Il fiume Uruguay continua a salire e si aggiungono gli sfollati

Il fiume Uruguay continua a salire e si aggiungono gli sfollati
Il fiume Uruguay continua a salire e si aggiungono gli sfollati

Il fiume Uruguay continua a salire e nelle ultime ore di questo martedì dalla Zona Idrologica della Diga del Salto Grande hanno diffuso un nuovo comunicato stampa in cui hanno evidenziato che il livello sopra il porto di Concordia non supererà i 12,20 metri fino a quel momento. Mercoledì. Martedì pomeriggio il fiume era a 11,97 metri.

Fiume Uruguay.jpg

Il fiume Uruguay in piena crescita.

Quanto al livello dell’invaso, fino alle ore 8 di questo martedì era a 31,28 metri, ma con il passare della giornata tenderà a 31. Nel frattempo le discariche rimarranno aperte.

Secondo l’ultimo rapporto del Centro operativo per l’emergenza, sono state evacuate complessivamente 12 famiglie, di cui 11, composte da 20 adulti e 14 minori, sono state trasferite in abitazioni private. La restante famiglia, composta da due adulti, è stata ospitata nel Centro di Evacuazione “El Refugio”, nel quartiere di Carretera La Cruz. Il totale delle persone evacuate finora è di 36.

Hanno sottolineato che il picco dell’alluvione si trova attualmente tra i comuni di Garrucho e Santo Tomé, nella provincia di Corrientes, dove le condizioni meteorologiche sono state favorevoli nelle ultime ore, facendo capire che potrebbero variare.

D’altra parte, le famiglie che si trovano in zone che potrebbero essere allagate nelle prossime ore sono state invitate a prendere le precauzioni necessarie affinché, in caso di evacuazione, tale azione venga effettuata senza acqua all’interno delle abitazioni, in modo preventivo. prendersi cura dell’integrità fisica e della proprietà.

Nelle zone più complicate, invece, i livelli di allerta sono stati superati, avvicinandosi addirittura ai livelli di evacuazione in diverse sezioni. Il picco si verifica a Chapecó (stato di Santa Catarina, Brasile), con una portata di 20K m³/s, mentre un aumento significativo si registra nel tratto San Javier (provincia di Misiones) – Monte Caseros (Corrientes).

Il tempo di ritorno di questo fenomeno è stimato tra i sei e i 15 giorni, il che indica la gravità della situazione attuale. Detto questo, il Governo di Entre Ríos sottolinea l’importanza del monitoraggio costante effettuato dalla Direzione delle Opere Idrauliche e Sanitarie, in coordinamento con il Ministero della Pianificazione, Infrastrutture e Servizi (MPIyS).

La Rete Idrologica e Pluviometrica di Entre Ríos, che dispone di 198 pluviometri presidiati dalla Polizia Provinciale, fornisce rapporti giornalieri e mensili sulle precipitazioni nel territorio, consentendo un monitoraggio preciso della situazione.

Il direttore generale delle Opere Idrauliche e Sanitarie, Oscar Pintos, ha invitato la popolazione a “essere attenta alle raccomandazioni delle autorità locali, soprattutto considerando la persistenza delle piogge e le proiezioni di nuovi impulsi di piena”.

“In questa situazione di emergenza idrologica, la priorità assoluta è la sicurezza e il benessere dei cittadini e dei residenti delle aree colpite. La popolazione è invitata a rimanere informata e a seguire le istruzioni delle autorità per garantire una risposta efficace e coordinata a questa situazione situazione”, ha sottolineato.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV A Cali si terrà un sit-in a sostegno delle Forze Militari
NEXT Studenti UBA qualificati per la Coppa del mondo di ingegneria petrolifera | È la prima volta che il Paese avrà dei rappresentanti