Una giornata storica segna la prima pietra miliare del Parco Astronomico di Ventarrones « Notizie UCN aggiornate – Universidad Católica del Norte

Una giornata storica segna la prima pietra miliare del Parco Astronomico di Ventarrones « Notizie UCN aggiornate – Universidad Católica del Norte
Una giornata storica segna la prima pietra miliare del Parco Astronomico di Ventarrones « Notizie UCN aggiornate – Universidad Católica del Norte

L’iniziativa è guidata dall’Universidad Católica del Norte (UCN)

Con l’inizio dei lavori di pavimentazione su 3,5 chilometri della strada di accesso e la costruzione di due piattaforme che ospiteranno rispettivamente un campo e un complesso di telescopi, sarà avviata la costruzione del Parco Astronomico di Ventarrones, situato sulla collina omonima 90 chilometri a sud-est di Antofagasta.

Questa iniziativa è guidata dall’Universidad Católica del Norte (UCN) e vede la collaborazione di diversi partner strategici, uno dei più importanti è l’Osservatorio Astronomico Nazionale della Cina (NAOC).

Il complesso sarà uno spazio per promuovere la ricerca, l’istruzione e l’astroturismo nella regione di Antofagasta e a livello nazionale, che consentirà lo sviluppo di vari progetti e contribuirà al progresso dell’astronomia, tra le altre discipline.

Questo centro di ricerca si trova a 2.200 metri sul livello del mare nel cosiddetto triangolo astronomico in cui si trovano gli osservatori del Paranal e dell’Armazones, un’area con un cielo privilegiato di qualità mondiale per sviluppare l’astronomia all’avanguardia.

Il Ministero dei Lavori Pubblici (MOP) e la Giunta Regionale (Gore) hanno sostenuto questo centro nella sua fase iniziale con la costruzione della strada asfaltata di accesso al centro astronomico.

PROIEZIONI INIZIALI

Il direttore dell’Istituto di Astronomia Dott. Maximiliano Moyano sottolinea che “L’idea di questo centro di ricerca è quella di apportare benefici alla regione e al Paese attraverso lo sviluppo di discipline chiave nello sviluppo della Macrozona settentrionale come, tra le altre, l’astronomia.”.

L’astronomo cinese e rappresentante del progetto TOM (Transient Objects Monitoring) a Cerro Ventarrones, in Cile, il dottor Zhenyu Wu, ha sottolineato l’importanza del lavoro congiunto e della collaborazione nell’iniziativa binazionale.

Ha apprezzato il lavoro di collaborazione tra l’UCN e la NAOC per gli studi astronomici, in un’alleanza che coinvolge Cile e Cina. Secondo lui, la costruzione delle opere fondamentali durerà un anno, mentre i telescopi verranno installati l’anno successivo.

Da parte sua, il responsabile del progetto, l’accademico dell’Istituto di Astronomia (IA) di quella casa di istruzione superiore, Dr. Christian Moni Bidin, ha sottolineato che il progetto contribuirà alla formazione degli studenti del Bachelor laurea in Fisica con menzione in Astronomia presso l’UCN, coloro che avranno possibilità di apprendere, formarsi e conoscere.

IMPATTO

Oltre ad essere un centro per la ricerca astronomica, il parco promuoverà anche lo sviluppo di tecnologie applicate in settori quali le risorse idriche, le energie rinnovabili, l’istruzione e l’astroturismo, tra gli altri settori rilevanti per la regione.

A questo proposito, la direttrice dell’Innovazione e del Trasferimento Tecnologico dell’UCN, Bárbara Torres Vallejos, ha sottolineato che la realizzazione del progetto costituisce una nuova pietra miliare. “Ci auguriamo che, una volta installato nell’ambito della cooperazione internazionale, ci consentirà di fare maggiori e migliori ricerche sui nostri cieli. Crediamo che poter avere un laboratorio a nostra disposizione, sia per gli studenti che per i docenti, sarà senza dubbio uno dei modi per, attraverso il polo astronomico, posizionarci come università.”ha sottolineato.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Annunciano questa settimana un secondo sistema frontale per varie regioni del Cile: da quando e dove pioverà?
NEXT I senatori avvertono della crisi nel Cauca per l’aumento del terrorismo