Le compagnie petrolifere devono raddoppiare i compensi ai produttori di Mendoza

Il Segretario per l’Energia e il Segretario per la Bioeconomia hanno deciso questo venerdì, insieme, di ufficializzare l’aumento dei risarcimenti derivanti dai danni e dalle perdite sulle zone aride derivanti dalle attività di idrocarburi nel Bacini di Cuyana e Neuquina.

Secondo il documento, “l’Associazione argentina dei proprietari e dei superficiali colpiti da idrocarburi, miniere e sfruttamento elettrico (AASEP) ha richiesto il 3 luglio 2023 l’aggiornamento dei valori di compensazione per servitù minerarie, danni e spese di controllo e sorveglianza, per quanto riguarda le proprietà interessate dalle attività di idrocarburi che vengono svolte nei bacini di Cuyana e Neuquina, situati nelle province di NEUQUN, MENDOZA, RO NEGRO, LA PAMPA, SAN JUAN e SAN LUIS e aree limitrofe.

Ciò perché in entrambi i bacini si distinguono terreni aridi e terreni “irrigati” questi ultimi devono essere considerati e i loro proprietari compensati attraverso conti culturali, come espresso nell’art decreto 861 del 1996.

Vedi anche: Hanno richiesto 20 permessi di esplorazione del rame a Mendoza

Questa normativa, che ha sostituito un decreto del 1993, spiega che “È necessario che il produttore agricolo riceva una remunerazione adeguata per l’occupazione della sua proprietà e i danni causati alle aziende agricole ivi sviluppate.

Naturalmente, nel 1993, ad esempio, l’inflazione accumulata per l’intero anno era del 2,01%, quindi ci sono voluti solo tre anni per modificare questo aggiornamento. Gli indici attuali impongono aggiustamenti con intervalli minori ma l’obiettivo è lo stesso: riconciliare la sovrapposizione delle attività agricole e petrolifere.

Così, il Segretario dell’Energia e il Segretario della Bioeconomia hanno deciso di aumentare in percentuali diverse a seconda della zona, se è meno o più colpita.

L’aumento per Zona

-Zona A al 117,62% (comprende le città di Ro Negro, La Pampa e Neuqun.
-Zona B 104,72% (comprende i comuni di Ro Negro, Neuqun e ).
-Zona C 44,96% (San Juan e Los).
-Zona D 44,38% (San Rafael, Malarge e General Alvear)

*Nei dipartimenti di Mendoza sono da escludere le zone della Precordillera comprese in un’altra zona.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV BAIC, la casa automobilistica cinese, è arrivata a Santa Fe con il Nation Group
NEXT Primo paese della regione ad esaurire le proprie risorse per l’anno