Dopo un crimine sorgono richieste di sicurezza in diverse zone di San Juan

Dopo un crimine sorgono richieste di sicurezza in diverse zone di San Juan
Dopo un crimine sorgono richieste di sicurezza in diverse zone di San Juan
Segretario della Sicurezza, Dott. Gustavo Sánchez.

Recentemente, Zonda quotidiana ha pubblicato le denunce dei residenti della Quartiere Stotac In Rivadavia a causa della maggiore presenza della polizia per prevenire i crimini in quella zona. La villa di San Rocco E Rodríguez Pintosempre nello stesso dipartimento, il scoppi Di solito vengono impegnati a qualsiasi ora del giorno.

In Rawson, Anche gli abitanti del comune di Congreso e delle zone circostanti vivono situazioni di insicurezza e, come questi luoghi, ce ne sono molti altri in tutto il territorio di San Juan.

L’insicurezza sembra essere all’ordine del giorno negli ultimi tempi e nelle sue diverse forme, scontri di strada, rapine, perquisizioni, aggressioni e, nel peggiore dei casi, un crimine che commuove ancora i residenti di San Juan, avvenuto nella Capitale.

Il Segretario della Sicurezza, Dott. Gustavo Sanchezintervenuto al programma condotto da Lila Cosma su Telesol su di lui omicidio che un minore avrebbe perpetrato e l’insicurezza di quel luogo centrale.

Secondo il funzionario “San Juan non è una provincia con alti tassi di violenza. Si tratta di un evento isolato (l’omicidio), quella forma di attentato non si è mai verificata. “Questo fatto significa che, pur essendo stato previsto, non poteva essere evitato, perché si tratta di un attentato che non aveva scopo di rapina, né di vendetta”.

Tuttavia, i vicini da diversi anni denunciano innumerevoli atti criminali e attualmente continuano a soffrire per l’insicurezza che questa volta, a causa di una morte, ha nuovamente richiesto l’intervento della polizia. Neppure il allarmi comunitari Sono riusciti a essere un palliativo per dare loro tranquillità.

Il segretario alla Sicurezza della provincia non è ignaro della situazione e, interrogato da Cosma sull’insicurezza, ha risposto che: “lo sappiamo ormai da tempo. Quella zona appartiene alla Seconda Sezione. Quando si guarda il video diventato virale dell’aggressione, si vede la donna tranquilla. In quel posto A quell’ora la gente cammina con calma, ecco perché l’attacco appare inaspettato“.

Ha aggiunto che: “ma sappiamo che in quella zona, dalla via Laprida al nord, fino alle vie Pedro Echagüe e Maipú, si sono verificati eventi, rapine, furti, furti in veicoli, perquisizioni, intrusioni in immobili e furti di quanto possibile“.

In questo senso “abbiamo riscontrato diversi fatti di Flagranza che sono stati processati e condannati”.

Il funzionario ha riconosciuto che “la zona è buia, ci sono alberi che coprono entrambi i lati di via 25 de Mayo, comprese le luci. Forse bisognerà chiedere al sindaco di fare un po’ di chiarezza. “Penso che stiano lavorando in modo da poter proiettare una migliore illuminazione notturna e ciò consentirà alle telecamere di funzionare meglio.”

“È inutile avere telecamere se davanti a noi abbiamo un albero che riprende tutto. Le telecamere ci sono. Alcune vengono distrutte dal vento, a volte dagli alberi stessi, dai rami, dal movimento, taglia la fibra ottica“Spiega Sanchez.

Secondo il funzionario, Telecamere di sicurezza CISEMche sono 600, vengono costantemente revisionati, anche se ha sottolineato che “non tutti funzionano, la comunità lo sa.
Perché è proprio un sistema soggetto alle intemperie, compresi gli atti vandalici. Ci sono quartieri che non permettono di averli. La polizia deve essere mandata a prendersi cura di loro. In quelli che ci richiedono maggiore servizio“.

Il dottor Gustavo Sánchez ha sostenuto che “le telecamere svolgono una funzione di sicurezza molto importante. Questo fatto (la morte di Hebe Yolanda Leguiza) è stato scoperto grazie a questo elemento tecnologico”.

“Continueremo ad investire nella Sicurezza, perché vogliamo che San Juan sia tranquilla”, ha detto il funzionario.

Per quanto riguarda il attuali tassi di criminalitàha assicurato che “sono certo che esiste una tendenza al ribasso e lo baso nel modo seguente, credo che i progressi compiuti nel Procura con l’attuazione del Sistema Accusatorio. Ciò ha implicato che ci sia Giustizia, una Giustizia più vicina nel tempo, in atto.”

Tuttavia, è vero che il Segretario alla Sicurezza non ignora l’insicurezza nella provincia, Non ha delineato un piano che potesse portare tranquillità alla gente di San Juan che chiedono più azioni di polizia.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV I dettagli che si conoscono sulle Feste del Mare 2024
NEXT I vincitori del 57° Vallenato Festival riceveranno più di 450 milioni di dollari