Nel corso del 2024 si sono verificati due decessi dovuti a presunta immersione nel fiume Ranchería

Nel corso del 2024 si sono verificati due decessi dovuti a presunta immersione nel fiume Ranchería
Nel corso del 2024 si sono verificati due decessi dovuti a presunta immersione nel fiume Ranchería

In meno di 4 mesi, due persone hanno perso la vita immergendosi nella foce del fiume Ranchería, nel settore El Riito delle spiagge del distretto di Riohacha, secondo quanto riferito dalle autorità competenti.

Il primo caso si è registrato la mattina di lunedì 26 febbraio 2024, quando il corpo di Emerson Castellanos, 28 anni e di nazionalità venezuelana, è stato ritrovato galleggiare nelle acque di El Riito. Le autorità presumono che il giovane sia morto per immersione.

Si è appreso che alcune persone che si trovavano alla foce del fiume l’hanno visto e hanno avvisato le autorità. I bagnini della Fondazione Guajira Aventura lo hanno portato a riva e lo hanno portato all’obitorio forense per gli accertamenti volti a stabilire se è morto a causa dell’immersione o se è stato gettato in acqua. Ad oggi non si conoscono i risultati finali dell’indagine.

Il secondo caso è avvenuto nel pomeriggio di domenica 21 aprile, quando una ragazzina di 11 anni di etnia Wiwa è morta per immersione dopo essere stata salvata dalle acque della foce del fiume Ranchería. La minorenne è stata portata d’urgenza all’ospedale Nuestra Señora de los Remedios dell’ESE, dove i medici hanno confermato la sua morte.

Si è appreso che il minore deceduto era con un altro minore e un adulto che versavano in stato di delirio. Il caso è sotto inchiesta, poiché i minori sono stati sfollati nelle strutture della Casa Indigena nella città di Riohacha. Questo evento suscitò grande costernazione tra i cittadini e l’opinione pubblica.

Il rappresentante legale della Fondazione Guajira Aventura, Boris Pinzón, ha più volte espresso la sua preoccupazione per la presenza di minori, per lo più di etnia Wayuu e altri che vivono per strada, che vengono in questo settore delle spiagge di Riohacha e sono esposti a questa situazione perché consumano boxer, una colla che usano come allucinogeno.

Questa situazione è stata segnalata dall’anno scorso, è un problema sociale che si verifica nel settore di El Riito e delle mangrovie, dove i minorenni si aggirano e consumano la colla. È una realtà che le autorità devono affrontare quotidianamente per evitare che questi minori anneghino sotto l’effetto della colla.

#Colombia

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Antofagasta: Autista muore dopo essersi ribaltato in un camion contenente acido solforico
NEXT “Non si può avanzare nella città che vogliamo se non abbiamo le ordinanze necessarie”