Córdoba ha lanciato un piano per facilitare l’accesso al sussidio per l’elettricità a più famiglie – La Voz de San Justo

Córdoba ha lanciato un piano per facilitare l’accesso al sussidio per l’elettricità a più famiglie – La Voz de San Justo
Córdoba ha lanciato un piano per facilitare l’accesso al sussidio per l’elettricità a più famiglie – La Voz de San Justo

Il Governo della Provincia di Córdoba ha lanciato il Piano di Ricategorizzazione degli Utenti Residenziali di Energia Elettrica. L’obiettivo principale dell’iniziativa ufficiale è facilitare l’accesso di più famiglie al regime di agevolazione tariffaria per l’elettricità, a seconda del livello di reddito familiare.

Nel 2022, il governo nazionale ha implementato il regime di segmentazione dei sussidi per classificare gli utenti residenziali di energia in base al reddito e al patrimonio del gruppo familiare in 3 categorie (N1, N2, N3).

Da un’indagine della Provincia è emerso che attualmente il 40 per cento degli utenti è iscritto nella categoria N1, cioè la più alta, che non ha sussidi e paga la tariffa intera. Questo segmento corrisponde alle famiglie con un reddito mensile totale equivalente o superiore a 3,5 panieri di base ($ 2.706.847,85), che hanno 3 o più veicoli di meno di 5 anni e tre o più proprietà.

Per le autorità provinciali ciò è dovuto a due ragioni. Da un lato il Segretariato nazionale per l’energia ha assegnato questa categoria agli utenti che all’epoca non si erano registrati. Un’altra ragione può essere trovata nel mancato aggiornamento dei dati relativi al reddito da parte degli utenti.

Il piano lanciato dal Governo Provinciale mira a fornire sostegno e consulenza affinché gli utenti di Córdoba possano rivedere la loro situazione e realizzare il processo di ricategorizzazione in base al loro attuale livello di reddito.

“È molto importante, perché gli utenti N1 pagano fino a tre volte di più di quelli classificati come N3”, ha esemplificato il ministro delle Infrastrutture e dei Servizi Pubblici, Fabián López.

“Invitiamo tutti a rivedere la categoria in cui sono iscritti e, se necessario, modificarla. E invitiamo coloro che non si sono registrati a completare il processo”, ha spiegato López.

Nei prossimi giorni gli utenti che hanno lo status N1 riceveranno un WhatsApp o una mail con informazioni utili e consigli per iniziare la consulenza.

L’iniziativa raggiunge sia gli utenti Epec che le famiglie che ricevono la fornitura attraverso le 204 cooperative che erogano il servizio su tutto il territorio provinciale.

Il ministro delle Cooperative e delle mutue, Martín Gil, ha sottolineato “il lavoro comune promosso dal governatore per ottenere giustizia ed equità distributiva nella tariffa elettrica. Per questo motivo è importante promuovere e assistere gli abitanti di Cordoba nel processo di categorizzazione e ricategorizzazione degli utenti residenziali”.

Da parte sua, il presidente dell’Epec, Claudio Puértolas, ha precisato che “l’assistenza agli utenti sarà indirizzata, con consulenza e sostegno in tutti i settori, in ogni città e paese dell’interno della provincia”.

A ciò ha aggiunto che “lavoreremo insieme ai Comuni per sostenere questa iniziativa. Nella città di Córdoba avremo squadre che forniranno supporto e consulenza nel CPC, nei centri di quartiere e nei centri di servizi commerciali”.

Come eseguire la procedura

Per avviare questo processo, i cittadini devono accedere a www.argentina.gob.ar/subsidios e selezionare la casella verde che indica “Completa il modulo di registrazione”. In tre semplici passaggi potranno caricare le informazioni richieste, dopo aver predisposto documenti quali bolletta elettrica, DNI, numero CUIL di ciascun componente del nucleo familiare maggiore di 18 anni, importo del reddito vivo di ciascuno membro di età superiore ai 18 anni e un indirizzo email.

Il primo passo è accettare che le informazioni fornite abbiano natura di dichiarazione giurata e completare tutte le informazioni richieste. Successivamente si procede al secondo passaggio, dove vengono inserite le informazioni relative al servizio di energia elettrica, compreso il caricamento degli screenshot del numero di contratto e del contatore presenti in bolletta. Infine, nella terza fase, vengono inseriti correttamente i dati del nucleo familiare e viene presentata la domanda. Al termine di questo processo, verrà assegnato un numero di gestione e sarà possibile scaricare una prova del modulo in PDF.

È fondamentale sottolineare che, se i cittadini hanno già effettuato questa procedura in precedenza e hanno riscontrato modifiche nei propri dati, è fondamentale che entrino “Modifica o cancella la richiesta” per correggere le informazioni.

Inoltre, sono state implementate azioni per facilitare la ricategorizzazione delle utenze elettriche residenziali.

Centri di cura in presenza

Nei prossimi giorni saranno disponibili stazioni di servizio nei Centri Servizi Commerciali Epec e nei comuni, nonché in gruppi di quartieri raggruppati per vicinanza nella Capitale di Córdoba. La comunicazione verrà effettuata tramite SMS/Whatsapp e media locali.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Lo studio rivela che la maggior parte dei campi si è formata dopo il primo governo di Piñera