Cuba tra i primi 20?

Cuba tra i primi 20?
Cuba tra i primi 20?

Meno di un anno fa, in seguito ai Giochi Panamericani di Santiago del 2023, nell’universo sportivo si è posta una domanda molto potente: quali obiettivi potrebbe portare Cuba, pochi mesi dopo, ai Giochi Olimpici più impegnativi di Parigi 2024?

Il festival dei cinque anelli nella Ville Lumière sarà presto: dal 26 luglio all’11 agosto.

Ricordiamolo: prima di quel duro impegno nella capitale cilena, svoltosi dal 20 ottobre al 5 novembre, le autorità competenti nel nostro Paese, a differenza di altre volte, hanno cercato di essere molto obiettive e di non creare false aspettative, riconoscendo che ci sarebbero state un declino.

Quindi si pronosticavano da 18 a 22 medaglie d’oro, da 8 a 12 medaglie d’argento, da 36 a 40 medaglie di bronzo. E con questo ci collochiamo dal quinto al settimo posto (anzi sesto o settimo). Il che non vuol dire, cosa molto umana, che gli sia rimasta qualche altra possibile medaglia tenuta sotto l’immaginario cappello.

Alla fine il risultato è stato superiore alle previsioni: 30-22-17=69, quinto posto.

Nei precedenti Giochi Panamericani, quelli di Lima 2019, abbiamo ottenuto 33 ori, 28 argenti e 39 bronzi = 100 in totale, un equilibrio che ci ha allontanato ulteriormente dal tradizionale secondo posto storico, visto che siamo scesi al sesto.

Le previsioni per Santiago 2023 sono state fatte, come è giusto che sia, con i piedi per terra.

E si è tenuto di una logica diminuzione del nostro a causa di diversi fattori, tra cui con grande forza gli effetti del disumano blocco statunitense contro Cuba, la situazione economica e, come conseguenza di tutto ciò, importanti diserzioni anche da parte di anche campioni olimpici.

DUE ESPERTI

Quindi, come abbiamo già scritto all’inizio, e ci sentiamo di ripeterlo qui, si è posta una domanda molto potente nell’universo sportivo: quali obiettivi potrebbe portare Cuba, qualche mese dopo, ai più impegnativi Giochi Olimpici di Parigi 2024?

Ricordiamo quanto detto da due voci molto specializzate, una pronunciata qualche mese fa, l’altra qualche giorno fa.

“Non rinunciamo a continuare ad essere una potenza olimpica”, aveva ribadito il 20 febbraio il M. Sc José Antonio Miranda, direttore generale dell’Istituto Nazionale di Sport, Educazione Fisica e Ricreazione (Inder). Programma televisivo Mesa Redonda).

Un po’ più in là, nella visita all’Avana di 32 fratelli francesi, membri dell’associazione di collaborazione Cuba-Francia (Cuba-Coop), sindaci e vicesindaci di diverse regioni di quella nazione, il tema di quella domanda posta è tornato alla ribalta in un incontro dettagliato nell’auditorium del Colosseo Ciudad Deportiva, ora per la voce di un altro importante manager.

“Cuba aspira a rimanere tra i primi 20 paesi, cosa molto significativa per lo sport mondiale”, ha detto Ariel Sainz, vicepresidente dell’Inder, appoggiandosi a ciò che si rifletteva in un PowerPoint su un muro.

(Una parentesi obbligata: Cuba-Coop svolge da molti anni un ruolo molto importante in diversi ambiti, come la cultura, lo sport, la o l’ambiente. E nell’affrontare e denunciare il criminale blocco del governo degli Stati Uniti contro Cuba Ha già fornito e continuerà a ratificare importanti basi di preparazione sul suolo francese per i nostri atleti nella loro preparazione a Parigi 2024).

TRA I VESTITI

Saínz ha menzionato che gli sport a Cuba devono avere maggiori possibilità di salire sui podi più difficili: atletica, boxe, canoa, judo, lotta e tiro, e non ha mancato di menzionare un punto molto sorprendente:

“Mijaín López punterà alla sua quinta medaglia d’oro ai Giochi Olimpici, cosa che è molto significativa anche per lo sport mondiale”, ha aggiunto.

Ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, svoltisi nel 2021 a causa della pandemia di Covid, Cuba ha ottenuto un ammirevole 14° posto per paese. Tutto questo tra più di 200 nazioni. È stata una prestazione superiore, nonostante le difficilissime condizioni degli ultimi anni, a quelle di Pechino 2008, Londra 2012 e Rio 2016. Il raccolto raccolto nella capitale giapponese ha fruttato sette ori, tre argenti e tre. cinque bronzi (totale di 15).

E come è stato occupato il 20° posto nelle ultime tre Olimpiadi? Andiamo… Londra 2012: Sud Africa (4-1-1=6). Rio 2016: Canada (4-3-15=22). Tokyo 2020: Norvegia (4-2-2=8), sempre a seconda della sede olimpiadi.com.

È stato anche detto che Cuba aspira ad almeno cinque medaglie d’oro. Un dato del genere, come ha notato il lettore, ha assicurato un posto nella Top 20 nelle ultime tre Olimpiadi. Sì, dobbiamo aspettare…

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV risultati del sorteggio 2323 di domenica 12 maggio
NEXT ALLERGIE A CÓRDOBA | Hai allergie? Controlla i livelli di polline a Córdoba questa settimana