Il turismo del benessere è più di una moda passeggera, sta crescendo nel mondo e a El Bolsón offre la migliore combinazione

El Bolsón, in autunno, offre la cornice perfetta per il turismo del benessere.

Il turismo del benessere è in crescita nel mondo e la crescita della sua domanda non trova limiti. Sta emergendo come una tendenza più solida di quella dei segmenti fugaci della moda e in Patagonia trova il posto che aveva da anni. La ricerca di uno stato di salute globale non si misura solo nei viaggi, né nelle spese nelle strutture termali e nelle esperienze nei centri termali. Comprende anche investimenti in attività, prodotti e servizi per raggiungere la felicità mentale; tutto ciò che riguarda l’attività fisica, l’alimentazione sana, la medicina preventiva e El Bolsón ha tutto.

Sì ok A El Bolsón la natura regna tutto l’anno e l’autunno offre la cornice perfetta per il turismo del benessere. Serene passeggiate tra boschi e montagne, respirazione, yoga. Visite alla raccolta di luppolo, noci, miele, funghi, mele e alla produzione di chicha artigianale. Guarigione e cure. Costellazioni, medicina cinese, acqua e aria pure, spa. Ritiri, meditazione, introspezione. Silenzio. Olistico e integralità. Ocre, gialli rossi, colori accesi e tenui. Massaggi e agopuntura. Terapie del suono.

“È un’alternativa di viaggio molto differenziale, mira a un’esperienza spirituale, mentale e fisica speciale, senza la massa dell’estate e dell’inverno, che generano endorfine e tante cose buone”, riassume Sofía Seroff, sottosegretario al Turismo di El Bolsón.

La proposta mira per “recuperare il sesto senso per connettersi con la natura, riconnettersi, sentirsi parte di essa e ritornare alle origini più profonde”.

Il turismo del benessere o “wellness” in inglese, è in pieno sviluppo in tutto il mondo, con la ricerca di un benessere completo, sano ed equilibrato in tutti gli aspetti della vita. La crescente consapevolezza sull’importanza della salute, l’invecchiamento della popolazione mondiale, la crescente domanda di esperienze autentiche e personalizzate e la diffusione dei social network – dove gli utenti condividono con altri le proprie pratiche di benessere – sono il trampolino di lancio di un’attività che ha ancora un lunga strada per arrivare in cima.

El Bolsón offre un mix ideale di clima e ambiente, in mezzo a foreste e valli montane, ad un’altezza sul livello del mare di poco più di 300 metri, che genera un clima molto favorevole in questo periodo. con temperature piacevoli e un ambiente naturale abbagliante.


Luoghi a El Bolson


“La salute è il bene più grande. La gioia è il tesoro più grande. La fiducia è la più grande amica”, si legge in una citazione di Lao Tzu sul sito del Comune di El Bolsón. rubrica benessere (www.turismoelbolson.gob.ar/turismo-bienestar). Ti invita a disconnetterti dal trambusto della città, fast food impreparati, luoghi affollati e ritmi di vita frenetici.

Inoltre si vede un elenco completo delle attività e degli stabilimenti che si possono trovare in città e nei suoi dintorni. Mette in risalto la meditazione, i massaggi olistici e tailandesi, il Tai Chi Chuan, la riflessologia plantare, lo yoga, il Reiki, la terapia floreale, l’agopuntura, il massaggio indiano alla testa e il massaggio Tau Na, i bagni di gong, il massaggio a quattro mani e lo sciamanesimo, tra gli altri.

Il boutique hotel e la spa di montagna Las Nalcas, unito al complesso Entre Arboles, Si distingue per la sua infrastruttura completa, con piscine, idroterapie, bagni speciali, con l’ambiente di un bosco di cipressi unico.

L’eco lodge montano La Confluencia si trova nell’area protetta del Río Azul, con giare per bagni in acqua calda e fredda, ritiri spirituali, alimentazione consapevole, un grazioso e ampio giardino e attività agrituristiche.

Il villaggio dispone anche di due piscine, Los girasoles e Al agua todo, con numerose attività per tutti i gusti.


Attività olistiche a El Bolsón


Una delle più grandi singolarità di El Bolsón sta nella grande diversità dei suoi 11 centri olistici, luoghi di terapie complementari alla salute tradizionale. Il recinto è uno di questi. È la prima e unica scuola di medicina cinese fuori Buenos Aires, un centro di formazione e cura con molteplici attività.

Lumina è un altro e ha un bellissimo edificio realizzato con la permacultura, una destinazione a sé stante, dichiarata di “interesse turistico, culturale, sociale, educativo e architettonico”. La sola visita è rigenerante e offre anche sciamanesimo, aura, bagni di gong e altre tecniche per riequilibrare il sistema nervoso e purificare le emozioni.

Uno dei preferiti di residenti e visitatori è anche Hanahata, insegnata dal maestro internazionale di yoga Germán Garro, con le sue discipline speciali.


Cibo sano e benessere


Seroff indica anche che le strutture gastronomiche di El Bolsón puntano alla “nutrizione del benessere”, cucina sia vegetariana che vegana, anche con una varietà di carne di manzo, agnello e trota.

“Un viaggio nel tempo è andare alla griglia Il quincho, a Mallín Ahogado, un bellissimo edificio in pietra e legno, con deliziosi barbecue, curantos, menù vegetariani e per finire con il “café carrero”, a base di whisky e carbone, che è digestivo”, sottolinea.

Nello stesso settore rurale e montano si aggiungono Mistic Fog, bar con marchio nazionale registrato ma immerso nella foresta del fiume Azul con ottima birra artigianale, e Campo Base, ristorante regionale di cucina casalinga, riscaldato con stufe e stufe economiche. legna da ardere.

“Anche Jauja e i carretti di Plaza Pagano nel centro si concentrano sul cibo sostenibile e consapevole, e anche sulla cucina etnica”, aggiunge.


Monasteri, stupa e altri templi


El Bolsón e i suoi estesi dintorni rurali e montani ospitano circa 70 culti diversi, con spazi per la meditazione e la spiritualità cosmopolita, dalle chiese cattoliche e cristiane, al culto di Sai Baba, all’induismo, ad altre chiese orientali poco conosciute e alla spiritualità legata al calendario Maya, fino alla cultura mapuche.

La parrocchia Nostra Signora di Luján, al centro, con la sua rarità di un’antica immagine di una vergine cinese, convive in città con diverse decine di culti evangelici. A Mallín Ahogado, l’attaccamento all’Islam risalta nella Moschea “più lontana dalla Mecca del mondo intero”, guidata dallo sceicco Rauf Abdul Felpete, prestigioso e amatissimo leader spirituale sufi e anche chiropratico.

Tra i numerosi templi di questo settore si trovano il monastero cattolico agostiniano e la chiesa di Santa María de las Gracias, luogo di ritiri e meditazione frequentato da persone di altre fedi. Lì si trova anche il monastero di clausura di Nostra Signora di Guadalupe, della Congregazione di Gesù e Maria.

Verso sud, nella zona di Epuyén, si trova lo Stupa dell’Illuminazione, il più grande monumento buddista di pellegrinaggio e meditazione del Paese. TSempre in quella zona si trova il Giardino Mondiale della Pace, che propone il passaggio dal calendario sigillato di dodici mesi a quello delle tredici lune, un calendario sincronico maya di 28 giorni.

L’ampio spettro religioso della regione comprende anche il popolo Mapuche, legato al loro dio Futa Chao, in tutte le numerose comunità della regione.

Sofía Seroff riassume: “dai libanesi siriani all’immigrazione russa, l’arrivo dei cinesi e dei giapponesi, gli hippy degli anni ’60, i creoli e i cileni, “La nostra comunità è eterogenea e ha una spiritualità molto ampia, religiosa e non religiosa, che è fortemente legata anche alla salute e al riposo”.


Crescita globale del turismo del benessere


Una ricerca del Global Wellness Institute (GWI) mostra che il turismo del benessere sta crescendo molto più rapidamente del turismo in generale. Lo straordinario incremento annuo della spesa del 36% e dei viaggi benessere del 30% (dal 2020 al 2022) è notevolmente superiore ai tassi di incremento dei consumi turistici globali (28,4%) e dei viaggi in generale (23,8%).

I viaggi benessere rappresentano attualmente il 7,8% del totale, ma rappresentano il 18,7% di tutta la spesa turistica. Cioè, il turismo del benessere rappresenta quasi 1 ogni 5 dollari spesi per i viaggi. Succede che i turisti del benessere spendono molto di più dei turisti leisure.

“È in forte espansione e si prevede che diventerà uno dei settori in più rapida crescita nel settore dei viaggi nei prossimi anni. I viaggiatori sono sempre più alla ricerca di esperienze che li aiutino a migliorare la propria salute e il proprio benessere, e le destinazioni che possono offrire questo saranno ben posizionate per trarre vantaggio da questa tendenza”, ha affermato Gloria Guevara, ex CEO del World Travel and Tourism Council (WTTC).

Maggiori informazioni

www.turismoelbolson.gob.ar

Ufficio Comunale di Informazioni Turistiche. Perito Moreno e il generale Roca. (294) 449-2604.
Ufficio Bollettino della Montagna. Perito Moreno e il generale Roca. Web www.anprale.com (294) 445-5336. Invia un’e-mail a [email protected] Facebook reportdemontana.elbolson

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il Ministero della Cultura apre il bando per il Sigillo di Eccellenza Artigianale Cile 2024
NEXT Le piazze Cile e Pedro de Valdivia potrebbero riaprire a ottobre