Córdoba CF e una prestazione storica da ospite stroncata sul nascere

Córdoba CF e una prestazione storica da ospite stroncata sul nascere
Córdoba CF e una prestazione storica da ospite stroncata sul nascere

Una delle caratteristiche principali della prima squadra biancoverde. La serie di vittorie consecutive che aveva ottenuto dallo scorso ottobre doveva finire un giorno, ma quello che nessuno si aspettava era che finisse in fondo al campo. E la sconfitta del Córdoba CF al Nuevo Los Cármenes contro il Recreativo Granada è ancora una caduta vuota in termini di risultati sportivi, al di là della promozione diretta del CD Castellón, visto che sia il Málaga CF che l’Ibiza non sono riusciti a vincere nell’incontro infrange una statistica fondamentale per i califfi dal 7 ottobre.

Dalla settima giornata di questa stagione, il Córdoba CF non conosceva la sconfitta in trasferta, proprio dopo aver perso contro l’Algeciras CF, ex squadra dell’allenatore Iván Ania, al Nuevo Mirador. Da lì, la squadra biancoverde si è trasformata, ottenendo una prestazione lontana da El Arcángel che raramente aveva sperimentato nella sua storia. Tanto che i numeri riflettono questo potenziale, visto che il club del Califfato ha ottenuto gli stessi punti nei 35 eventi giocati finora, che sono serviti a certificare virtualmente il secondo posto a tre partite dalla fine della stagione regolare.

Tuttavia, questa serie trionfale di 13 partite senza sconfitte si è interrotta domenica scorsa. Il Córdoba CF ha fatto visita a uno dei rivali più facili, in teoria, in casa nell’intero Gruppo II della Primera RFEF. E il fatto è che il Recreativo Granada aveva consumato la retrocessione in Seconda RFEF pochi giorni fa e non conosceva la vittoria al Nuevo Los Cármenes, poiché aveva sconfitto solo il suo rivale alla Ciudad Deportiva. Ciononostante, i ragazzi guidati da Germán Crespo hanno dimostrato ai biancoverdi che senza tensione agonistica qualsiasi squadra di questa categoria può metterti nei guai e hanno dato loro un duro correttivo.

Con quel 3-0, il Córdoba CF è stato sconfitto come ospite 13 partite dopo, riuscendo a eguagliare il miglior record di questa statistica della sua storia, come ha sottolineato Álvaro Vega nel suo resoconto. Twitter (X) @laligaennumeros. E la squadra biancoverde non raggiungeva questi numeri dall’ottobre del 1998, quando anche in Seconda Divisione B riusciva a restare imbattuta a 13 partite dall’El Arcángel. Di fatto, in quella stagione, il club del Califfato ottenne a Cartagonova quella promozione epica, proprio quella che la squadra guidata da Ivan Ania sta cercando di imitare.

#Colombia

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il partito di Diego Miranda ottiene la presidenza municipale di San José nonostante la rottura dell’accordo
NEXT I lavoratori degli hotel chiedono miglioramenti sul lavoro nell’area di San José – Telemundo Bahía 48