César Farías rompe il silenzio e racconta tutto di Edwin Cardona dopo aver lasciato l’America

César Farías rompe il silenzio e racconta tutto di Edwin Cardona dopo aver lasciato l’America
César Farías rompe il silenzio e racconta tutto di Edwin Cardona dopo aver lasciato l’America

Era una delle parole più attese del calcio colombiano. California America Ufficializzata la partenza del pullman Cesare Farías dopo non essersi qualificato per i fuoricampo della Lega colombiana I-2024 e uno degli argomenti addotti dalla stampa per giustificare la partenza è stato il presunto cattivo rapporto con giocatori di spicco come Edwin Cardona. Il DT ha rotto il silenzio e ne ha parlato.

Con una prestazione del 43% frutto di sei vittorie, altrettanti pareggi e sette sconfitte, Farías ha messo fine al suo periodo come allenatore dell’América. Poco prima del comunicato ufficiale sulla partenza dell’allenatore venezuelano, il giornalista Julián Céspedes, dal canale Vinci lo sportha pubblicato la notizia bomba mediatica sul cortocircuito che ci sarebbe tra i giocatori e l’allenatore.

“La verità è che gli strumenti ci sono, non saperli usare è diverso, Quell’uomo ci ha fatto arrestare. Non sa cosa vuole, non si capisce con la sua stessa gente. Siamo esausti e abbiamo già richiesto un incontro con Tulio (proprietario dell’América)”, fu il messaggio che un attore di primo piano inviò a Céspedes riguardo a César Farías. Da quel momento in poi, il processo DT andò in pezzi.

L’America ha rilasciato una dichiarazione il 30 aprile informando “ai suoi fan, ai media e al grande pubblico che, previa decisione di comune accordo e rispettando le condizioni contrattuali stipulate all’inizio del contratto, César Farías ha concluso il suo mandato come direttore tecnico della squadra professionistica”. La reazione di Edwin Cardona avrebbe dato qualcosa di cui parlare.

Edwin Cardona non avrebbe continuato in America. (Foto: immagine Vizzor)

L’account ufficiale dell’America su Instagram ha pubblicato il comunicato in cui è stato annunciato la partenza di Farias e Cardona non ha esitato a reagire cedendoglielo ‘Mi piace’ alla pubblicazione. Un ulteriore segno che non avevano un buon rapporto? L’ex allenatore dell’América de Cali ha deciso di rompere il silenzio e parlare della questione. E’ stato molto chiaro!

César Farías rompe il silenzio e racconta tutto di Edwin Cardona

César Farías ha concesso un’intervista a Jaime Dinasdal canale Telepacífico, e ha raccontato tutto della sua relazione con Edwin Cardona dopo aver lasciato l’America: Si diceva che avesse problemi con Cardona, tutt’altro. Anche ieri si parlava, il giorno prima della partenza per Manizales abbiamo parlato tanto. Ci siamo visti gli occhi, i nostri volti, ci siamo raccontati quello che ognuno pensava, ma… Il migliore dei rapporti. La verità è che tutte queste cose mi sorprendono perché fino alla partita contro la Junior non si parlava di nulla, non si parlava della partita classica. “Dopo la partita del Pasto sono arrivate tutte queste cose”.

L’ex allenatore dell’America ha chiarito la questione della sua clausola per lasciare la squadra

Un’altra delle narrazioni che hanno bussato alla porta dei portali sportivi è stata quella supposta clausola milionaria che ha impedito la partenza di Farias in America. L’allenatore ha chiarito anche questo tema: La mia clausola rescissoria era quattro volte inferiore Anche quello che ho avuto ad Águilas Doradas era stato precedentemente stabilito tra il mio rappresentante e la leadership dell’America. Che io stia appropriandomi indebitamente dell’America non è vero..

Sondaggio Avresti concesso a Farías altri sei mesi in America?

Avresti concesso a Farías altri sei mesi in America?

Sì, così da poter mettere insieme la squadra come voleva.

No, quella squadra non andava da nessuna parte.

153 PERSONE GIÀ VOTATE

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Raid a Entre Ríos e in altre province per sfruttamento sessuale di minori – Chajarí Digital
NEXT Lo studio rivela che la maggior parte dei campi si è formata dopo il primo governo di Piñera