sono andati perduti più di 100.000 posti di lavoro – ADN

sono andati perduti più di 100.000 posti di lavoro – ADN
sono andati perduti più di 100.000 posti di lavoro – ADN

(ADN).- Il settore delle costruzioni è uno dei più colpiti dalla recessione. Ai dati si aggiunge la decisione ufficiale di non realizzare lavori pubblici. Di fronte a questo scenario, il presidente della CAMARCO, Gustavo Weiss, vede come positivo il finanziamento attraverso la partecipazione privata, ma chiarisce che per l’esperienza internazionale nei paesi che hanno il sistema più sviluppato, gli investimenti non superano il 15% del totale delle imprese.

“Il taglio dei fondi per i lavori pubblici sta generando effetti molto dannosi, non solo per le imprese di costruzione in particolare, ma anche per l’intero settore della fornitura di fattori produttivi e per l’economia nel suo complesso”, ha affermato Gustavo Weiss, presidente della Camera Argentina delle Costruzioni (CAMARCO). ) in una relazione consegnata ad Ámbito Financiero.

Il manager ha precisato che la situazione è “disperata poiché, nella quasi totalità dei casi, le aziende non guadagnano un peso da ottobre o novembre”. Secondo le sue stime, tra 3.500 e 4.000 opere sarebbero paralizzate, neutralizzate o sospese e il settore avrebbe perso più di 100.000 posti di lavoro negli ultimi mesi.

Weiss ha affermato che “siamo totalmente d’accordo sulla partecipazione privata al finanziamento delle infrastrutture”, ma ha avvertito che l’esperienza internazionale indica che la partecipazione privata non supera il 15% dell’investimento totale. Il restante 85% non attira le imprese private – ha affermato – e quindi è in carico allo Stato.

Il presidente della CAMARCO ha anche affermato che l’attività, sia per quanto riguarda i lavori pubblici che quelli privati, ha continuato a diminuire in aprile e “non vi è alcuna via d’uscita né miglioramento delle condizioni a breve termine”.

#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Bufalera Gibilterra, 50 anni con la razza buffalopso a Chinchiná (Caldas)
NEXT Bufalera Gibilterra, 50 anni con la razza buffalopso a Chinchiná (Caldas)