Gran Loggia del Cile | Sito web pubblico

Gran Loggia del Cile | Sito web pubblico
Gran Loggia del Cile | Sito web pubblico

Il MRH Jorge Baldani Lenz, Gran Maestro della Gran Loggia di Bolivia, inizia la sua visita ufficiale in Cile, con attività a Santiago e Antofagasta. Un’occasione nella quale avrete l’opportunità di partecipare a diversi eventi che vi permetteranno di conoscere nel dettaglio, insieme al Gran Maestro Sebastián Jans P, il lavoro svolto dalla Gran Loggia del Cile e l’affetto che qui si nutre per i boliviani. Massoneria.

Dopo alcuni anni di persecuzioni, che avevano impedito ogni riunione di Loggia, la Massoneria riemerse in Bolivia nel 1928. Tre Logge operavano sotto l’obbedienza della Gran Loggia del Cile, altre tre erano state organizzate e presto si annunciava la creazione di altre due. Tutti costoro, durante quell’anno e quelli successivi, portarono avanti attività che portarono alla creazione di un potere massonico nazionale.

Di conseguenza, sette logge di Potosí, La Paz, Sucre, Cochabamba e Oruro inviarono delegati ad un incontro che, il 20 novembre 1929, fondò la Gran Loggia di Bolivia.

Il suo primo Gran Maestro fu MRH Norberto Galdo Ballivián.

Il 12 aprile 1930, il Gran Maestro Héctor Boccardo Benvenuto firmò il decreto che autorizzava la segregazione delle sette Logge che operavano sotto la nostra obbedienza in territorio boliviano e concedeva la propria Carta Costitutiva alla Gran Loggia di Bolivia.

I buoni rapporti tra le due obbedienze si mantennero saldi nel tempo, ispirati dall’ideologia di fratellanza americanista che le univa.

Nel marzo 1936, la Gran Loggia del Cile tenne una solenne riunione a Santiago, nella quale fu ricevuto il Gran Maestro della Gran Loggia di Bolivia, MRH Federico Martins.

Il 12 ottobre di quell’anno, la Gran Loggia della Bolivia era nuovamente presente nel nostro Paese, per partecipare ad un incontro continentale, organizzato dalla Gran Loggia del Cile, il cui scopo era unire i legami e dare speranza a un mondo in cui si discuteva in mezzo alle lotte passionali che, purtroppo, si sarebbero scatenate durante la Seconda Guerra Mondiale.

Un fatto che evidenzia l’unione fraterna tra le nostre obbedienze è stata l’iniziazione in Cile della persona che diresse la Gran Loggia di Bolivia nel periodo 1940-1945, il MRH Armando Bretel Arrázola, iniziato nella RL Patria y Libertad N°36, di San Filippo, 27 luglio 1910.

La Gran Loggia della Bolivia aderì alla Confederazione massonica interamericana e quando furono create le divisioni giurisdizionali nell’organizzazione, iniziò a condividere spazi di incontro fraterno con la Gran Loggia del Cile nella VI Zona dell’istituzione.

A dirigere attualmente i destini della Gran Loggia della Bolivia, per il periodo 2023-2026, è il MRH Jorge Baldani Lenz, al cui insediamento ha assistito il Gran Maestro Sebastián Jans Pérez nel dicembre dello scorso anno. In quell’occasione portò l’affetto della Massoneria cilena alla sorella potenza massonica, che tra cinque anni festeggerà il suo primo secolo di esistenza.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Lo status giuridico potrebbe implicare la San Juan Football League
NEXT Frana a Risaralda provoca la morte di due persone; le agenzie umanitarie rispondono all’emergenza