Córdoba: Ad aprile, il paniere alimentare di base è aumentato del 5,16% – ENREDACCION – Córdoba

L’Ufficio del Difensore civico della provincia di Córdoba ha riferito che il prezzo dell’insieme di alimenti essenziali affinché una famiglia di quattro persone non scenda al di sotto della soglia di indigenza era di 341.317,89 dollari nell’aprile 2024. Ciò implica una crescita del 5,16% rispetto a marzo del 2024. quest’anno.

Questo valore è del 318,92% più caro rispetto ad aprile 2023, quando il CBA (Basic Food Basket) riportato dall’Istituto di statistica del Difensore civico (INEDEP) costava 81.475,68 dollari.

Considerando le altre spese essenziali non alimentari, necessarie affinché la famiglia di riferimento possa superare la soglia di povertà, il costo del Paniere Totale di Base (CBT) è stato di 737.246,65 dollari.

Rispetto a marzo 2024, la CBA è aumentata di 16.749,33 dollari e di 259.842,21 dollari rispetto ad aprile 2023. In relazione alla CBT, è costata 42.669,93 dollari in più rispetto a marzo, il 6,14%; e $ 559.629,65 in più rispetto ad aprile dello scorso anno, 315,08%.

EpecEpec

La CBA censita dall’INEDEP è composta da 49 prodotti raggruppati in cinque categorie. Il capo dell’ufficio del difensore civico è Mario Decara.

Il gruppo Uova e Latticini ha registrato il maggior incremento: 13,26%. All’interno di questo, i prodotti che sono aumentati maggiormente sono il latte intero (16,50%), il formaggio fresco (16,22%) e il formaggio cremoso (11,30%).

Río Cuarto - OccupazioneRío Cuarto - Occupazione

Frutta e Verdura hanno avuto una variazione del 7,10%. Considerando gli aumenti singolarmente, pomodoro e lattuga sono aumentati ben al di sopra della media: rispettivamente del 59,61% e del 35,45%. Hanno superato la media anche le mele (10,37%) e le patate (10,00%). All’interno di questo gruppo, alcuni alimenti hanno registrato un calo di prezzo. È il caso della banana (-17,27%), del mandarino (-10,01%) e della patata dolce (-8,33%).

TelecomunicazioniTelecomunicazioni

L’insieme dei tagli di carne censiti dall’INEDEP ha avuto un incremento medio del 4,50%. Sia la carne che la gonna sono aumentate al di sopra di questa media, rispettivamente del 14,32% e dell’8,30%.

Farine e Legumi sono aumentati del 3,15%. All’interno di questo, i prodotti che sono aumentati maggiormente sono fagioli (10,01%), lenticchie (5,16%), biscotti dolci (4,82%), pane francese (4,02%) e piselli (3,55%). Diminuzioni dei prezzi sono state osservate in altri alimenti di questo gruppo, come il riso (-5,18%) e la polenta (-3,88%).

NotiziarioNotiziario

Mentre il gruppo Altri, composto da prodotti di magazzino, ha registrato in media un lieve calo pari a -0,83%, dovuto al calo dei prezzi degli alimenti di uso quotidiano come erba (-4,19%), olio (-2,02%), zucchero (-1,59% ) e tè (-1,30%). Queste piccole diminuzioni sono state sufficienti a compensare altri aumenti all’interno del gruppo, come quello del dulce de leche (16,76%), della marmellata (9,38%), del sale fino (2,87%) e del caffè normale (1,92%) tra gli altri.

L’ACB SENZA TACC È AUMENTATA PIÙ DELL’ACB COMUNE

L’INEDEP considera anche il costo della CBA per un nucleo familiare con un membro affetto da celiachia. In questo caso, il CBA senza TACC ammonta a 363.980,33 dollari. Costa $ 22.662,44 in più rispetto a quello comune.

EnnerEnner

Farine e Legumi concentrano la maggior parte dei prodotti che i celiaci devono sostituire nella loro dieta. La voce in generale è aumentata del 5,65% nell’ambito del CBA senza TACC.

I prodotti più costosi in questa categoria sono i premiscelati, gli spaghetti di riso e i biscotti dolci, che hanno avuto variazioni mensili rispettivamente del 13,59%, -5,79% e -12,01%.

SOTTOSCRIVI AL DOSSIER360.

ISCRIVITI A REDAZIONE.

HO RICEVUTO LA REDAZIONE NEWSLETTER NELLA TUA E-MAIL.

CONTATTARE CON LA REDAZIONE DEL REDAZIONE.

Editorialisti 2024Editorialisti 2024
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Per la finale di Santiago del Estero: non si sa ancora se sarà in nerazzurro ma sarà Nicolás Ramírez
NEXT Sottosegretariato al Turismo di Santiago: “Tutto è venduto, non ci sono più voli” :: Olé