La Rioja affronta la campagna primaverile dei broccoli con buone prospettive

La Rioja affronta la campagna primaverile dei broccoli con buone prospettive
La Rioja affronta la campagna primaverile dei broccoli con buone prospettive

Dalla metà di aprile, i broccoli o broccoli sono stati nuovamente elencati nel tabellone, come indicato nel bollettino dell’Osservatorio dei prezzi agricoli del governo di La Rioja corrispondente alla settimana dal 15 al 21 aprile.

Il bollettino pubblicato ieri, dal 29 aprile al 5 maggio, ha evidenziato un leggero aumento rispetto ai giorni precedenti e il prezzo percepito dall’agricoltore ha raggiunto 0,65 euro al chilo. L’uscita dal magazzino è di 1,20 euro e il prezzo pagato dall’agricoltore e dall’industria è di 2,97 euro.

Juan Oliván, della Frutas Oliván SA di Calahorra, spiega che i broccoli invernali sono stati piantati a settembre, e la campagna è durata fino a febbraio-marzo. In inverno si effettua una seconda piantagione che poi viene raccolta.

231
ettari sono stati registrati nel 2022

e un raccolto di 3.119 tonnellate rispetto a 179 ettari e 1.951 tonnellate nel 2006, cosa che riflette un’evoluzione positiva con lievi alti e bassi. Nel 2023 a La Rioja si contavano 219 ettari e 2.957 tonnellate di broccoli.

L’inverno è forte e nell’ultima stagione i temporali settembrini hanno influito negativamente causando danni alle piante e la conseguente riduzione della produzione.

La stagione primaverile è una campagna più breve, per evitare temperature elevate, e i broccoli che ricevono sono in ottime condizioni, quindi le prospettive sono buone.

Frutas Oliván riceve i broccoli da Calahorra e dalla riva del fiume Navarrese (San Adrián, Azagra…). Distribuisce tutto per il consumo fresco e lo invia ai mercati centrali e ai supermercati del nord del Paese (da Madrid in su), anche se sono sempre più i produttori che si concentrano sul settore.

Juan Oliván cita la competizione che esiste in questa coltura con la zona di Murcia, che produce tutto l’anno, cercando spazi con climi più freddi, motivo per cui hanno un’attività continua rispetto al tempo tempestoso di La Rioja, dovendo fermarsi in l’estate o provare a coltivare i raccolti in luoghi più freddi e lontani.

Fino al 2005 compreso, i dati dei broccoli erano calcolati con quelli del cavolfiore, quindi l’evoluzione di questa coltura a La Rioja può essere analizzata a partire dal 2006, quando contava 179 ettari di irrigazione a cielo aperto, una produzione di 1.951 tonnellate e un prezzo medio di 32,48 euro. per cento chili (nel 2020, anno della pandemia, è arrivata a 75,18 euro per cento chili, e nel 2021 è scesa a 53,87 euro).

Negli ultimi anni la superficie è aumentata fino a raggiungere nel 2022 i 231 ettari e un raccolto di 3.119 tonnellate. Nel 2023, il servizio di statistica agricola del governo di La Rioja ha registrato le cifre di 219 ettari di broccoli e 2.957 tonnellate raccolte.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Gli equipaggi di Dagma continuano a pulire i corsi d’acqua nelle zone colpite dalla tempesta
NEXT Lo studio rivela che la maggior parte dei campi si è formata dopo il primo governo di Piñera