Gustavo Petro ha affermato che vogliono “uccidere il presidente” e che l’opposizione cerca un colpo di stato

Dopo le massicce manifestazioni di domenica scorsa, 21 aprile, contro il governo Petro, il presidente colombiano ha parlato attraverso il suo account X affermando che i suoi oppositori cercano un colpo di stato e che, inoltre, vogliono “uccidere il presidente. “.

“Non possono pensare alla democrazia, li muove solo l’odio. Per loro il voto non esisteva, pensano solo al colpo di stato perché non sopportano che trionfino i poveri e i giovani.” Ha affermato Petro.

Questa è stata la pubblicazione energica del presidente Petro. | Foto: X

Con questa premessa, ha indetto nuove marce. “Il contrasto a questo odio è che più persone nelle strade decidano. “La Colombia non apparterrà più agli assassini e ai trafficanti di droga, non insanguineranno il suo popolo e i suoi giovani”.

Il presidente colombiano ha sottolineato che si vuole rovesciare il governo e che la democrazia sarebbe a rischio. | Foto: Guillermo Torres / Settimana

Va ricordato che Petro ha voluto attenuare i massicci cortei contro di lui avvenuti domenica scorsa, poiché il bilancio dei partecipanti che ha fornito attraverso la sua rete sociale non corrisponde ai dati forniti dalle autorità locali.

“Le manifestazioni contro il governo hanno visto la partecipazione di più o meno 250.000 persone in tutto il paese, forti nell’ordine a Medellín, Bogotá e Bucaramanga. Nelle altre città, raggiungendo 18 siti, erano deboli,” Ha detto Petro.

Anche se migliaia di cittadini sono scesi nelle strade di diverse città, il presidente Petro ha detto che le marce
Anche se migliaia di cittadini sono scesi in piazza in diverse città, il presidente Petro ha affermato che le marce “erano deboli”. | Foto: Presidenza della Repubblica / SETTIMANA

“L’obiettivo principale delle marce è gridare “Fuori Petro” e rovesciare il governo del cambiamento. EQuesto processo è già iniziato ed è un colpo leggero che annulla la decisione popolare di cambiamento nel 2022. Alcuni settori dei mobilitati vogliono un patto che annulli le riforme a favore del popolo mantenere la cattura di enormi quantità di denaro pubblico utilizzate come profitti privati”, ha scritto.

Vale la pena ricordare che la società civile, il sindacato dei camionisti, il settore sanitario e i leader dell’opposizione hanno manifestato il loro disaccordo con le riforme e l’Assemblea Costituente proposte dal Presidente durante le marce del 21 aprile.

Il presidente Gustavo Petro marcia davanti alla Corte Suprema di Giustizia
Petro ha voluto smorzare i toni delle massicce marce contro di lui che hanno avuto luogo domenica scorsa, 21 aprile. IMMAGINE DI RIFERIMENTO. | Foto: Rivista settimanale

“Oggi alcuni si sono espressi liberamente, le forze popolari devono rispondere, questo 1° maggio. Non si tratta di dividere il Paese, è già diviso. Si tratta di far risuonare anche la voce popolare. Di fronte a queste voci diverse, il governo cercherà vie di comprensione. Se la destra vuole imbrogliare le elezioni e mancare di rispetto al voto popolare, non ci sarà comprensione. Il patto nazionale è per il futuro e non per il passato”, ha affermato.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV la moda di tutti i tempi per la festa della mamma, secondo i fioristi di Manizales
NEXT Avvisi per vento zonda a Cuyo e nella NOA e per temporali a Entre Ríos