Mendoza: terra del sole, del buon vino e degli alfajores!

Questo martedì si conclude “il Settimana Alfajor”, evento che viene effettuata tra il 1° e il 7 maggio di ogni anno. È una tradizione che guadagna seguaci anno dopo anno e per la quale i fan questa caramella argentina Hanno un motivo in più per acquistarlo e regalarlo ai propri cari.

È un festival che si svolge in tutta l’Argentina da meno di un decennio. Era il 2017 quando a gruppo di chioschi Ho deciso di effettuare a celebrazione speciale per uno dei classici preferiti degli argentini. A partire da questa iniziativa, ogni anno L’alfajor viene commemorato per sette giorni.

In tale quadro, Mendoza Si distingue nel paese per la sua impronta, la sua creatività e la varietà che presenta agli appassionati dell’alfajor. La provincia conta diversi alfajores di spicco e gli imprenditori del settore lo sottolineano i turisti cercano sempre più di portare con sé la loro scatola di alfajores tanto quanto i vini.

Inoltre, il Camera argentina di Alfajor si esibisce ogni anno Festival dell’Alfajor. Nel 2024 si celebrerà tra il 17 e il 19 maggio nella città di Resistencia, nel Chaco. In quell’evento, alfajoreros e imprenditori si incontreranno e sceglieranno, ancora una volta, i migliori alfajores in diverse categorie.

La storia dell’alfajor

L’origine di biscotto al caramello risale al Medio Oriente, il suo nome ne è una testimonianza poiché deriva dall’arabo “Al-Has”, il cui significato è “il ripieno”. Questo dolce era a base di pasta di mandorle, noci e miele e fu introdotto in Spagna quando gli arabi conquistarono la penisola iberica nell’VIII secolo.

Dopo la conquista, questo dolce arrivò nelle nostre terre in epoca coloniale. Successivamente, la ricetta utilizzata dagli spagnoli è stata adattata agli ingredienti locali disponibili nella regione e ciò ha portato a il dulce de leche sarebbe diventato il protagonista dell’occasione.

Vedi anche: L’AMIA ha dovuto essere evacuata a causa della minaccia di una bomba

L’alfajor è uno dei dolci più ricercati dagli argentini e dai turisti. Secondo un sondaggio pubblicato dal Unione dei Chioschi della Repubblica Argentina (UKRA) nel 2022, il Guaymalln è il più scelto dagli argentiniseguito dal Jorge e il Tofi.

Mendoza, “Terra del sole, del buon vino e dei grandi alfajores”

La provincia di Mendoza si è distinta in successive competizioni nazionali e internazionali. Entre Dos, Portal del Viento, Chocolezza, tra le altre aziende locali, si sono distinte in questi concorsi e si sono guadagnate il rispetto dell’intero Paese.

Chocolezza, una delle aziende più importanti tra gli alfajores di Mendoza.

In tale quadro, il inviare Ho visitato alcune di queste aziende e raccolto testimonianze su come si vive questo boom di alfajor a Mendoza e cosa cercano maggiormente consumatori e turisti.

Julin Sánchez, responsabile delle pubbliche relazioni di Chocolezza, e Rodrigo Sitta, proprietario del Portal del Vientoha raccontato alcune coincidenze in questo contesto e l’importanza dello sviluppo dell’industria dell’alfajorera a Mendoza.

Vedi anche: Queste aree subiranno interruzioni di corrente a Mendoza questo martedì 7 maggio

Chocolezza dispone di negozi in Calle Las Heras e punti vendita ad Arstides, nel Terminal del Sol e nell’Aeroporto, ma la stella è il posto in via Coronel Daz a Ciudad. In questa località sono aperti tutti i giorni della settimana dalle 8.00 alle 21.00 e alle 11.00 e alle 18.00 vengono proposte visite guidate, oltre alle visite per i gruppi turistici.

Il posto ha una caffè con vista sulla fabbrica, dove i visitatori potranno osservare come vengono realizzate queste prelibatezze con il “cioccolato autentico”, sottolinea l’azienda. “I turisti apprezzano la visita, vedono la qualità del lavoro e prendono gli alfajores”, precisa la compagnia.

I 3 alfajores più venduti di Chocolezza: classico, dulce de leche al rhum e 80% cacao.

Per la sua parte, Portal del Viento ha la sua fabbrica sulla Strada Panamericana 2861, da Visalba, Lujn de Cuyo. Inoltre, dispone di negozi in luoghi vitali della città, come via Patricias Mendocinas, di fronte a Plaza Independencia, e in via Las Heras, tra Mitre e Chile.

Lo ha affermato Rodrigo Sitta, fondatore dell’azienda “Quando i turisti vengono a Mendoza chiedono del cioccolato, del dulce de leche, degli alfajores”. L’azienda lavora anche dal lunedì alla domenica, dalle 9:00 alle 21:00 e si distingue per la sua diversità. Portal del Viento dispone di 36 gusti, tra cui spiccano il vino, il liquore e i classici sapori di frutta.

19aa25a259.jpg

La posizione del Portal del Viento in Calle Las Heras.

Per quanto riguarda i best seller, in Chocolezza mette in risalto l’alfajor al cacao 80%, quello con Dulce de Leche al Rhum e il classico nero con dulce de leche. Da Portale del vento Si evidenziano inoltre la prence del “classico”, mentre sottolineano il successo del malbec alfajor e quelli di Amarula e Baileys.

I prezzi a Chocolezza sono 12.800 dollari per 6 alfajores e 25.600 dollari per 12. In evidenza anche una scatola che contiene una proposta dove si trovano i più venduti, “alla gente piace molto quella proposta, la varietà è attraente”.

Vedi anche: Adeguamento al registro automobilistico: cosa pensano gli abitanti di Mendoza

Inoltre, l’alfajor ghiacciato ha una buona accoglienza da parte del pubblico. “Abbiamo dieci gusti, copertura di cioccolato e gelato artigianale”, ha sottolineato Julin. Inoltre, lo ha spiegato dettagliatamente Il dulce de leche al rhum alfajor ha ricevuto la medaglia d’oro per il miglior aroma di cioccolato a La Rural nel 2023. Mentre, nel 2022, il tradizionale alfajor ha ricevuto la medaglia d’oro per il miglior biscotto a La Plata.

Portale del vento Non è molto indietro e ha ricevuto riconoscimenti anche a livello nazionale. Questa azienda ha ricevuto distinzioni per l’alfajor originale e l’alfajor più ricco. Nel 2023 l’alfajor al mirtillo ha vinto nella categoria “miglior frutto alfajor” al Festival Nazionale dell’Alfajor La Falda.

Per quanto riguarda i prezzi, Portal del Viento ne ha una mezza dozzina a 8.000 dollari e una dozzina a 15.000 dollari. Nell’ambito della settimana alfajor, questa azienda ha proposto sul suo sito una promozione di 3 scatole al prezzo di 2. Mentre hanno precisato che hanno sedi a Rosario e sulla rotta Crdoba-Rosario, aggiungono una sede durante la stagione estiva a Las Grutas, Ro Negro.

5d63b01d0a.jpg

Gli alfajores al liquore, fiore all’occhiello del Portal del Viento.

La situazione economica del paese ha avuto un impatto sulle vendite, dicono entrambe le società. “La recessione colpisce, come in qualsiasi altro settore”, ha sottolineato Julin. Da parte sua, Rodrigo ha avvertito che “prima esportavamo, ma ora l’Argentina è cara e, per esempio, rispetto al Cile non conviene più prenderli. Prima ancora lo consideravano un investimento”.

Infine, entrambi hanno sottolineato l’importanza di Mendoza a livello nazionale. Gli alfajores artigianali della provincia vengono elogiati in ogni competizione e i turisti sanno che Mendoza non è più solo vino, ma anche alfajores di altissimo livello.

“Tra Two abbiamo alzato l’asticella e siamo migliorati tutti, prima Crdoba era la città alfajorera per eccellenza, oggi Mendoza lotta per quella posizione“ha detto Rodrigo Sitta del Portal del Viento.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Con puro folklore, le peñas si moltiplicano per celebrare il 25 maggio a Neuquén
NEXT Si è concluso a Holguín il seminario preparatorio per il prossimo anno scolastico