Chiederanno la risoluzione con cui César Gaviria ha convocato la Convenzione Nazionale Liberale

Chiederanno la risoluzione con cui César Gaviria ha convocato la Convenzione Nazionale Liberale
Chiederanno la risoluzione con cui César Gaviria ha convocato la Convenzione Nazionale Liberale

Losada ha attaccato l’ex presidente César Gaviria, attuale direttore del suo partito – Europa Press/Contatti/El Tiempo

Il deputato alla Camera di Bogotá Juan Carlos Losada ha annunciato che farà causa contro la risoluzione con cui è stata convocata la IX Convenzione Nazionale del Partito Liberale, per presunte irregolarità.

“Quando finalmente, dopo due anni in cui si è preso gioco della Convenzione Nazionale Liberale, il presidente César Gaviria si trova sotto la pressione delle richieste del Consiglio Elettorale Nazionale, ma anche del Consiglio di Stato e emette una risoluzione in cui lo convoca, ma cosa viola palesemente i principi di partecipazione, trasparenza e garanzia al quale vuoi competere per la presidenza”, ha detto il deputato in un video che ha condiviso sul suo account X (ex Twitter).

Ora puoi seguirci sul nostro Canale WhatsApp e dentro Facebook.

Ed è proprio così, Losada Ha anche annunciato che si candiderà alla presidenza del Partito Liberale e ha assicurato che: “Il presidente César Gaviria ha trasformato il Partito Liberale, il più grande della storia della Colombia, il partito di Galán, di Gaitán, di Rafael Uribe Uribe, nella cucina del gavirismo. “Questo è assolutamente vergognoso.”

Per quanto sopra, è stato chiaro nel dire che esigerà tale risoluzione che, secondo Losada, è destinata alla rielezione di César Gaviria. Il deputato ha confermato che richiederà anche misure precauzionali: “Chiederò misure precauzionali perché il signor César Gaviria non può ignorare la nuova realtà politica, all’interno del partito, dettata dalle elezioni regionali dell’anno scorso.” E ha ribadito: “perché viola tutti i principi costituzionali e giuridici della partecipazione democratica”.

Il deputato Juan Carlos Losada ha assicurato che César Gaviria decide di tenere la Convenzione Liberale “manipolando la procedura per garantire la sua rielezione” – credit @JuanKarloslos/X

Lo ha annunciato César Gaviria che il 30 agosto 2024 si terrà un nuovo congresso del Partito Liberale. Questo appello, che ha come motto “costruire su ciò che è stato costruito”, è arrivato dopo che una causa intentata dall’avvocato Juliana Beltrán è arrivata al Consiglio di Stato, in cui sosteneva che il Partito Liberale rischiava di perdere il suo status giuridico per non aver tenuto il suo congresso entro il termine previsto dalla legge, cioè ogni due anni.

Ciò è stabilito anche nel capitolo III dello Statuto del Partito Liberale. Nel suo articolo 16 si afferma che: “La Convenzione Nazionale Liberale si riunirà regolarmente ogni due (2) anni e sarà identificata con il nome della città ospitante e l’anno del suo svolgimento.”. E nel suo articolo 18 precisa: “La democrazia interna è la base del potere popolare all’interno del Partito”.

Beltrán sostiene che il ritardo nell’organizzazione della convenzione fa parte del tentativo di Gaviria di “perpetuarsi al potere”, basando le sue affermazioni sull’articolo 108 della Costituzione Politica della Colombia, che segnala la possibilità che i partiti politici perdano il loro riconoscimento legale se non tengono riunioni periodiche.

L’avvocato Juliana Beltrán aveva chiesto che fosse revocata la personalità giuridica del Partito Liberale fino alla convocazione del prossimo congresso – credit Camila Díaz/Colprensa

Va ricordato che Juan Carlos Losada ha criticato la direzione di Gaviria, accusandolo di cercare di mantenere il controllo del Partito Liberale “nella più totale illegalità”. I commenti di Losada riflettono la preoccupazione interna al partito riguardo al rispetto delle normative e al processo democratico interno.

Ed è quello, L’ultima volta che il Partito Liberale si è riunito virtualmente è stato nel 2020, lasciando una lacuna significativa nei suoi doveri statutari e costituzionali.. Il 21 giugno 2022, infatti, il Consiglio Elettorale Nazionale (CNE) ha avviato un’indagine formale sulla questione, culminata in una sanzione imposta nel luglio 2023.

“Il Partito ha violato il secondo comma dell’articolo 108 della Costituzione Politica della Colombia e il numero 1 dell’articolo 10 della Legge 1475 del 2011, in occasione dell’omissione di tenere, almeno ogni due anni, convegni che consentano ai suoi membri di influenzare la formazione delle decisioni più importanti dell’organizzazione politica (…)”, si legge nella sentenza del tribunale elettorale. , con una presentazione del giudice Fabiola Márquez.

La sanzione del CNE al Partito Liberale consisteva in una multa di 25 milioni di dollari e un periodo di quattro mesi per convocare la convenzione; Tuttavia, dopo la sentenza, l’incontro non è stato organizzato – credit @julibmoya/X

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Notizie SENA
NEXT La sostituzione della Fonid avrebbe un costo fiscale maggiore rispetto a quello speso nel 2023