Colombia Tech Report 2023-2024: “Gli investimenti non sono morti, in realtà l’asticella è stata alzata”

Colombia Tech Report 2023-2024: “Gli investimenti non sono morti, in realtà l’asticella è stata alzata”
Colombia Tech Report 2023-2024: “Gli investimenti non sono morti, in realtà l’asticella è stata alzata”

Il fintech è “il settore di maggiore interesse in cui investire, con un totale del 39% degli investimenti effettuati”

Foto: Shutterstock

Ecco alcuni dati: “Bogotà e Antioquia rappresentano l’80% di queste imprese, il che dimostra che in queste zone del Paese si scommette su questo tipo di iniziative”. “Più della metà delle startup sono distribuite nei sei settori trainanti: Fintech (17%), Saas (10%), HealthTech (6%), Business Management (6%), PropTech (6%) ed EdTech (6% ); È importante ricordare che la comparsa dei settori Saas, PropTech ed EdTech, nella Top 6, ha sostituito i segmenti RetailTech, DeepTech e AdTech/MarTech, che in precedenza occupavano i primi posti nella lista.

Di più: che “dipartimenti come Valle del Cauca e Atlántico registrano un aumento del 10% nella concentrazione di imprese emergenti, seguiti da Santander (3%), Caldas (2%) e Risaralda (1%). Inoltre, Cali e Barranquilla rimangono nella Top 1000 globale delle città che rappresentano le potenze dell’ecosistema delle startup, secondo il Global Startup Ecosystem Index, a cui si aggiungono altre capitali del paese come Manizales, Bucaramanga, Pereira, Armenia e Popayán “.

E che il Fintech è “il settore di maggiore interesse in cui investire, con un totale del 39% degli investimenti effettuati, seguito dal settore Proptech (29%) ed Energytech (8%), quest’ultimo focalizzato su energie rinnovabili, efficienza energetica e l’economia circolare, essendo un settore in crescita a livello regionale e globale”.

Grafico degli investimenti.

Foto: Rapporto tecnico della Colombia

Sono solo alcuni dei dati appena emersi con il Colombia Tech Report 2023, il documento che anno dopo anno cerca di offrire una visione di quanto sta accadendo nello scenario imprenditoriale digitale del Paese e, quindi, di andare un po’ oltre le cifre, in Imprenditorialità e Leadership di El Espectador, abbiamo parlato con María Paula Peñaranda, Innovation Manager e Emerging Giants Leader di KPMG Colombia, anche lei a capo dello studio, e che ci rivela i dettagli degli investimenti, dell’intelligenza artificiale, della generazione di occupazione, delle sfide nel mezzo di tanta turbolenza politica ed economica, per questo avverte che “è essenziale che le startup colombiane mantengano una mentalità di resilienza e concentrino i loro sforzi sull’innovazione, sull’efficienza operativa e sulla creazione di valore per i propri clienti e partner”.

Quante startup tecnologiche sono state trovate in Colombia, in quali settori e in quali città?

Quest’anno siamo riusciti a mappare 1.720 startup, il che riflette una crescita del 30% rispetto al 2019. la mappatura dell’anno precedente, che dimostra il grande interesse del Paese a continuare ad investire in questo settore. Ora, se parliamo di distribuzione tra settori, questi sono distribuiti in 30 settori, ma il 51% delle startup si consolida nei primi 6: Fintech (17%), Software as a Service (10%), Business Management con 6 % e salgono tra i primi 6, EdTech, HealthTech e ProTech, ciascuno con il 6%. In questo senso, le principali città che coprono il grande volume di startup in Colombia sono 4: Bogotá (55%), Medellín (25%), Cali (8%) e Barranquilla (3%), comprensibile per la sua struttura.

Consigliato: Attenzione imprenditori: cos’è l’accessibilità e perché è importante?

Quali di questi sono i più importanti e perché?

Il rapporto evidenzia 10 startup, che sono state analizzate attraverso l’algoritmo StartupLink che tiene conto di aspetti come importi dei finanziamenti, numero di dipendenti, crescita e raccolta di capitali, visite al sito web o posizionamento sui media. Sulla base di ciò, abbiamo effettuato una revisione esaustiva di queste linee guida e in questo senso si distinguono le seguenti società: GoPass (Mobility), Addi (Fintech), Lulo Bank (Fintech), Melonn (RetailTech), BiaEnergy (EnergyTech), Simetrik ( Saas), Bold (Fintech), Foodology (FoodTech), Instaleap (LogTech) e Farmu (HealthTech).

Cosa potrebbero replicare nelle altre città e regioni del paese ciò che è stato fatto bene a Bogotá, Medellín, Cali e Barranquilla?

Un ecosistema di startup non si basa esclusivamente sul numero di startup presenti per regione; questa analisi tiene conto dell’intero ambiente che sfrutta e supporta la crescita di queste imprese. Per questo non basta avere, ad esempio, le 949 startup di Bogotà, ma ad esempio il numero di incubatori, acceleratori, il sostegno del settore pubblico-privato a questi progetti o le iniziative di networking e formazione che consentono imprenditori ad avere una mentalità più globale. Per tutto questo vi dico, queste 4 città sono le principali in termini di imprenditorialità. Ci sono ancora molte cose da fare, perché sono ecosistemi in fase iniziale, quindi è essenziale che tutti gli attori di questo ecosistema richiedano e attraggano più talenti, trasferiscano più conoscenze, sostengano questi progetti e consolidino così le startup in fasi molto più mature .

María Paula Peñaranda, Innovation Manager e leader dei giganti emergenti presso KPMG Colombia.

Foto: KPMG

Le aziende vicine agli utenti finali tendono a ricevere una maggiore visibilità nella mente delle persone, ma capisco che il modello preferito di queste startup sia il B2B. Come leggere quella realtà?

I modelli di business B2B tendono ad essere molto più redditizi a lungo termine perché la negoziazione con un’azienda dà ticket molto più alti, il che garantisce una maggiore redditività. Come dici tu, rispetto al mercato B2C, top of mind è un grande vantaggio, tuttavia, il checkout tende ad essere molto più impegnativo, poiché il prezzo è molto vicino al prezzo base, quindi gli utenti hanno maggiori possibilità di passare ad altri prodotti , se i marchi non sono in quella parte ideale della mente. Tuttavia, le imprese miste stanno guadagnando sempre più forza, avendo il meglio di entrambi i mondi: la redditività del business B2B e il posizionamento e la vicinanza all’utente finale del B2C.

Uno da leggere: La donna ispiratrice che, dopo un incidente, ha cambiato la sua vita per avviare un’impresa

Cosa è successo agli investimenti in un periodo di tassi di interesse storicamente elevati e di evidente prudenza da parte degli investitori?

Gli investimenti non sono morti, anzi hanno alzato l’asticella verso modelli di business molto più solidi. In questo senso, c’è stata una correzione del mercato avvenuta nel 2021 con la pandemia, quando si è verificato un boom delle soluzioni tecnologiche e digitali e l’aumento dei tassi di interesse, che è stata una tendenza globale. Ma, in questo senso, la Colombia, quest’anno, ha raccolto il 10% della raccolta di capitali della regione, collocandoci al terzo posto in termini di raccolta di capitali. Inoltre, sono stati raccolti 4,4 miliardi di dollari che, nonostante si tratti di una diminuzione del 45%, riflette la resilienza in questi termini. Adesso si parla già molto di diversificazione dei finanziamenti nei modelli di business delle Startup e di non dipendere esclusivamente dal Venture Capital, dove la Colombia ha raccolto 445 milioni di dollari in 120 operazioni. E, allo stesso tempo, si comincia a vedere un comportamento o un interesse per le dinamiche degli investimenti colombiani che sono ancora molto emergenti, motivo per cui si cercano veicoli di finanziamento di tipo debito, dove la Colombia ha raccolto più di 340 milioni di dollari destinati principalmente alle startup Fintech e Proptech.

Dal punto di vista occupazionale come sono? Quanti posti di lavoro stanno generando e come si legge in termini di genere, età e tipologia di posizioni?

La prima cosa è dire che oltre il 75% delle startup mappate impiegano meno di 20 persone, il che è legato alla natura di queste imprese, dal momento che sono aziende emergenti, ma anche ad alto rischio, quindi tendono a dover fare molto più severo in questo senso. Tuttavia, le startup tendono a destinare gran parte del budget all’assunzione e all’assunzione di persone davvero eccezionali nel loro settore. A fronte di ciò, gli ambiti più richiesti nel 2024 dalle startup saranno Commerciale e Vendite, Growth Marketing e Tecnologia. Infine, si riflette che, in Colombia, anche se le donne sono sempre più coinvolte nell’imprenditorialità, continuano a confrontarsi con barriere significative che limitano il loro potenziale per contribuire pienamente allo sviluppo economico del Paese.

Consigliato: hanno sviluppato una piattaforma per creare un negozio digitale “in pochi secondi”

E ora che parliamo tutti di intelligenza artificiale, quali risultati ha il Colombia Tech Report 2023-2024?

L’intelligenza artificiale (AI) sta diventando una tecnologia sempre più importante per le startup, con investimenti che nel 2023 si avvicinano ai 50 miliardi di dollari e un totale di 300 miliardi di dollari dal 2013, finanziando più di 16.000 aziende secondo i dati di Crunchbase. Anche le startup che non producono soluzioni di intelligenza artificiale stanno integrando questi strumenti digitali nei loro processi. In questo senso, il progresso dell’intelligenza artificiale ha anche innescato un notevole cambiamento nel panorama imprenditoriale del Paese, riflettendo un aumento della sua adozione. Tuttavia, del numero totale di startup che hanno implementato questa tecnologia, il 54% ha iniziato a utilizzarla meno di un anno fa.

Sembra tutto fantastico, ma siamo onesti, non tutti attraversano la valle della morte e non tutti sopravvivono. Perché le startup falliscono?

Le prospettive sono incoraggianti, molte startup superano questa valle, quelle che non lo fanno è perché tendono a basare il proprio business sui fondamenti del business di base e non tendono a identificare un problema reale nel mercato, quindi lo fanno non trovare il “mercato del prodotto” corretto. Tuttavia, esiste una variabile interessante, ovvero le associazioni di co-fondatori, che possono favorire queste imprese, ma quando non c’è allineamento di scopo e significato nelle iniziative, si verifica la diluizione della startup e non vi è alcuna negoziazione utile.

Siamo con tutto il movimento imprenditoriale del Paese da più di un decennio: com’è l’ecosistema, che ruolo sta giocando l’accademia, quanto è solida nelle comunità internazionali e, soprattutto, quanto valore offre agli imprenditori? ?

In un mondo in cui tutto si evolve e cambia rapidamente, è imperativo insegnare e promuovere una mentalità, abilità e attitudine imprenditoriali negli studenti. Questo è il motivo per cui gli studenti devono essere esposti alle situazioni e alle sfide del mercato per prepararsi meglio in termini di costruzione del business e cambiamento nel settore. In questo senso, le competenze “soft” sono fondamentali per il futuro del lavoro che, nel breve periodo, non potrà essere sostituito dalle tecnologie e dalle macchine. Ecco perché l’istruzione e l’industria devono lavorare insieme e completarsi a vicenda per continuare a sviluppare competenze, conoscenze e attitudini che guidano i cambiamenti e un ecosistema aziendale sempre più competitivo.

E ora, guardando al futuro, parlaci delle sfide per il resto del 2024 in uno scenario politico ed economico impegnativo.

Nonostante le sfide finanziarie globali, è essenziale che le startup colombiane mantengano una mentalità di resilienza e concentrino i propri sforzi sull’innovazione, sull’efficienza operativa e sulla creazione di valore per i propri clienti e partner. La capacità di adattamento e la costante ricerca di miglioramenti sono caratteristiche distintive delle startup di successo in qualsiasi contesto. Inoltre, ciò che identifica gli imprenditori è l’ottimismo e con questa mentalità continuiamo a concentrarci sul mantenimento e sulla creazione di occupazione. Inoltre, gli imprenditori, per le diverse caratteristiche che abbiamo potuto identificare, tendono a credere in ciò che stanno costruendo nel lungo termine, e le cose a lungo termine vanno oltre il contesto attuale.

Uno spazio per rendere visibili le idee di business.

Foto: Paula Sanchez

Se conosci storie di imprenditori e delle loro iniziative, scrivici a Edwin Bohórquez Aya ([email protected]) o quello di Tatiana Gómez Fuentes ([email protected]).

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Gli affiliati di Colpensiones hanno chiuso gli uffici a Santa Marta
NEXT “Zeus” ha assicurato di essere disposto a comparire in tribunale e afferma di essere rimasto in trappola