Valdés ha guidato l’apertura del 47° Festival Surubí: i dettagli

Valdés ha guidato l’apertura del 47° Festival Surubí: i dettagli
Valdés ha guidato l’apertura del 47° Festival Surubí: i dettagli

Mercoledì sera a Goya, il governatore Gustavo Valdés ha guidato l’inaugurazione e l’apertura del 47° Festival Nazionale di Surubí e della 36° Expo di Goya, che durerà fino a domenica 5 maggio. Il Presidente ha sottolineato l’importanza dell’evento per il turismo e la cultura provinciale, e ha chiesto di lavorare per lasciare in eredità alle generazioni future, “un ambiente migliore”.

Il torneo di pesca, che è bene ricordare è di ritorno, si svolgerà nel fine settimana con 1.160 squadre e 3.480 pescatori confermati, un numero record secondo l’organizzazione.

La cerimonia di apertura è iniziata questo mercoledì intorno alle 20:30 all’ingresso della proprietà Costa Surubí, con l’arrivo del governatore Gustavo Valdés, che insieme al sindaco della città, Mariano Hormaechea; il presidente della Commissione Municipale di Pesca (COMUPE), Pedro Sá, le autorità nazionali, provinciali e municipali, i bar di pesca e il pubblico in generale, hanno interpretato le strofe dell’inno nazionale argentino, accompagnati dalla Banda Militare “Puerto Argentino” dipendente da il Battaglione Ingegneri Monte 12, guidato dal Capobanda, Primo Tenente Alberto Córdoba.

Successivamente ha avuto luogo il tradizionale taglio del nastro, che ha inaugurato formalmente la 36esima Expo di Goya, nell’ambito del 47esimo Festival Nazionale di Surubí. Poi, il Presidente della Provincia, insieme alla delegazione, si è recato al Monumento in omaggio ai pescatori, dove si trova anche l’immagine delle Vergini di Itatí e Luján, già all’interno della proprietà, dove si svolge il suddetto evento.

Inoltre, Valdés insieme a Hormaechea hanno visitato i diversi stand dell’Expo di Goya, dove passando hanno parlato con gli imprenditori o gli espositori, fino ad arrivare a posizionarsi davanti al palco “Juan Melero” e iniziare l’inaugurazione ufficiale. È stato eseguito dal Balletto Ufficiale del Festival Nazionale di Surubí, con una grande esibizione coreografica e artistica.

La Dichiarazione di Interesse di questo 47° Festival Surubí e 36° Expo Goya è stata letta dalla Camera dei Deputati della Nazione, per essere “uno degli eventi più importanti per il popolo di Goya, così come per le persone che vengono anno dopo anno , sia come partecipanti che come spettatori, tutti appassionati della cultura della pesca e del folklore che essa genera”. Lo ha fatto anche il Senato provinciale con la dichiarazione di Interesse Legislativo.

Successivamente, è stata invitata a salire sul palco la Regina del Festival Nazionale di Surubí, Luz Stride, accompagnata dalle sue rispettive principesse. Poi, nella cornice della Bandiera nazionale e provinciale, è stato nuovamente cantato l’Inno Nazionale, eseguito in questa occasione dalla voce di Josefina Coni, vincitrice dei Giochi Culturali Correntino 2023, e accompagnato dall’interpretazione in Lingua dei Segni, della Professoressa Paola Altamirano.

Nell’occasione, il governo provinciale, attraverso Gustavo Valdés, ha concesso un contributo finanziario per questa edizione, che è stato ricevuto dal capo comunale.

“Sono venuto molte volte in questa città per partecipare al torneo: sono 25 anni di fallimenti ininterrotti”, ha detto in tono umoristico Valdés prendendo la parola, anche se ha aggiunto che “non perdo lo spirito e la voglia di continuare partecipando a questa meravigliosa festa di amici.” , di corrientes, argentini e stranieri che si sono riuniti a Goya.” Sosteneva che “quello deve essere lo spirito; “Sono venuto molte volte come straniero e oggi sono governatore di Corrientes”.

Ha riconosciuto che “è un Festival centrale per Goya, ma è anche un Festival centrale per la gente di Corrientes, quindi dobbiamo continuare a lavorare insieme: Comune, COMPUE e Provincia”. Poiché al momento della Cerimonia di Apertura il tempo è rimasto instabile con qualche pioggia di tanto in tanto sulla città, ha osservato che “non è la prima volta che piove su di noi e l’acqua è una benedizione”.

Riserva dell’Isoro

Secondo il Governatore, “ogni volta che passa il tempo, il Festival Surubí migliora” e in questo senso ha sottolineato che “dobbiamo lasciare in eredità alle generazioni future un futuro migliore, una pesca migliore e un ambiente migliore”. In questo modo, ha affermato che il Governo della provincia di Corrientes attraverso la Legislatura, insieme al Comune, “abbiamo precisato un ulteriore passo, che è la Riserva Isoró, che abbiamo creato con Legge Provinciale per proteggere il nostro ambiente, situata tra Goya , San Isidro ed Esquina”.

Ha chiuso il suo discorso di apertura esprimendo: “Quello che viviamo è la passione per la pesca, la passione per il turismo, quindi vi auguro di continuare a lavorare in questo modo e di successo per tutte le squadre”.

Nel frattempo, il sindaco di Goya, Mariano Hormaechea, ha espresso la sua gratitudine al governo provinciale e alla squadra municipale “per aver lasciato la proprietà in buone condizioni”. “È una festa dove siamo tutti e godremo delle proposte gastronomiche e turistiche e della presenza degli imprenditori#, ha ricordato parlando delle attrattive che la manifestazione presenta in questa nuova edizione.

A sua volta, il sindaco locale ha precisato che “questo evento è una vetrina per mostrare la nostra città” e “per questo dobbiamo continuare a lavorare per presentare Goya come luogo turistico”. Ha infine confermato che il paese “continuerà a svilupparsi con il turismo e andremo avanti con il lavoro di squadra insieme alla Provincia”.

Scommetti sull’evento

Da parte sua, il presidente della COMUPE, Pedro Sá, nel suo discorso di benvenuto ha affermato che “è un giorno speciale, in cui possiamo constatare che nella Festa dei Lavoratori ci sono molte persone che lavorano dietro questo Festival”, in cui “diamo merito a più di 2.500 espositori, così da avere una bella edizione come la vedete”. Per questo ha apprezzato l’importanza del Festival, affermando che “nei momenti difficili vediamo che ne è valsa la pena”.

Al termine dei discorsi di protocollo, è stato chiamato sul palco il tradizionale e iconico annunciatore del Festival Nazionale di Surubí, Carlos Valentín Gómez Muñoz. È stato nuovamente incaricato di recitare la poesia intitolata “Verso il porto che chiamano Goya”, di Florencio Godoy Cruz, resa popolare come “Amarradero del viento”, accompagnato dalla base musicale del gruppo Curupí, che ha poi eseguito con il famoso voce di Oscar Macías la “Canción del Surubí”, emblema della Coppa del Mondo di Pesca e incorniciata da un grande spettacolo pirotecnico.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’azienda tecnologica peruviana sbarca nel nostro Paese attraverso il programma Start-Up Chile
NEXT Sulla legge Basi e sul pacchetto fiscale ci sarebbe un parere e si voterà al Senato