Jaime Pizarro, Ministro dello Sport di Boric: “In Cile lo sport continua ad essere il nostro punto d’incontro”

Jaime Pizarro, Ministro dello Sport di Boric: “In Cile lo sport continua ad essere il nostro punto d’incontro”
Jaime Pizarro, Ministro dello Sport di Boric: “In Cile lo sport continua ad essere il nostro punto d’incontro”

Il ministro dello Sport cileno, Jaime Pizarro (Santiago, 60 anni), ha ricevuto mercoledì la notizia che il Cile ospiterà le Olimpiadi Speciali del 2027, un evento che riunisce atleti con disabilità intellettive provenienti da tutto il mondo. Si tratta di un’impresa che il Paese sudamericano ha iniziato due anni fa e nella quale ha gareggiato con città come Perth, in Australia, e Salt Lake City, negli Stati Uniti. Il Cile diventerà così il primo Paese dell’emisfero sud ad ospitare questi Giochi Olimpici, che riuniranno circa 6.000 atleti e 2.000 allenatori, un numero simile a quello che ha partecipato ai Giochi Panamericani e Parapanamericani di ottobre e novembre 2023. È stato un evento che ha battuto il record, con circa 1.300.000 spettatori ai diversi eventi.

“Il Cile svolge attività in diversi ambiti per promuovere l’inclusione”, spiega Pizarro. Il ministro ha ricevuto la notizia questo mercoledì pomeriggio nella sede dell’Organizzazione degli Stati americani (OSA) a Washington e la prima persona a cui ha comunicato la decisione è stato il presidente Gabriel Boric. “Il presidente, ovviamente, è stata la prima persona a cui abbiamo comunicato questa conferma, per tutto il suo coinvolgimento in questioni sportive. È stato lui a firmare la lettera affinché il Cile si unisse a questo processo di candidatura”, afferma il Segretario di Stato.

Pizarro è considerato un idolo dello sport. Ha avuto una brillante carriera da calciatore, è stato capitano del Colo Colo, una delle squadre più popolari del suo Paese. È stato anche direttore tecnico, dirigente sportivo e nel primo governo di Michelle Bachelet (2006-2010) è stato sottosegretario allo Sport. È arrivato al governo Boric nel marzo 2023, da dove ha ripreso i preparativi per i Giochi Panamericani. La sua carriera e il fatto di essere stato dietro uno degli eventi sportivi più importanti del Cile nella sua storia, lo mantengono una figura incombustibile. Dal suo arrivo nel Gabinetto, ha occupato il primo posto tra i più quotati. Né le violenze negli stadi né altre importanti controversie – un presunto trattamento discriminatorio nei confronti degli atleti cileni durante le partite o le responsabilità – sono ancora riuscite a offuscare l’immagine del Kaiser, come Pizarro è conosciuto fin dai tempi del gioco.

Chiedere: Quali sono le caratteristiche di queste Special Olympics?

Risposta. Lo sport continua ad essere il nostro punto di incontro. Ciò è profondamente motivante e incoraggiante quando, inoltre, lo combiniamo con questi fenomeni di inclusione rilevanti quanto l’organizzazione dei giochi mondiali delle Special Olympics. Si tratta di un evento che celebrerebbe la sua diciassettesima edizione, che riunirà 6.000 atleti, più di 20 discipline e probabilmente 170 paesi partecipanti. Siamo infinitamente contenti dell’espressione sportiva, del fenomeno dell’inclusione, vivendolo direttamente, condividendolo. È profondamente motivante. E penso che ne abbiamo bisogno anche noi.

Q. Come ci si sente ad essere il ministro con il punteggio più alto?

R. Cerco sempre di fare l’analogia con lo sport, perché forse mi è più facile esprimerla. Ma questa è come una squadra di calcio: c’è qualcuno che fa gol, a volte, ma è la squadra che gioca.

Q. Tra i compiti che il presidente gli ha affidato una volta terminati i Giochi Panamericani c’era quello di proteggere gli impianti sportivi. E abbiamo visto qualche giorno fa come viene rubata l’erba sui campi di baseball e softball.

R. In origine, la società (Santiago 2023 incaricata dei giochi) era quella che si assumeva il processo di preparazione di quella sede per il baseball e il softball e, una volta terminati i giochi, la società lo trasferiva al Comitato Olimpico (CoCH). In quel periodo, poiché non esiste un livello regolare di utilizzo o competizione, le persone entravano e rubavano l’erba, era davvero brutale. C’erano delle guardie. Tuttavia, poiché si trattava di gruppi di persone, nessuno avrebbe esposto una guardia privata a una grave complicazione. Siamo profondamente dispiaciuti, rubare l’erba è sicuramente un atto criminale e vedremo come superare questa situazione.

Q. Qual è la procedura per presentare le spese di Santiago 2023 all’Ufficio del Controllore?

R. Il progresso che avevo previsto è continuato. Va ricordato che la società se n’è andata molti anni fa. I primi anni di rinunce sono già chiusi, oggi si chiude il 2022, poi il 2023 e poi ci sarà il bilancio del 2024, perché la società ha ancora un gruppo professionale che continua ad operare. Sono stati fatti molti progressi nell’integrazione di tutte le informazioni ottenute attraverso le piattaforme del Comptroller con le revisioni dell’Istituto Nazionale dello Sport (IND). La chiusura dell’azienda è prevista per settembre 2024, fermo restando che qualora vi sia qualche precedente da completare o sia incompiuto o in lavorazione e non sia dato a tale data, vi è la possibilità di prorogarne la chiusura per un anno. più anno per renderne conto di tutta la resa precedente.

Q. Esclude quindi che ci sia stata qualche irregolarità?

R. Non c’era niente di irregolare.

Q. Questa settimana sono stati assolti Ximena Restrepo (vicepresidente della Federazione internazionale di atletica leggera) e l’allenatore Marcelo Gajardo, accusati di atti discriminatori nelle gare di atletica dei Giochi Panamericani. Cosa ne pensi?

R. Ci si rammarica sempre che nel campo dello sport ci siano situazioni che possono influenzare il contesto sportivo. Tutto questo sviluppo è stato fatto attraverso il Tribunale Arbitrale dello Sport, che è l’organo supremo che decide in queste situazioni. E hanno già parlato di tutte le informazioni che avevano e delle testimonianze che avevano ascoltato. In questo il nostro compito è accompagnare questo processo in una prospettiva panoramica perché ci sono le federazioni sportive, ma mi risulta che il processo sia stato pienamente completato.

Q. Una delle atlete colpite, Berdine Castillo, ha annunciato che avrebbe potuto presentare un ricorso di protezione

R. Se un atleta ritiene che rimanga ancora qualche azione da intraprendere o che la sua posizione non sia stata interpretata, dovrà ovviamente seguire i canali appropriati. Spero che in futuro questo ci aiuti a essere più cauti e che questi casi non si ripetano. E ci sono alcune lezioni che dovremmo imparare, viste le relazioni che esistono, per il futuro.

Q. Che non ci siano rapporti tra dirigenti e atleti, per esempio?

R. Il fatto è che nel processo decisionale questa è sempre una questione delicata. Ma qui il tribunale arbitrale ha deciso, ha ricevuto i testimoni, li ha ascoltati, si è fatto rappresentare dagli avvocati corrispondenti, si è preso il tempo e questo è ciò che corrisponde.

Iscriviti qui alla newsletter di EL PAÍS Cile e ricevi tutte le informazioni chiave sull’attualità del Paese.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Federazione Internazionale Pallavolo: Cuba VS Germania
NEXT Il corpo del presunto assassino di una donna a Soacha è apparso in Medicina legale; questa sarebbe stata la causa della sua morte