Giovani stilisti dei Caraibi presenteranno le loro collezioni di moda a Cuba › Cultura › Granma

Giovani stilisti dei Caraibi presenteranno le loro collezioni di moda a Cuba › Cultura › Granma
Giovani stilisti dei Caraibi presenteranno le loro collezioni di moda a Cuba › Cultura › Granma

Sedici giovani designer dei Caraibi presenteranno le loro collezioni di fashion design al Museo Nazionale di Belle Arti dell’Avana, martedì 7 maggio, nell’ambito del Mese dell’Europa a Cuba.

La mostra, chiamata Fashion in da House, riunisce artisti provenienti da Antigua e Barbuda, Bahamas, Barbados, Belize, Cuba, Guyana, Giamaica, Repubblica Dominicana, Santa Lucia, Saint Vincent e Grenadine e Trinidad e Tobago, finalisti del concorso di design moda Made nei Caraibi.

Secondo il comunicato stampa diffuso dagli organizzatori, con quest’ultimo concorso, l’UNESCO e l’Unione Europea desiderano “riconoscere i giovani talenti della regione e promuovere l’imprenditorialità nel settore della moda”. Ciò fa parte delle attività del programma Transcultura: Integrare Cuba, i Caraibi e l’Unione Europea attraverso la Cultura e la Creatività, finanziato dall’Unione Europea.

La passerella di Belle Arti fa parte di un programma di accompagnamento professionale a L’Avana per questi giovani artisti, attraverso workshop, consulenze, conferenze e visite ad atelier e negozi di moda.

Durante la sfilata verrà presentata come ospite Mondriabera, una collezione di guayaberas del progetto LaJabaCity e del laboratorio Línea y Medida. I pezzi si ispirano ai dipinti del pittore olandese Piet Mondrian; e l’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi a Cuba sponsorizza l’iniziativa, in occasione dell’80° anniversario della morte dell’artista.

Si legge nel comunicato, una giuria “composta da personalità nazionali e internazionali del mondo della moda e specialisti dell’imprenditoria, selezionerà le migliori collezioni che verranno premiate con i Transcultura Awards. I giovani vincitori riceveranno in premio una residenza artistica di due mesi presso il Rog Center di Lubiana (Slovenia).”

Tra gli esperti convocati spicca Omoyemi Akerele, direttore generale della Lagos Fashion Week, Nigeria.

L’industria della moda nei Caraibi è considerata un settore con un grande potenziale di sviluppo. Transcultura rappresenta l’iniziativa di cooperazione più ambiziosa dell’UNESCO nella regione, con 17 paesi beneficiari e l’obiettivo di creare opportunità professionali per i giovani nelle industrie culturali e creative, attraverso lo scambio e la cooperazione.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Trump testimonia “fa pernacchie” prima che scoppi il caos nel processo segreto: rapporto
NEXT Questa sarà l’Expo di San Juan Minera