La Colombia rompe le relazioni diplomatiche con Israele: “Netanyahu è un genocida”

La Colombia rompe le relazioni diplomatiche con Israele: “Netanyahu è un genocida”
La Colombia rompe le relazioni diplomatiche con Israele: “Netanyahu è un genocida”

Il presidente della Colombia, Gustavo Pietroha annunciato che il Paese romperà le relazioni diplomatiche con Israele a partire da giovedì come rappresaglia per l’offensiva dell’esercito israeliano contro la Striscia di Gaza, dove sono già morti più di 34.500 palestinesi.

“Il Presidente della Repubblica informa che giovedì verranno interrotte le relazioni diplomatiche con lo Stato di Israele per avere un Governo, per avere un presidente genocida (riferendosi al Primo Ministro Benjamin Netanyahu)”, ha assicurato mercoledì nel quadro di una manifestazione tenutasi nella Plaza de Bolívar, a Bogotá, in occasione della Festa dei Lavoratori.

Petro lo ha sottolineato “Se muore la Palestina, muore l’umanità.” “Oggi tutta l’umanità, nelle strade, a milioni, è d’accordo con noi”, ha sottolineato, aggiungendo che “i tempi del genocidio” non possono tornare, secondo la Presidenza colombiana.

[Trump ataca a Netanyahu y pide que lo reemplacen: “Merece ser culpado por el 7 de octubre”]

La risposta di Israele

Poco dopo, il ministro degli Esteri israeliano, Israele Katz ha sottolineato sul social network X che Petro sarà ricordato nella Storia “schierarsi dalla parte dei mostri più spregevoli”, in riferimento al Movimento di resistenza islamica (Hamas), noto per “aver bruciato bambini, ucciso bambini, violentato donne e rapito civili innocenti”.

“I rapporti tra Israele e Colombia sono sempre stati cordiali; nemmeno un presidente antisemita e pieno di odio potrà cambiarli. Lo Stato di Israele continuerà a proteggere i suoi cittadini senza paura”, ha affermato.

Il presidente colombiano ha già minacciato di recidere i rapporti diplomatici se Israele non rispetterà la risoluzione approvata dal Consiglio di sicurezza dell’Onu che chiedeva un cessate il fuoco “immediato” durante il mese di Ramadan. Gli Stati Uniti, che hanno esercitato il loro diritto di veto ben tre volte, hanno dato il via libera al testo il 25 marzo.

[Trump urge a Netanyahu a “acabar” con el conflicto en Gaza: “Israel ha perdido la guerra de la imagen”]

In risposta, il ministro degli Esteri israeliano Israel Katz ha poi accusato Petro di collusione con “gli assassini” di Hamas – che controlla Gaza – e i loro “crimini”, assicurando che tale “sostegno” è un “Vergogna per il popolo colombiano.”

Petro è molto attivo dallo scorso 7 ottobre, quando le milizie palestinesi hanno attaccato Israele, provocando 1.200 morti e 240 ostaggi. A gennaio, infatti, il presidente colombiano ha proposto una commissione di pace per procedere verso la cessazione delle ostilità e avviare nuovi colloqui per il rilascio delle persone rapite che rimangono a Gaza.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV risultato dell’estrazione mattutina di oggi, martedì 28 maggio
NEXT Sono andati con il difensore dei diritti dell’infanzia a chiedere le aule del CPEM n. 20 della Cutral Co.