Notte Lirica Italiana, arriva in diversi dipartimenti di Mendoza: i dettagli

Notte Lirica Italiana, arriva in diversi dipartimenti di Mendoza: i dettagli
Notte Lirica Italiana, arriva in diversi dipartimenti di Mendoza: i dettagli

11 maggio 2024 – 08:35

Notte Lirica Italiana è lo spettacolo che proporrà Héeroes, questo insieme consacrato nei dipartimenti di San Rafael, Tunuyán e Godoy Cruzy che ha diversi anni di esperienza e ha girato il nostro paese con la sua selezione di canzoni.

Questa presentazione ricorderà i più grandi successi dell’Opera, le canzonette classiche e i brani più emblematici della musica popolare, con un’interpretazione che darà ad ogni opera uno splendore speciale.

Giovedì prossimo, 16 maggio, si esibiranno alle 21 al Teatro Roma di San Rafael, venerdì 17 maggio alle 21 all’Auditorium Municipal di Tunuyán e sabato alle 21 al Teatro Plaza di Godoy Cruz.

Una notte indimenticabile per risvegliare emozioni

Versioni di Nessun Dorma, O sole mio, Caruso, Bella Ciao, Volare, Il mondo, Fiesta e altri (senza uscire includere parte del repertorio in spagnolo), danno la cornice ad un concerto unico.

Dopo il successo del loro precedente spettacolo “Le canzoni più belle del mondo”, che li ha portati in tournée per il paese, HÉROE propone con questo nuovo spettacolo una notte per sentire, ricordare, rivivere ed emozionarsi. Vengono aggiunte anche canzoni di loro stessa paternità, come “Unidos por la paz”, la terza canzone che il gruppo ha registrato nelle Isole Malvinas.

Infine, l’umorismo, l’interazione con il pubblico, e tutte le caratteristiche già riconosciute del Gruppo, tornano a far parte di questo nuovo spettacolo.

I biglietti possono essere acquistati su entryweb.com.ar

Presentazioni

  • Giovedì 16 maggio, Teatro Roma San Rafael, ore 21.00.
  • Venerdì 17 maggio, Auditorium Municipal di Tunuyán, alle 21.00.
  • Sabato 18 maggio, Teatro Plaza, Godoy Cruz, ore 21.00.

#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La costruzione del ponte nel villaggio di Gaviotas de Maní avanza dell’80% » PRENSA LIBRE CASANARE
NEXT Lo studio rivela che la maggior parte dei campi si è formata dopo il primo governo di Piñera