I principali mercati degli uffici indiani testimoniano un aumento annuo degli affitti pari al 4-8%.

I principali mercati degli uffici indiani testimoniano un aumento annuo degli affitti pari al 4-8%.
I principali mercati degli uffici indiani testimoniano un aumento annuo degli affitti pari al 4-8%.

I dipendenti lavorano sui loro terminali all’interno dell’ufficio di una società di contabilità locale ad Ahmedabad, in India. Reuters

V Nagarajan

I principali mercati degli uffici indiani hanno registrato un notevole aumento del 4-8% anno su anno (YoY) degli affitti, guidato da una domanda robusta e dalla simultanea infusione di un’offerta di fascia alta e di qualità.

Secondo l’ultimo rapporto di Colliers su Expert Insights/Asia Pacific Office Markets, la forte performance del mercato degli uffici in India è stata alimentata da una robusta crescita economica e da una rinnovata fiducia nell’occupazione.

Mercati selezionati ad alte prestazioni nelle sei città principali hanno registrato in particolare un aumento degli affitti fino al 20% su base annua. Questo aumento dei prezzi degli affitti riflette la crescente preferenza degli occupanti che sono disposti a pagare un premio per edifici dotati di comfort moderni e all’avanguardia, adornati con certificazioni ecologiche in posizioni strategiche.

Grazie alla qualità costruttiva superiore e ai servizi di fascia alta, gli affitti preventivati ​​per le nuove forniture per ufficio sono in genere fino al 20% più alti rispetto agli affitti medi in micromercati premium selezionati.

Il rapporto evidenzia inoltre sei priorità per raggiungere l’efficienza dei costi nel settore immobiliare ad uso ufficio, come allineare la strategia degli uffici agli obiettivi aziendali, la strategia di portafoglio, massimizzare le negoziazioni di locazione, l’utilizzo dello spazio basato sui dati, dare priorità ai sistemi efficienti dal punto di vista energetico e aggiornare e promuovere il coinvolgimento e la soddisfazione dei dipendenti.

“In risposta all’evoluzione delle dinamiche del mercato, gli occupanti degli uffici in India stanno rivoluzionando le loro strategie di ottimizzazione dei costi, abbracciando il modello hub-and-spoke, espandendo i portafogli di spazi flessibili e sfruttando la tecnologia. Le aree suburbane e periferiche, che offrono prezzi accessibili, stanno assistendo a un aumento della domanda, indicando una preferenza per i mercati sotto il dollaro o vicini al dollaro. Gli spazi flessibili, soprattutto con l’avvento dei modelli core-plus-flex, stanno guadagnando importanza. Con 8,7 milioni di piedi quadrati di leasing nel 2023 e lo spazio più alto mai occupato dagli spazi flessibili, il segmento ha assistito a una notevole espansione negli ultimi anni. È probabile che gli spazi flessibili continuino a crescere nel 2024 e si prevede che costituiranno il 15-20% del totale degli uffici affittati nelle 6 principali città, sottolineando la ricerca da parte degli occupanti di soluzioni agili ed economicamente vantaggiose per soddisfare le loro esigenze di spazio di lavoro in evoluzione .” ha affermato Arpit Mehrotra, amministratore delegato dei servizi d’ufficio per l’India di Colliers.

I centri di capacità globali dell’India offrono una proposta di valore interessante per le aziende globali. Con le aziende globali che cercano sempre più di ottimizzare le risorse, massimizzare i risparmi e stimolare la crescita, l’India offre una proposta convincente. Durante il primo trimestre del 2024, l’India ha continuato a registrare una forte spinta nell’attività di leasing nel GCC.

Una significativa attività di leasing da parte dei GCC, pari a 5 milioni di piedi quadrati (msf), ha rappresentato il 37% del totale del leasing di uffici nelle sei città principali. Guardando al futuro, si prevede che i GCC affitteranno tra i 45 e i 50 metri quadrati di spazi per uffici nei prossimi due anni, pari a circa il 40% della domanda totale.

L’intensificata attività del GCC è alimentata da diversi occupanti che abbracciano settori come BFSI, tecnologia, ingegneria e produzione e sanità. Inoltre, c’è una preferenza persistente per gli spazi adibiti ad uffici di Grado A con certificazione ecologica. I micromercati sub e vicini al dollaro rimangono fondamentali per l’assorbimento dello spazio del GCC in India, contribuendo per quasi l’80% all’attività di leasing nel 2019-23.

“L’ascesa dell’India come principale hub del GCC nella regione APAC sottolinea la sua impareggiabile proposta di valore per le aziende globali. Nei prossimi tre anni, la prevista locazione di 45-50 milioni di piedi quadrati di spazi per uffici da parte dei paesi del Golfo è destinata a consolidare ulteriormente la posizione dell’India, determinando oltre il 40% dell’attività di locazione di uffici del paese. Alimentata da un solido pool di talenti, da una posizione strategica e da un costante impegno per la sostenibilità, l’India rimane un faro per diversi occupanti che mirano a promuovere l’innovazione e alimentare la crescita.

Inoltre, con oltre 150 metri quadrati di forniture per uffici in varie fasi di costruzione nei prossimi tre anni, l’India continua a offrire una vasta gamma di spazi per uffici di alta qualità a prezzi competitivi, soddisfacendo le diverse esigenze degli occupanti”, ha affermato Vimal Nadar, Direttore senior e responsabile della ricerca, Colliers India.

È dovuta l’imposta sulle donazioni per il terreno ricevuto e, nel caso in cui lo venda per rimpatriare i proventi della vendita, qual è la procedura per trasferire i fondi a Gulf? Sheshu Babu, Sharjah.

I beni immobili, ovvero terreni o fabbricati o entrambi, ricevuti in donazione, sono imponibili come reddito nelle mani del destinatario.

Tuttavia, ci sono alcune circostanze in cui un regalo non sarà soggetto all’imposta sul reddito. Ad esempio se il valore della proprietà valutato per l’imposta di bollo non supera Rs 50.000. Nel caso in cui si affitta il terreno e si guadagna un reddito da locazione, questo verrà tassato. I benefici del rimpatrio non sono disponibili per la vendita dei terreni e sono limitati solo a due unità abitative. Puoi costruire una casa sul terreno e poi venderla come unità che diventerà idonea al rimpatrio.

Ho investito in un appartamento quando risiedevo in India e ora nel Golfo. La proprietà ha 9 anni. Posso rimpatriare il ricavato della vendita dell’immobile? Si prega di chiarire. Ricky Thomas, Dubai.

Forchette. La rimessa può essere effettuata anche se tale proprietà acquisita con fondi in rupie viene venduta dopo essere stata detenuta per meno di dieci anni. Tuttavia, è necessario assicurarsi che i proventi della vendita siano stati trattenuti per il periodo di bilancio sul conto NRO o in qualsiasi altro investimento idoneo, a condizione che tale investimento sia ricondotto ai proventi della vendita del bene immobile.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Tres Marías, una collina da non sottovalutare
NEXT Minori e scommesse online: qual è la situazione a Mendoza e le misure predisposte dalla DGE