Quali sono i serbatoi in Colombia con il volume utile più basso per la produzione di energia?

Quali sono i serbatoi in Colombia con il volume utile più basso per la produzione di energia?
Quali sono i serbatoi in Colombia con il volume utile più basso per la produzione di energia?

Al 22 aprile 2024, la media dei giacimenti in Colombia era del 30,02% – credit Carlos Ortega/EFE

La siccità generata dal fenomeno El Niño non dà tregua in Colombia. Nonostante in alcune regioni abbia cominciato a piovere, il livello dei bacini che forniscono acqua alle centrali idroelettriche è ancora basso e, quindi, il governo nazionale ha dovuto inasprire le misure per evitare un possibile razionamento energetico.

Tra queste misure, la Commissione Regolazione Energia e Gas (Creg) ha emanato la delibera 101042 del 2024 che stabilisce sanzioni e incentivi per i consumi energetici. Lo indica L’obiettivo di consumo individuale per ciascun utente sarà determinato in base al consumo medio giornaliero di energia attiva, espresso in kilowattora al giorno. Questo verrà calcolato con le informazioni dell’ultimo ciclo di lettura completo terminato prima del 15 marzo 2024.

Ora puoi seguirci sul nostro Canale WhatsApp e dentro Facebook.

Mentre ciò avviene, si realizza e si ottengono risultati, il Ministero delle Miniere e dell’Energia ha comunicato lo stato utile di detti serbatoi. A livello nazionale, dal 22 aprilela media è del 30,02% e rimane uno dei più bassi degli ultimi anni.

Inoltre, l’entità ha annunciato, per regione, che il loro volume utile è il seguente:

  • Centro: 41,59%.
  • Caraibi: 37,46%.
  • Caldas: 37,03%.
  • Antioquia: 28,33%.
  • Est: 10,75%.

Nel rapporto sono state pubblicate anche le medie di tutti i bacini idrici del paese. Quelli con la media più alta sono i seguenti:

  • Muña (Cundinamarca): 96,59%.
  • Betania (Huila): 75,02%.
  • Embrasures (Antioquia): 63,48%.

Il livello medio generale dei bacini di produzione in Colombia continua a livelli che non si vedevano 20 anni fa – credit Ministero delle Miniere e dell’Energia

Dal canto loro, i giacimenti con la media più bassa sono i seguenti:

  • Miraflores (Antioquia): 3,03%.
  • Guavio (Cundinamarca): 7,08%.
  • Esmalda (Cundinamarca): 12,30%.

Allo stesso modo ce ne sono altri con una media ben superiore a quanto registrato a livello nazionale. Sono queste:

  • Punchina (Antioquia): 57,92%.
  • Porce 2 (Antioquia): 57,08%.
  • Spiagge (Antioquia): 47,87%.

Allo stesso modo, altri con una media inferiore al record nazionale sono i seguenti:

  • Ituango (Antioquia): 15,34%.
  • Río Grande 2 (Antioquia): 18,18%.
  • El Quimbo (Huila): 18,47%.

Il bacino idrico di Miraflores (Antioquia) è quello con il volume utile medio più basso in Colombia – credit @DanielauribU/X

Ciò premesso, lo ha avvertito la Presidenza della Repubblica Anche se le piogge sono arrivate, i bacini devono ricostituirsi e questo richiederà tempo. “È nostro dovere mantenere l’impegno per il risparmio di acqua ed elettricità affinché i bacini continuino a recuperare i loro livelli e possiamo superare insieme questa crisi”, ha affermato.

Il basso livello dei giacimenti, il direttore esecutivo dell’Associazione colombiana delle imprese di generazione (Andeg), Alejandro Castañeda, ha assicurato che ora si potrebbero creare ulteriori pressioni sulla capacità del paese di garantire una produzione stabile di energia. Ciò, vista la necessità di una manutenzione graduale sui generatori termici a partire da maggio.

Castañeda ha spiegato Radio Lumaca l’importanza di queste manutenzioni: “Come le turbine degli aerei, anche le turbine termiche hanno un momento in cui devono fermarsi in modo che il produttore possa verificare lo stato dell’impianto”dimostrando così la necessità vitale di questi processi per il buon funzionamento degli impianti a lungo termine.

Il leader sindacale ha sottolineato che, da settembre 2023, gli impianti termici funzionano alla massima capacità e stanno per entrare in un nuovo ciclo di manutenzione necessaria che inizierà tra 10 giorni.

Alejandro Castañeda, CEO di Andeg – credito Andeg

Ha sottolineato che la manutenzione programmata è importante per il Paese e per l’impatto che potrebbe avere sull’approvvigionamento energetico del Paese. Inoltre, questi lavori sono fondamentali per la sostenibilità del settore e garantiscono che la Colombia possa continuare ad avere una fonte energetica affidabile e sicura nel medio e lungo termine.

L’ingegnere industriale Sergio Cabrales, professore all’Università delle Ande, ha fatto riferimento al caso e ha lamentato che “il governo non li vuole, ma gli impianti termici hanno evitato il razionamento energetico nel paese”.

Tuttavia, ha aggiunto, gli effetti del fenomeno El Niño hanno reso evidente l’importanza di queste centrali che funzionano a carbone, gas naturale e combustibili liquidi per evitare che il Paese debba affrontare il razionamento dell’energia elettrica.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Ci sono già più di 400 sfollati e preoccupazione in altre località di Entre Ríos
NEXT Centinaia di persone evacuate a causa delle inondazioni a Entre Ríos