Si stima un nuovo calo del raccolto di mais e le perdite ammontano a quasi 2 miliardi di dollari

Si stima un nuovo calo del raccolto di mais e le perdite ammontano a quasi 2 miliardi di dollari
Si stima un nuovo calo del raccolto di mais e le perdite ammontano a quasi 2 miliardi di dollari

La cicalina continua a devastare le campagne. La Borsa dei Cereali di Buenos Airestagliare il raccolto di mais di 3 milioni di tonnellatefino a 46,5 milioni di tonnellate, con una perdita di quasi 2 miliardi di dollari.

Secondo la Borsa dei cereali di Buenos Aires, il sondaggio delle ultime tre settimane continua a sostenere un calo dei rendimenti attesis per le date tardive e gli avvicinamenti del nord del paese, aggiunto a a aumento significativo della superficie non raccolta. Inoltre, ha sostenuto che si prevede un inizio anticipato della raccolta.

Si stima che, per le zone NOA, NEA, Córdoba centro-nord, Santa Fe centro-nord, Núcleo Norte ed Entre Ríos, la superficie inizialmente destinata al grano ma che non può essere raccolta ammonterebbe in media al 17%. la zona coltivata.

Quindi, in questo contesto, l’entità stimata raccolto di mais a 46,5 milioni di tonnellate3 milioni di tonnellate in meno rispetto all’ultima stima fatta 15 giorni fa, e 10 milioni di tonnellate in meno rispetto a quanto previsto all’inizio della campagna.

Secondo i calcoli, con un valore del mais di 180/190 dollari USA, I 10 milioni di tonnellate in meno hanno già generato perdite per quasi 2 miliardi di dollari.

La cicalina è un piccolo insetto parassita che colpisce il mais e è avanzato dal nord del Paese e sta devastando tutta la zona agricolaa livello nazionale, trasmettendo una malattia devastante alle colture: l’arresto della crescita, causato dal batterio Spiroplasma kunkelii.

Questa settimana il Governo ha convocato i ministri e i segretari dell’Agricoltura e della Produzione delle province centrali e settentrionali del Paese dove hanno avanzato la coordinamento di nuove misure congiunte per affrontare il problema del “rachitismo del mais”, causato dalla cicalina, hanno deciso di firmare un dichiarazione congiunta per “unire gli sforzi” di fronte allo scoppio inaspettato della malattia.

A sua volta, Senasa ha accelerato la registrazione di tre insetticidi: due di Syngenta e uno di Corteva.

Considerato il calo del raccolto di mais, la soia resta ancora una volta la principale coltura prodotta in Argentina. La Borsa dei cereali di Buenos Aires stima una produzione di 51 milioni di tonnellate, con il 36% della superficie coltivata. In ogni caso, l’entità ha avvertito che i rendimenti più bassi che si stanno verificando nel nord del paese potrebbero abbassare tale cifra.

La vendemmia è anticipata

La Borsa di Rosario ha aggiunto che gli effetti e i danni dello spiroplasma continuano ad essere al centro della scena nella regione centrale. “Quest’anno, non appena il raccolto di mais precoce sarà terminato, sarà immediatamente seguito da quello tardivo. Pensiamo di iniziare il raccolto a metà maggio, quando in un anno normale il raccolto di mais tardivo inizia solo a luglio. “, hanno affermato.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Papa Francesco invita a promuovere un movimento per un’educazione “significativa”.
NEXT Futurizza: una strategia innovativa per la regione dei Caraibi!