Traverso e il giorno che inaugurò il primo circuito cittadino nella città di Santa Fe

Traverso e il giorno che inaugurò il primo circuito cittadino nella città di Santa Fe
Traverso e il giorno che inaugurò il primo circuito cittadino nella città di Santa Fe

“La corsa su strada (di Santa Fe) è stata un classico per la categoria”, ha detto Juan María “Flaco” Traverso, la più grande parola degli sport motoristici argentini e due volte vincitore nella capitale di Santa Fe. “Non sono mai stato un fan della nuova mappa stradale, per me era migliore quella precedente, quella che abbiamo inventato con (Guillermo) Maldonado, ecc. in quel tempo”, nella seconda metà degli anni ’80. “Al di là del fatto che con il nuovo circuito entri in città, con l’altro il montaggio non costava quasi nulla, praticamente tagliava la strada e basta, e con questo è un problema. Oggi dovremmo mettere qualcosa in più (in termini di sicurezza), ma quel circuito si potrebbe recuperare” ha aggiunto.

Dopo le dichiarazioni di “Flaco”, vale la pena ricordare come fu quel primo circuito cittadino della città di Santa Fe e come si rifletté sulle pagine di El Litoral.

Nel 1985, la capitale fu trasformata in un circuito cittadino. La pista è stata realizzata nella zona del Parque del Sur. Copriva le Avenida Mar Argentino e Illia; poi scese al club Náutico Sur; È stata scattata il 1 maggio; Sei passato davanti all’anfiteatro, al Convento di San Francesco e poi hai preso il 3 febbraio fino agli ascensori del Porto (i box erano allestiti nel parcheggio) e infine sei tornato sulla tangenziale.

In quell’occasione erano presenti 35mila persone, e Traverso vinse in una gara memorabile nella quale vinse con la sua Renault 18.

L’anno successivo (1986) si corse nuovamente e il vincitore fu Ernesto “Tito” Bessone con una Ford Sierra. Nell’87 Traverso torna sul podio ma con una Fuego Coupé.

Dopo tre anni senza concorrenza in città, l’artista di strada è tornato a Santa Fe. Per l’occasione l’evento è stato organizzato da due imprenditori locali che hanno coperto le spese. Secondo El Litoral anche questo è stato un successo.

Ci sono voluti 16 anni perché la città di Santa Fe vedesse di nuovo una corsa su strada. Fu durante l’amministrazione del sindaco Balbarrey, nel maggio 2006. Anche se il circuito ha subito una modifica, il percorso attorno al Parque del Sur è stato mantenuto. Martín Basso ha vinto con una Ford Focus.

L’anno successivo (2007) l’esperienza si è ripetuta. È stato Matías Rossi ad approfittare della collisione di Emiliano Spataro e ad aggiudicarsi la vittoria.

Nel 2008, sotto il sindaco di Mario Barletta, il circuito cittadino si è spostato nei viali Alem e 27 de Febrero. L’anno successivo iniziò una novità per la categoria: la corsa in notturna.

Per il 2012 le vetture si evolvono e la categoria venne ribattezzata Super TC2000 per via della potenza dei nuovi “ferri”. Nel 2014 si realizza un vecchio sogno; addentratevi nelle vie del rinnovato porto locale.

Si è corsa così con un rinnovato record di pubblico fino al 2018, rendendo il circuito cittadino della città di Santa Fe una pietra miliare degli sport motoristici sudamericani. Quella volta l’ultimo vincitore fu Agustín Canapino alla guida di una Chevrolet Cruze. L’anno successivo Comune e Provincia non accettarono di affrontare gli alti costi dell’organizzazione, e nel 2020 iniziarono le restrizioni dovute alla pandemia, che lasciarono nella memoria questa prova emblematica. Oggi immaginarne la realizzazione è un’utopia, a causa della logistica tremendamente onerosa e dei molteplici problemi urbanistici che comporta.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Trovano il corpo senza vita di un giovane di 25 anni a Corferias, Bogotà; cosa dicono le autorità?
NEXT Il Deportes Quindío ha perso e solo un miracolo lo mette nella battaglia finale –