Impatto economico della rottura delle relazioni Colombia-Israele » Al Poniente

“In termini generali, è importante ricordare che, sebbene l’ideale sia non sospendere le relazioni commerciali con i paesi con cui esistono scambi economici, almeno in questo caso specifico e da un’analisi macro, non sembra che l’economia colombiana sia soffrirà di più.” misurato da questa controversa decisione, poiché il peso globale dell’interscambio commerciale con il Paese israeliano è molto basso nel suo saldo valutario generale, ed anche nei settori di maggior interscambio commerciale con Israele, la partecipazione complessiva è non rappresentativo.


Da una spiegazione teorica economica, si comprende che è più redditizio per un paese avere più che meno partner commerciali, poiché la connettività globale aumenta le possibilità di avere maggiore accesso ai mercati, con maggiore diversificazione dei prodotti, maggiore accesso a varietà di beni .e servizi e anzi la possibilità di generare economie di scala che favoriscano una crescita economica sostenuta.

Con l’annuncio del presidente colombiano Gustavo Petro di rompere le relazioni con Israele il 1° maggio, ancora una volta si discute su come dovrebbero essere le relazioni diplomatiche tra i paesi, discutendo da una parte e dall’altra sui benefici o sulle conseguenze di questa decisione. tuttavia, se si analizza solo dal fattore economico, si possono individuare fattori rilevanti che almeno nel breve termine possono ridurre le maggiori preoccupazioni di questa decisione.

Attualmente, Israele è il 26° paese nella classifica delle esportazioni della Colombia (Legixcomex, 2024), con un peso nella partecipazione alle esportazioni compreso tra l’1,8% e l’1%, ben al di sotto dei paesi con maggiore rilevanza commerciale per la Colombia, come Panama , Brasile, India, Cina, Giappone, tra molti altri. Per quanto riguarda le importazioni, la Colombia ha importato lo 0,15% delle sue importazioni da Israele durante l’anno 2023, essendo il paese numero 49 nella classifica delle importazioni.

Per quanto riguarda le esportazioni, i settori in cui queste si verificano maggiormente sono: combustibili minerali, oli, caffè, mate, perle, piante, fiori e articoli dolciari. Una precisazione importante è che, di tutti questi settori, le loro esportazioni verso Israele erano meno del 4% del totale realizzato nel mondo nello stesso periodo.

Nello scenario microeconomico si potrebbero verificare delle contrazioni soprattutto nelle 5 società che hanno i maggiori rapporti commerciali con Israele, ovvero: Drummond ltda, Carbones del Cerrejón ltda, Cerrejón zona norte SA, la federazione nazionale dei coltivatori di caffè, e Compañía Internacional Racafé SA Nello stesso ordine, il mercato israeliano è per ciascuno di essi il partner commerciale numero 8, 5, 4, 13, 8. (Legiscomex, 2024)

In termini generali è importante ricordare che, sebbene l’ideale sia non sospendere i rapporti commerciali con i paesi con cui esistono scambi economici, almeno in questo caso specifico e da un’analisi macro, non sembra che l’economia colombiana stia andando a soffrire in misura maggiore a causa di questa decisione, poiché il peso globale dell’interscambio commerciale con il Paese israeliano è molto basso nel suo saldo valutario generale, ed anche nei settori con maggiori scambi commerciali con Israele, la partecipazione complessiva è. non rappresentativo. È opportuno chiarire che in alcune aziende e da un approccio puramente microeconomico lo scenario potrebbe essere diverso.

Come corollario, è importante ricordare che nel luglio 2009 sono state chiuse le relazioni diplomatiche tra Colombia e Venezuela. A quel tempo, il Venezuela era il secondo partner commerciale della Colombia e aveva una quota di esportazioni superiore al 12,3%. Questa situazione ha fatto sì che nel 2010 le esportazioni verso il Venezuela rappresentassero solo il 3% del valore totale, il che ha colpito profondamente entrambe le economie, ha aumentato la disoccupazione e ha ridotto i flussi monetari di molte aziende in entrambi i paesi. Questa situazione serve come confronto tra il caso attuale e la differenza nella prospettiva dell’impatto economico sull’economia colombiana in questo momento.


Tutte le rubriche dell’autore a questo link: Gerónimo Suaza Gómez

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV MinAgricultura stanzia 2.000 milioni di dollari per un progetto di sicurezza alimentare a Nariño
NEXT Colombia: Coljuegos e il governo del Chocó hanno deciso di lavorare insieme contro le scommesse clandestine