I sindacati dell’Atlantico non sono d’accordo con la risoluzione CREG

I sindacati dell’Atlantico non sono d’accordo con la risoluzione CREG
I sindacati dell’Atlantico non sono d’accordo con la risoluzione CREG

La risoluzione emessi dal Regolamento e dalla Commissione Gas (CREG), attraverso il quale, prevede sanzioni per gli utenti che superano i consumi energetici e incentivi per chi risparmia, ha generato posizioni a favore e contro nell’Atlantico.

Secondo Efraín Cepeda, presidente del Comitato Intergilda nel dipartimento, l’unica cosa che la misura otterrà è generare bollette più care e alimentando la tensione sociale.

“Gli utenti Non possiamo assumerci i costi della mancanza di lungimiranza del governo nazionale il quale, inoltre, Non ha fatto quello che doveva fare in quel momento. per far fronte ai diversi avvertimenti che sono stati lanciati sulla possibilità di un blackout che, oggi, stiamo per sperimentare, e, per di più, in uno scenario di domanda crescente e di un’offerta che non cresce allo stesso ritmo.”

Da parte sua e in tono energico, Carlo Meiselsenatore della Repubblica, si è rivolto all’ente emanante i regolamenti, il che, per lui, Non ha alcuna relazione con la realtà del paese.

Potresti essere interessato a: Questa è la denuncia penale che 21 senatori hanno presentato contro Francisco Santos

“Voglio chiedere cosa sta succedendo ai Caraibi, signori Creg, signori del governo. Ecco il problema di aver ritardato di un anno, nominando il Creg perché ora escono con soluzioni del tutto senza tempo che non hanno nulla a che fare con la realtà che stiamo vivendo”.

A sua volta, Rosmery Quintero, direttore esecutivo di ho raccolto nell’Atlantico, ha affermato che l’unione non è d’accordo su un aumento causerebbe danni alle MPMI.

“Oggi posso avere un processo produttivo con minore domanda, con un minor numero di attrezzature, ma se pensiamo ad un ampliamento, se aumenta per un picco di produzione; Anche lì i consumi aumentano e questo mi genererebbe una punizione e praticamente, non avremmo la capacità di sopportare danni maggiori sulla struttura dei costi che oggi stiamo attraversando una grande crisi dovuta alla questione energetica che tutti conosciamo”.

Per alcune organizzazioni la misura avrebbe dovuto essere presa in considerazione a metà dello scorso anno.

Cosa stabilisce il provvedimento?

Secondo la delibera il strati da uno a tre che hanno kilowatt aggiuntiviavrà un incremento di 30% nel suo costo; per il strati quattro e cinquel’aumento sarà cinquanta%; mentre per lui il settore commerciale e industriale sarà al 100%.

Assicurati di vedere: Il governo Petro sosterrà i migranti nel Darién: “sono esseri umani ed è così che dovrebbero essere trattati”

Per quanto riguarda la risparmioquegli utenti che riescono a ridurre i propri consumi durante il periodo del programma Riceverai un pagamento al completamentoin base all’importo totale riscosso per consumi superiori alla media e per il numero ridotto di kilowatt.

IL obiettivo di consumo individuale per ciascun utente regolamentato durante la validità del programma sarà determinato in base ai relativi consumi energia media giornaliera attivo, espresso in kilowattora al giorno, calcolato con le informazioni dell’ultimo ciclo di lettura completo terminato prima del 15 marzo 2024.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV I lavori procedono per Infinito Open Mall a Córdoba e chiedono ai marchi di aprire i loro negozi
NEXT Quando giocherà il Boca contro il Boca? Córdoba centrale per la Lega Professionistica