Il prezzo del dollaro sale a Cuba e l’euro schizza fino a 400 pesos

Il prezzo del dollaro sale a Cuba e l’euro schizza fino a 400 pesos
Il prezzo del dollaro sale a Cuba e l’euro schizza fino a 400 pesos

Per il terzo giorno consecutivo il dollaro e l’euro si svegliano con rialzi dei prezzi e nuovi record di vendite nel mercato informale cubano.

La valuta statunitense sale di due pesos e raggiunge i 392 CUP.

Particolarmente rilevante è il forte aumento dell’euroche è superiore a 400 CUP dopo aver raccolto cinque pesos in una volta, come annunciato l’8 maggio dai media indipendenti il toccoche monitora le fluttuazioni valutarie nel marketing di strada.

La valuta liberamente convertibile (MLC), da parte sua, Questo mercoledì rimane a 390 CUPun prezzo che ha raggiunto il 4 maggio.

Tasso di cambio oggi 08/05/2024 – 7:15 a Cuba:

Tasso di cambio del dollaro da USD a CUP secondo il tocco: 392 TAZZE.

Tasso di cambio dell’euro da EUR a CUP secondo il tocco: 400 TAZZE.

Tasso di cambio da MLC a CUP secondo il tocco: 300 TAZZE.

Tasso di cambio alternativo da altre piattaforme:

Tasso di cambio del dollaro (USD): acquista 389 CUP, vendi 391 CUP.

Tasso di cambio Euro (EUR): Acquista 396 CUP, Vendi 397 CUP.

Tasso di cambio MLC: acquista 300 CUP, vendi 300 CUP.

Il tasso di cambio informale di Cuba offerto qui non è ufficialmente riconosciuto o approvato da alcuna entità finanziaria o governativa.

Di seguito sono riportati gli equivalenti di ciascuna banconota disponibile da euro e dollari statunitensi a pesos cubani (CUP) secondo i tassi di cambio di questo 8 maggio 2024.

Dal dollaro statunitense (USD) al peso cubano (CUP):

1 USD = 392 TAZZE

5 USD = 1960 COPPA

10 USD = 3920 TAZZE

20 USD = 7840 COPPIE

50 USD = 19600 TAZZE

100 USD = 39200 TAZZE

Euro (EUR) in Peso cubano (CUP):

1 EUR = 400 TAZZE

5 EUR = 2000 TAZZE

10 EUR = 4000 TAZZE

20 EUR = 8000 TAZZE

50 EUR = 20000 TAZZE

100 EUR = 40.000 TAZZE

Queste informazioni possono essere utili per calcolare il costo in pesos cubani di qualsiasi importo in dollari o euro.

Queste tariffe vengono applicate in base ai valori attuali del mercato informale a Cuba.

Mentre il prezzo informale della valuta estera rimane senza tetto a Cuba, anche l’inflazione continua ad essere incontrollata, lasciando un panorama desolante in cui i cubani vedono perdere giorno dopo giorno il loro potere d’acquisto.

In mezzo a questo scenario, il regime cubano sembra trovarsi in un vicolo cieco, incapace di offrire soluzioni economiche al problema e optando per dare la colpa alla svalutazione del CUP il tocco.

Pensi che la pubblicazione del tasso elTOQUE possa davvero influenzare il prezzo del dollaro e delle altre valute nel mercato informale? È un dibattito legittimo?”hanno chiesto nei giorni scorsi i media indipendenti ai loro lettori, analizzando nel dettaglio il risultato di uno studio dell’Osservatorio delle valute e della finanza (OMFi) sull’argomento.

Tra gennaio 2021 e aprile 2024, il peso cubano si è deprezzato del 660% rispetto al dollaro statunitense nel mercato parallelo. Il tasso di cambio informale coesiste con due tassi di cambio ufficiali ampiamente sopravvalutati.

Il riferimento principale – anche se non è l’unico – del valore del peso cubano nel mercato informale proviene dalla piattaforma multimediale indipendente il toccoche ha estratto ed elaborato informazioni sul mercato valutario parallelo di Cuba utilizzando una nuova metodologia.

I media indipendenti hanno ribadito che i dati vengono ottenuti dai social network e dai siti web attraverso algoritmi di intelligenza artificiale che consentono l’elaborazione del linguaggio naturale (NLP). Gli algoritmi identificano ed estraggono informazioni su chi acquista, chi vende, quale valuta, a quale tasso e quale importo.

La pubblicazione del tasso di cambio rappresentativo del mercato informale (TRMI) da allora il tocco Ha generato un intenso dibattito in cui si confrontano detrattori e difensori, che utilizzano tutti i tipi di argomenti, posizioni politiche estreme, limitata educazione finanziaria e teorie del complotto.

L’intolleranza del governo cubano verso un mezzo di informazione critico nei confronti delle politiche ufficiali costituisce un fattore motivante per le campagne di disinformazione che si verificano nella stampa statale e nelle reti sociali.

“Incolpare un’entità esterna per la svalutazione del peso e l’inflazione si adatta bene al copione che il governo usa da decenni per eludere le responsabilità e distogliere l’attenzione”ha concluso il tocco.

Alla fine di gennaio Miguel Diaz-Canelattraverso il suo allora Ministro dell’Economia e della Pianificazione, Alessandro Gil Fernandezha annunciato di essere pronto a farlo l’intervento del mercato informale dei cambi in febbraio.

La Presidenza di Cuba ha indicato che il governo avanzerà “nella presentazione di proposte per il ridimensionamento del mercato dei cambi, l’intervento del settore informale e il controllo del tasso di cambio nel paese”, anche se non sono stati forniti i dettagli del piano interventista.

In questo senso, hanno indicato che le azioni da sviluppare includevano “la determinazione del tasso di cambio e la formazione dei prezzi”. Tuttavia, dopo la destituzione di Gil Fernández, la questione dell’intervento nel mercato valutario informale ha avuto apparenze spettrali nella retorica ufficiale senza però prendere forma nella realtà.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV I toyoteros e i veicoli da rally che sono diventati i peggiori nemici dei frailejones nella brughiera di Cundinamarca
NEXT L’UNSa chiede che venga riconosciuta la gratuità per i suoi studenti – Salta