Cienfuegos e i suoi 205 anni

Tempo di lettura approssimativo: 1 minuto e 18 secondi

Sembra che sia stata l’armonia a ispirare la costruzione di questa città di Cienfuegos, da quando un avventuroso geometra tracciò le strade sotto un’antica majagua 205 anni fa, il 22 aprile 1819.

I lunghissimi nastri di facciate neoclassiche nella loro omogeneità distinguono l’antica Fernandina de Jagua dal resto delle nostre città, e le conferiscono un valore architettonico unico, a volte sottovalutato a causa della sua relativa modernità.

Case con facciate strette e profondità nascosta di stanze e cortili formano un complesso urbano stilisticamente prova di eclettismo. Modanature pseudo-antiche, colonne e barre geometriche, ondulate, sinuose, vagamente vegetali o con accennate lire, sembrano sopravvivere all’influenza industriale della città capoluogo di provincia.

Il suo Centro Storico, situato nella penisola di Majagua, è costituito dal mare che lo circonda da nord, sud e praticamente a ovest, il che denota una simbiosi permanente dell’immagine urbana con l’acqua, creando così un paesaggio che identifica la città .

Foto: Modesto Guitiérrez (ACN)

Per la sua pianta rettilinea e geometrica, l’uniformità costruttiva e stilistica, l’abbagliante tipologia architettonica, della fine del XIX e l’inizio del XX secolo, è considerato un caso eccezionale di pianificazione urbana cubana del secolo scorso.

Ed è che 205 anni si distinguono per le loro qualità costruttive che si intrecciano armoniosamente: il passato, con lo schema neoclassico e il presente, con il codice eclettico.

Di alto valore monumentale hanno edifici specifici come la Chiesa della Santa Cattedrale, la Scuola di San Lorenzo, il Palazzo Ferrer, il Casinò Spagnolo, il Teatro Tomás Terry, il Palazzo del Governo (vecchio Municipio), i palazzi Blanco e Goitizolo, la Casa dei Leoni ed altri, con le loro facciate che trasmettono ordine ed equilibrio, che una volta integrate lo qualificano, denotando maestosità e bellezza.

Foto: Modesto Guitiérrez (ACN)

Pertanto, dal 15 luglio 2005, è stato inserito nel prezioso elenco dei luoghi dichiarati Patrimonio Culturale dell’Umanità, riconoscimento di portata universale che premia lo splendore, la conservazione e l’unicità architettonica di quell’area, che si estende su 70 isolati, tra cui quelli che fungevano da il punto di partenza per la fondazione di questa città da parte di coloni francesi, l’unica città cubana fondata da rappresentanti della nazione francese.

Di Mercedes Caro Nodarse / Master in Scienze della comunicazione sociale.

Visite: 0

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Due uomini andranno a processo per aver rubato cavi di rame ad una cooperativa di Chubut – ADNSUR
NEXT Chi giocherà la partita IPL di oggi tra Bangalore e Chennai allo stadio M Chinnaswamy