Tre campioni con la fotografia come protagonista

Tre campioni con la fotografia come protagonista
Tre campioni con la fotografia come protagonista

Il Museo della Fotografia Palacio Dionisi (av. Hipólito Yrigoyen 622) inaugurerà domani, martedì, alle 19, le nuove mostre. I campioni che verranno presentati saranno della fotoreporter Letizia Battaglia e del fotografo Azul Cooper; Inoltre, sarà esposto il terzo blocco del bando Starting Point, organizzato insieme all’Agenzia Córdoba Joven. L’ingresso è gratuito e aperto.

Innanzitutto, nelle sale 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10 e 11 sarà allestita la mostra “Cronaca, vita, amore” di Letizia Battaglia. Si tratta di una mostra dell’Istituto Italiano di Cultura di Córdoba. Espone fotografie sui cosiddetti “anni di piombo”, quelli della mafia siciliana a Palermo, città natale di Letizia. Tra il 1974 e il 1991 dirige l’équipe di fotografi L’Ora e fonda l’Agenzia Informazione Fotografica. In quel ventennio Letizia Battaglia fu una delle principali reporter delle guerre di mafia: ritrasse alcuni degli episodi più significativi della storia repubblicana, come gli omicidi di magistrati, presidenti e l’arresto di boss mafiosi. Inoltre, sviluppa una sensibilità di cronaca nei confronti delle donne, delle ragazze e dei ragazzi siciliani che vivono in condizioni di miseria e povertà.

In seconda istanza, il fotografo Azul Cooper presenta la proposta “Materia errante: poetica tecnologica e tessile in dialogo con l’iperconnettività”, nelle sale 12, 13 e 14. La serie è una produzione artistico-visiva sulle condizioni del tempo presente legate al rapporto con la connettività che riprende e ricrea, come linguaggio poetico e simbolico, immagini fotografiche circostanti nella sfera virtuale capaci di evidenziare guasti legati alla connessione Internet. La mostra è vincitrice del bando aperto per l’esposizione dei progetti fotografici 2024/2025 dello spazio. La carriera di Azul Cooper comprende numerose mostre sia in Messico che in Argentina, nelle città di Córdoba, Buenos Aires, Salta, Tucumán, Rosario, tra le altre.

Saranno infine esposti i progetti selezionati nel terzo blocco del bando Starting Point: “Broken Silences” di Marianela Mattos, “Endoexistir” di. Beatriz Ojeda, “Vetas y Gamas” di Ornella Taricco e “Plenitud” di Matías Wonko, divisi nelle sale 1, 2 e 3.

Le opere del nuovo polo espositivo potranno essere visitate fino a domenica 28 luglio.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Quanti rifiuti vengono raccolti alla Fiera di Cordoba?
NEXT Il giudice del processo Trump minaccia di cacciare il testimone dal tribunale per comportamento