Lo studio legale chiarisce la sua posizione di fronte alle polemiche a Cobreloa

Lo studio legale chiarisce la sua posizione di fronte alle polemiche a Cobreloa
Lo studio legale chiarisce la sua posizione di fronte alle polemiche a Cobreloa

Gli stati d’animo non sono i migliori In Copperloa. In campo la serie negativa non fa che prolungarsi: sono già tre le sconfitte consecutive. Fuori, le cose non stanno migliorando: ex cadetti affrontano un processo per un caso di stupro di massa avvenuto nel 2021.

Tra le tante notizie che si sono succedute sull’argomento, oggi è emersa la versione dello studio legale Colombara Legal Strategy, che ha difeso la propria indagine sul caso.

I legali avevano stabilito che nel caso dei cadetti non vi era alcuna colpa del club di Calameño, dimostrando che il reato denunciato, cioè la violenza sessuale, “non poteva essere provato”.

“Sono stati esaminati i documenti inviati, le informazioni provenienti dai media o dalla stampa e alla fine si è giunti alla conclusione che, in sostanza, l’esistenza del fatto denunciato, o il fatto che avrebbe dato luogo all’indagine, non era stata provata. Cioè il presunto reato di natura sessuale”, hanno sottolineato dallo studio, in conversazione con La Tercera.

parole controverse

Non sono parole del tutto fortunate. Questo perché nell’indagine condotta dalla Procura erano già state adottate alcune misure, come la detenzione preventiva. Questo come misura preventiva.

Di fronte alle critiche, Colombara Legal Strategy si è fatta avanti e ha spiegato il suo operato: “L’attuale Consiglio di amministrazione del Club Cobreloa, vista la sua preoccupazione per quanto denunciato e per la vittima, ha richiesto un’indagine interna per verificare se vi fossero sia stata negligenza da parte del Club e se siano stati applicati i protocolli interni, entrambi punti in relazione all’evento denunciato”, hanno precisato a La Tercera.

“Evidentemente l’indagine interna non può avere lo scopo di accertare se sia stato commesso un reato, poiché ciò è facoltativo per il Pubblico Ministero e i tribunali”, ha aggiunto la società.

“Cobreloa aspettava l’avanzamento dell’indagine del Pubblico Ministero, al quale aveva presentato una denuncia, e che dopo tre anni ha portato a nove formalizzazioni. Ci risulta che recentemente, oltre all’indagine interna, debbano essere emersi degli antecedenti che spieghino perché non sia stata formalizzata prima. Ora bisogna aspettare l’andamento delle indagini e il processo orale”, hanno concluso.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La Fiat sospende la produzione in Brasile: che effetti ha su Mendoza?
NEXT Nel bel mezzo di un’udienza della PEC, ex militari hanno confessato falsi positivi a Casanare • Al Punto