Cile: due giocatori del Cobreloa arrestati per stupro :: Olé

Cile: due giocatori del Cobreloa arrestati per stupro :: Olé
Cile: due giocatori del Cobreloa arrestati per stupro :: Olé

02/05/2024 18:06.Aggiornato il 02/05/2024 20:34

Cobreloa ha riferito che due calciatori del club sono stati arrestati questo giovedì in piena pratica dalla polizia investigativa (PDI) nel bel mezzo di un’indagine su un presunto stupro di gruppo di una giovane donna, episodio avvenuto nel settembre 2021. Nel caso sono stati arrestati anche sette ex giocatori delle giovanili della squadra.

Le nove persone coinvolte sono state arrestate in diverse città del Paese e avrebbero commesso il reato quando erano minorenni e giocavano per il club. Gli arresti sono stati due a Calama, città sede del club, tre ad Antofagasta, tre a Santiago e uno a Osorno.

Sebbene il Dipartimento di Giustizia non abbia fornito i nomi dei detenuti, parte della stampa locale ha fornito i due cognomi dei professionisti, che Olè Non pubblica per motivi legali, anche se si può notare che entrambi sono cileni e hanno 21 anni.

La denuncia si basa su un evento accaduto il 21 settembre 2021, quando la vittima, che all’epoca aveva 18 anni, partecipò come ospite a un barbecue celebrativo presso il centro di allenamento del club, dove sarebbe stata aggredita da nove persone.

Il caso era stato inizialmente chiuso dopo la desistenza del denunciante, mentre Cobreloa aveva rilasciato una dichiarazione lo scorso aprile in cui assicurava che “non era possibile provare che fossero stati commessi abusi o stupri massicci”.

Dopo gli arresti di giovedì, l’équipe ha assicurato nello stesso comunicato che “è stata la stessa istituzione a sporgere denuncia e denuncia contro tutti i responsabili di questo caso e che, a livello interno, sono state realizzate una serie di azioni per chiarire tutto ciò che riguarda questa grave accusa.”

I mandati di arresto sono stati emessi dopo le indagini svolte dalla Procura Regionale di Antofagasta quando la denuncia è stata ripresa per possibili vizi delle indagini, poiché la vittima stessa ha dichiarato pubblicamente che la PDI le aveva suggerito di abbandonare il caso.

La dichiarazione di Cobreloa.

“Mi hanno detto tante cose che mi hanno fatto desistere. Mi hanno detto ‘devi capire che è una società sportiva, che hanno dei bravi avvocati… cosa avete, chi pagherà i vostri avvocati, siete soli e non sembrate neanche così colpiti, ‘”, ha detto la donna, la cui identità resta riservata, in una testimonianza offerta al Canale 13 di Santiago del Cile

Secondo il racconto del denunciante, questi era andato in bagno con uno dei giocatori ed entrando ha trovato altre due persone che lo hanno trattenuto contro la sua volontà e lo hanno portato in un’altra stanza dove c’erano più persone.

“Una volta arrestati tutti gli imputati, domani (venerdì) dovranno presentarsi alla rispettiva udienza di controllo della detenzione per poi formalizzare la violazione e richiedere le rispettive misure precauzionali”, ha dichiarato giovedì ai media Juan Carlos Bekios, procuratore regionale. di Antofagasta.

Forte reazione di un deputato

Andrés Celis, deputato nazionale e membro della Commissione Sportiva della Camera, ha avuto una forte reazione contro Cobreloa. “Si è trattato di una violazione davvero brutale. Ho dovuto leggere gli atti dell’indagine. Sono stati commessi da 8 a 10 giocatori ed ex cadetti, molti dei quali oggi giocano nel calcio professionistico”.

“Le persone che attualmente sono leader di Cobreloa hanno cercato di nasconderla. L’ANFP ha fatto orecchie da mercante ai protocolli oggi in vigore. Il governo, attraverso il Ministero delle Donne, non ha nemmeno fornito consulenza legale, ma lo ha fatto, contro le molestie sessuali di un sindaco, ad un funzionario, il che mi sembra ok, ma non le ha dato alcun aiuto,” ha dichiarato.

“Lo stupro era qualcosa di assolutamente cruento, animale, che leggendolo, nemmeno nel peggiore dei film, ci si poteva convincere che una persona potesse agire in quel modo.” Celis chiuso.

Nessun argentino accusato

A Cobreloa ci sono cinque calciatori argentini. Nessuno di loro era nel campus quando è stato commesso il delitto. Sono Nicolás Avellaneda, Marco Campagnaro, Agustín Mulet, Marco Borgnino e Cristian Insaurralde. Nell’ultimo appuntamento, la squadra aveva perso 6 a 0 contro il Ñublense.

Giocatori del Cobreloa al termine di una partita.

L’ANFP li ha sospesi

L’Associazione Nazionale di Calcio Professionistico (ANFP) del Cile ha annunciato giovedì la “sospensione sportiva immediata” dei calciatori detenuti. L’entità ha espresso “il suo totale ripudio e condanna di qualsiasi atto di violenza così come di tutti i tipi di comportamenti che costituiscono abuso sessuale, molestia sessuale, discriminazione e maltrattamento”.

“Non appena l’ANFP è venuta formalmente a conoscenza di questi gravi eventi, ha chiesto al Club Sportivo Cobreloa di attivare il protocollo stabilito nel decreto n. 22, sulla prevenzione e la repressione degli abusi sessuali, delle molestie sessuali, della discriminazione e dei maltrattamenti nell’attività sportiva. del Paese”, ha spiegato nella nota.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Cuba ratifica il suo impegno per l’inclusione digitale per tutti
NEXT Il Real Cartagena ha sconfitto Huila; Orsomarso ha picchiato i Tigres