Stile BIP? Il pagamento del biglietto dell’autobus elettrico nell’agglomerato avviene tramite carta

Il progetto dei 42 autobus elettrici, sul quale, nel mese di gennaio, lo stesso presidente Gabriel Boric durante la sua visita nella regione ha annunciato l’aggiudicazione della gara di servizio alla società Liserco, continua a fare passi da gigante per diventare presto una realtà la realtà.

Proprio Alejandra Maureira, direttrice dei Trasporti Seremi, ha affermato che “stiamo avanzando nella prima gara per i servizi elettrici della regione, essendo la seconda nel paese, dopo Santiago, che disporrà di questo tipo di autobus di alto livello”.

Riguardo allo stato di avanzamento, ha spiegato che “secondo il piano di lavoro stabilito insieme alla società appaltatrice, il mese prossimo inizieranno i primi lavori sul terminal che sarà situato nel settore El Sauce, a Coquimbo”.

“D’altronde – aggiunge – l’arrivo degli autobus elettrici è previsto per la seconda metà di luglio. Durante questo periodo, il primo di loro sbarcherà nel porto di Coquimbo”, ha aggiunto.

DETTAGLI FINITURE AZIENDA

Intanto, in una conversazione con Diario El Día, Justo Álvarez, presidente del Liserco, ha spiegato che il personale dell’ENEL, incaricato della costruzione del terminal, oltre ai funzionari del ministero, hanno visitato gli impianti, trovando tutto buono e dando l’approvazione. buono per iniziare.

“Siamo stati informati che il ministero si è incontrato con il/i direttore/i dei lavori del comune di Coquimbo, hanno trovato tutto a posto, quindi l’ENEL mi ha informato che la prossima settimana arriveranno nei nostri uffici per iniziare la costruzione del centro cargo “, ha spiegato il leader sindacale.

Queste strutture saranno situate nel settore El Sauce dove attualmente opera il terminal Liserco, ma in uno spazio separato. “È stato fatto molto lavoro e sarà in lottizzazione considerando che abbiamo 3 ettari ed è stato approvato dalla Direzione Lavori. Gli autobus elettrici saranno indipendenti dall’altro terminal”, ha detto Álvarez.

Riguardo a quanto ancora pendente, il presidente del Liserco ha spiegato che “abbiamo rispettato tutto quello che ci è stato chiesto, dove l’ultima cosa che manca è l’installazione delle opere e degli autobus. Abbiamo preso tutti gli accordi con la società Andes Motors e la buona notizia è che (gli autobus) arriveranno alla fine di luglio o al massimo la prima settimana di agosto, e questo perché abbiamo preso accordi per loro di arrivare al porto di Coquimbo e non a San Antonio”.

Alla domanda su quando potranno iniziare a circolare gli autobus elettrici per le strade, Álvarez ha assicurato che “come ho proposto ai funzionari del ministero, il mio sogno è inaugurare tutto questo nel mese di settembre e, si spera, proprio nel momento in cui comincerà a circolare”. .” La Pampilla affinché le persone possano venire da Las Compañías con questo nuovo servizio e penso che ce la faremo”, ha assicurato.

Per quanto riguarda il metodo di pagamento, la settimana scorsa è stato concluso un accordo con la società spagnola Bus Matick, per installare un sistema di pagamento con carta.

“Dal primo giorno si potrà pagare solo con la carta BIP e hanno stretto un accordo con il Banco Estado affinché queste carte possano essere acquistate e ricaricate a Cajas Vecinas”, ha spiegato il dirigente.

“Non potete immaginare quanto sia costato”, ha riconosciuto Álvarez, ma ha assicurato che con questo si vuole dimostrare “a tutti quei miscredenti che dicevano che non ne saremmo stati capaci. Sì, saremo in grado di farlo.

“Vogliamo cominciare con la carta e tra le conversazioni che abbiamo avuto sarà possibile pagare con il cellulare, ma non sappiamo se sarà subito o in un secondo momento, e in questo abbiamo voluto giocare è sicuro con un’azienda che ha esperienza. E non ne abbiamo incontrata solo una, ma tre e abbiamo deciso che sarebbe stata questa azienda spagnola”, ha aggiunto.

SCOMmetti SULL’ELETTROMOBILITÀ

Parallelamente al progetto appaltato, Álvarez ha annunciato che stanno lavorando insieme alle linee Lisanco e Lincosur per incorporare gli autobus elettrici nei servizi già operativi o per poter espandere alcune tratte in settori dove finora non arrivano, sotto il sistema della mobilità elettrica.
Infine, il leader sindacale ha invitato i futuri utenti degli autobus elettrici a valorizzare il servizio e a prendersi cura di loro.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV È morto “Il Signore degli Yupi”, famoso venditore ambulante di Riohacha
NEXT Gli acquerelli riempiono di colore Santa Marta