I corpi rinvenuti a Ensenada potrebbero essere quelli di tre surfisti stranieri, sottolinea il procuratore della Bassa California

I corpi rinvenuti a Ensenada potrebbero essere quelli di tre surfisti stranieri, sottolinea il procuratore della Bassa California
I corpi rinvenuti a Ensenada potrebbero essere quelli di tre surfisti stranieri, sottolinea il procuratore della Bassa California

Si presume che i tre corpi rinvenuti a Ensenada siano quelli dei tre turisti stranieri. Credito: X @PalomaL34270

I tre corpi che si trovavano in un pozzo Ensenada, Bassa CaliforniaSì, sarebbero dei due fratelli Australiani e il tuo amico stati Uniti, denunciati come dispersi il 27 aprile. Lo ha confermato la capo della Procura Generale dello Stato (FGE), María Elena Andrade Ramírez, la quale ha precisato che l’arrivo dei familiari è previsto solo per il periodo identificazione delle vittime.

Nell’intervista per Il Finanziario TVil funzionario della Bassa California ha dichiarato che si trovavano a più di 15 metri di profonditàin un zona di difficile accesso. Per ore, soccorritori, vigili del fuoco ed esperti della FGE hanno lavorato nel pozzo La Bocana, Santo Tomás, per recuperare adeguatamente i resti.

Allo stesso tempo, le autorità hanno continuato a lavorare nella zona, descritta come “aggressiva”, alla ricerca di ulteriori prove.

Nella mattinata del 3 maggio, i media locali hanno riferito che elementi della Procura avevano rinvenuto tre corpi tracce di violenza in una zona vicina a dove, si informa, i tre turisti stranieri sono stati visti l’ultima volta.

I soccorritori hanno lavorato per ore nella zona di La Bocana. (Credito: REUTERS/Francisco Javier Cruz)

Riguarda i fratelli Jake e Callum Robinsonnativi di AustraliaE Jack Carter Rhoad, dagli Stati Uniti. Secondo quanto riferito, i tre sarebbero arrivati ​​alla spiaggia di Puerto Faro San José per praticare il surf durante il fine settimana. Lunedì 29 aprile avrebbero dovuto arrivare in un Airbnb situato a Rosarito, ma non sono mai arrivati.

Dopo la relativa denuncia di scomparsa, le autorità messicane hanno stabilito una comunicazione con il Ufficio federale di investigazione (FBIper la sua sigla in inglese), nonché presso i Consolati di Stati Uniti d’ E Australia.

Secondo il pubblico ministero, è previsto che questo Sabato 4 maggio I parenti dei tre giovani arrivano in Bassa California.

Denunciano la scomparsa di 2 giovani australiani e di un americano in Bassa California mentre erano diretti a Rosarito

Nel pomeriggio del 2 maggio la FGE ha riferito dell’indagine e delle successive arresto di tre personedue uomini e una donna, per la loro possibile partecipazione alla scomparsa dei tre surfisti stranieri, di 30 e 33 anni.

Secondo le dichiarazioni del responsabile dell’agenzia, il filone delle indagini indica che l’imputato – di origine messicana – avrebbe intercettato i tre turisti durante qualche punto del viaggio a sequestrare il veicolo in cui si sono trasferiti. Tuttavia avrebbero resistito.

Tra le prove ci sono resti di una tenda, vestiti e macchie di sangue, nonché segni di trascinamento nella zona in cui sarebbero stati assassinati. Inoltre, ha riferito che uno dei sospettati era in suo possesso il cellulare di uno dei giovani scomparsi.

“Riteniamo che queste persone, vedendo l’azione, abbiano cercato di sbarazzarsi dei corpi delle vittime gettandoli in questo pozzo (…), con l’intenzione che non venissero ritrovati da nessuna autorità o membro della famiglia, poiché vista la portata dei fatti, si sono spaventati“Lui ha spiegato.

Si precisa che prima della localizzazione dei corpi, il ritrovamento di a camion semi bruciato Tipo pick-up Chevrolet Colorado, bianco e con targa della California. È una delle due auto su cui viaggiavano i turisti.

Trovati morti i 3 australiani denunciati come dispersi in Bassa California. Credito: X @PalomaL34270

Questo venerdì in Australia, il primo ministro del paese, Antonio Albaneseha espresso la sua “preoccupazione” per la situazione degli australiani Jake e Callum Robinson, che insieme ad un amico americano si erano recati in Messico per fare surf e sono scomparsi da sabato scorso.

“Speriamo che questi fratelli essere ritrovato sano e salvo, ma esiste la reale preoccupazione che siano scomparsi. Sua madre è ovviamente molto sconvolta per questo. E speriamo solo in un risultato positivo”, ha detto venerdì all’emittente pubblica australiana ABC.

Albanese ha inoltre spiegato che il Ministero degli Esteri del suo Paese sta fornendo assistenza alla famiglia dei fratelli Robinson, mentre l’Ambasciata australiana in Messico sta collaborando con le autorità messicane per ritrovarli.

Con informazioni da EFE.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Quando è più necessario, il lavoro a distanza viene utilizzato raramente a Matanzas. • Lavoratori
NEXT DP World Chile rinnova la certificazione come operatore portuale sudamericano nell’utilizzo del 100% di energia rinnovabile