della sua moto e si è scontrato con un palo dell’illuminazione pubblica.

Il suo corpo era vicino all’oggetto fisso, mentre la motocicletta si trovava a diversi metri dal luogo dell’impatto. Sul luogo dell’incidente stradale sono arrivati ​​i paramedici dell’ambulanza del sistema di emergenza e hanno confermato che non presentava più segni vitali.

Anche i familiari hanno avuto momenti di sofferenza quando si sono recati sul luogo dell’incidente e hanno confermato che si trattava di Sergio Andrés. Era sposato e la sua compagna era incinta.

L’Unità di Indagine della Direzione del Traffico di Bucaramanga è stata incaricata di raccogliere le prove e di trasferire la salma all’Istituto di Medicina Legale di Bucaramanga.

Leggi anche: Uno studente universitario dell’UTS è morto quando la sua moto si è schiantata contro un separatore a Bucaramanga

Invito alla prevenzione

Il direttore del traffico di Bucaramanga, Carlos Bueno, è arrivato sul luogo dell’incidente nelle prime ore del mattino e ha confermato che il motociclista non aveva con sé gli elementi di sicurezza per la sua circolazione.

“Purtroppo, a quanto pare, aveva bevuto e ha preso la sua moto senza misure di protezione, cioè senza casco, ha perso il controllo della moto e ha perso la vita”, ha detto il funzionario.

Carlos Bueno ha anche espresso la sua preoccupazione per i due decessi di motociclisti avvenuti nel fine settimana.

Nelle prime ore di questo sabato, 20 aprile, Luis Miguel Sánchez Doria, 27 anni, è morto in direzione del Café Madrid verso Girón, di fronte al Parco Industriale Uno, nel settore Chimitá, a nord di Bucaramanga. Era alla guida di una motocicletta targata ELD-65F.

Foto: fornita / VANGUARDIA.

“È piuttosto sorprendente che questo fine settimana si siano verificati due decessi di motociclisti rimasti soli nelle prime ore del mattino, una situazione ricorrente nei fine settimana. L’invito è a non guidare se abbiamo bevuto bevande inebrianti, il casco avrebbe potuto salvargli la vita. Abbiamo già più di 20 vittime”, ha detto Bueno.

Il direttore del Transito di Bucaramanga ha assicurato che le operazioni nella città si svolgeranno dalle 23 alle 4 del mattino, orario in cui si registrano le morti per incidenti durante i fine settimana.

Potrebbe interessarti: Si sono sfidati con un coltello a Villabel, hanno litigato, uno è morto e l’altro è in prigione

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV “La regione non è molto bella…”: l’ironia di Carolina Tohá che ha confuso molti e scatenato una pioggia di reazioni
NEXT “Sono preparato e ne ho il diritto”