In Amazzonia è stato registrato un terremoto di magnitudo 4.2

In Amazzonia è stato registrato un terremoto di magnitudo 4.2
In Amazzonia è stato registrato un terremoto di magnitudo 4.2

Il Perù è uno dei paesi dell’America Latina in cui si registrano costantemente terremoti. (EFE)

Un terremoto di magnitudo 4.2 si è verificato questo lunedì, 6 maggio, nella città di Sta Maria De Nievanella provincia di Condorcanqui nel dipartimento dell’Amazzonia, ha riferito il Centro Sismologico Nazionale (Censis) dell’Istituto Geofisico del Perù (IGP).

Il terremoto è iniziato alle 05:11 (ora locale) e ha avuto origine a 124 chilometri a nord di Sta Maria De Nieva con una profondità di 67 chilometri e latitudine e longitudine di -3,51, -77,54 gradi. A causa della sua magnitudo, l’intervallo di allerta emesso era verde, ha affermato in un rapporto la Rete Sismica Nazionale.

Il GPI CENSIS ottiene i suoi dati dal Rete Sismica Nazionalecostituito ed integrato da una serie di sensori di velocità, accelerazione e spostamento distribuiti sul territorio nazionale.

Cosa fare in caso di terremoto? (REUTERS/Luisa Gonzalez)

Il Perù si trova nella zona conosciuta come l’Anello di Fuoco del Pacifico.una regione che concentra il 75% dei vulcani esistenti nel mondo e dove approssimativamente L’80% dei terremoti più forti del mondo.

La cosiddetta Cintura di Fuoco del Pacifico è costituita dall’area montuosa dell’Argentina occidentale, Cile, Perù, Ecuador, Colombia, Panama, Costa Rica, Nicaragua, El Salvador, Honduras, Guatemala, Messico, Stati Uniti e Canada, per poi girare intorno alle Isole Aleutine e scendere lungo le coste e le isole di Russia, Giappone, Taiwan, Filippine, Indonesia, Malesia, Timor Est, Brunei, Singapore, Papua Nuova Guinea, Isole Salomone, Tonga, Tuvalu e Nuova Zelanda.

Nel caso del Perù, il paese è nel Placca tettonica sudamericana che si scontra frontalmente con la placca di NazcaQuando sono in attrito generano tensione, che si libera sotto forma di terremoti; Inoltre, la regione ha un’attività vulcanica costante.

L’Anello di Fuoco si estende per oltre 40mila chilometri ed ha la forma di un ferro di cavallo, inoltre, All’interno di questa linea ci sono 452 vulcani ed è sede della maggior parte dei cosiddetti “supervulcani”, le cui eruzioni sono a livelli VEI-8, considerati catastrofici.

Un terremoto nel giugno 2016 in Perù. (Twitter/@terrape 163)

La nazione latinoamericana ha dovuto affrontare diversi eventi sismici che hanno provocato centinaia di morti, feriti e innumerevoli danni materiali. Ecco un elenco di quelli più rilevanti.

31 maggio 1970

Il terremoto di magnitudo 7,9 ha avuto origine nel dipartimento di Áncash, seguito da una frana che ha seppellito la città di Santo Domingo de Yungay alle 15:23.

Questo fatto È considerato il terremoto più distruttivo nella storia del Paesenon solo per la grandezza ma anche per la numero di vittime che ha causato, stimato a 67.000secondo il documento “Il terremoto di Ancash e la valanga innevata del Huascaran”, redatto dal geofisico e consulente scientifico dell’Istituto Nazionale di Protezione Civile (Indeci), Mateo Casaverde, mentre ci sarebbero stati anche 150.000 feriti, ugualmente colpiti dalla dipartimenti di Huácamo, Lima e La Libertad.

A causa di questa catastrofe, nel 1972 il governo del Perù fondò l’Istituto Nazionale di Protezione Civile, incaricato di elaborare piani per far fronte a questo tipo di incidenti e di preparare esercitazioni nazionali ogni 31 maggio.

3 ottobre 1974

UN terremoto di magnitudo 8.0 È avvenuto nella capitale Lima alle 9,21, un movimento che si è sentito anche sulla costa meridionale del Perù. Il movimento durò circa 90 secondi e provocò 252 morti e 3.600 feriti.

29 maggio 1990

Un altro terremoto di magnitudo 6.4 ha causato la morte di 77 persone, 1.680 feriti, 58.835 senza tetto e 11mila case distrutte. Il movimento, iniziato alle 9:34, ha provocato danni nelle città di San Martín, Amazonas, Cajamarca, Rioja, Moyobamba, Chachapoyas, Jaén e Bagua.

23 giugno 2001

Un terremoto di magnitudo 6.9 ha colpito il sud del Perù nelle regioni di Moquegua, Tacna e Arequipa, provocando 74 morti, 2.689 feriti, oltre 21.000 colpiti, 64 dispersi. Colpite 35.601 case, di cui 17.584 distrutte.

Il terremoto ha avuto diverse scosse di assestamento ed ha avuto un’intensità di VIII, che generato uno tsunami che causò anche altri 26 morti. È stato il terremoto più devastante dopo quello di Ancash del 1970 e il più grande al mondo dopo quello delle Isole Rata.

15 agosto 2007

Il Perù è stato gravemente danneggiato da uno dei terremoti più devastanti della storia moderna. Il terremoto di Pisco è avvenuto alle 18:40. La magnitudo 8 è durata 3 minuti e 50 secondi. Si è trattato di uno dei terremoti più violenti avvenuti in Perù negli ultimi anni, superato dal terremoto di Arequipa del 2001. Questo fatto ha lasciato Morirono 596 persone.

26 maggio 2019

Uno degli ultimi terremoti registrati in Perù è stato quello conosciuto come “terremoto di Loreto”, che ha avuto a magnitudo 8 e ha avuto origine alle 02:41 ora locale e di conseguenza ha provocato la morte di una persona e il coinvolgimento di oltre 2.500 persone.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Nonostante le limitazioni, il paniere familiare regolamentato si difende con la massima priorità › Cuba › Granma
NEXT Hanno presentato la prima edizione della Fiera del Libro di Tucumán